Venezia 2015

Venezia 2015

La Mostra del Cinema di Venezia 2015, dalla preapertura con le proiezioni speciali de Il mercante di Venezia e dell’Otello di Orson Welles alla cerimonia di premiazione di sabato 12 settembre: film, interviste, premi, il Concorso, Orizzonti, la Settimana della Critica, le Giornate degli Autori… fino al Leone d’oro.

Ci risiamo. Come ogni dodici mesi il microcosmo di addetti ai lavori, appassionati e giornalisti interessati al cinema è pervaso da parole sommesse, mormorii nel buio, neanche si fosse i protagonisti di uno dei racconti che compongono il «Ciclo di Cthulhu» di H.P. Lovecraft. Si aspetta la proclamazione ufficiale del programma della Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia, accompagnati da desideri, speranze, sogni e paure recondite. Il gioco è sempre lo stesso, quello del “se fosse” che si fa fare ai bambini caratteriali per tenerli buoni; attraverso l’elenco di titoli che andranno a comporre il Concorso, il Fuori Concorso e Orizzonti di Venezia 2015 il cinefilo crea un percorso tutto personale, a volte luminoso e lastricato d’oro, più spesso abbondante di insidie di vario tipo. Difficile, o meglio ozioso, fermarsi a ragionare su come saranno i film selezionati per la quarta edizione del cosiddetto Barbera-bis: il valore delle scelte potrà essere giudicato solo a Mostra finita, tra un mese e mezzo. Più interessante, semmai, cercare di leggere in filigrana il modo in cui sta cambiando (se sta cambiando) la politica della Mostra e quella festivaliera nel suo complesso.

La settantaduesima edizione del più antico festival di cinema del mondo arriva in un anno già di per sé significativo: Cannes ha cambiato direttore, e dopo quattordici anni con Gilles Jacob alla guida, ha affidato le redini a Pierre Lescure. Questo ha significato, fin dallo scorso maggio, un sostanziale – e sostanzioso – slittamento del festival in direzione di una difesa ancor più corporativa del prodotto nazionale, sia esso artistico o puramente organizzativo.
Il “fare sistema” sulla Costa Azzurra non ha trovato, almeno sulla carta, una risposta pronta nelle uniche realtà internazionali che cercano di muoversi sulla scia di Cannes. Ieri è stato annunciato il programma di Toronto, oggi è stata la volta di quello di Venezia… [continua a leggere]

Info
Il sito della Mostra del Cinema di Venezia 2015.
I film di Venezia 2015.
Il sito della Settimana della Critica.
Il sito delle Giornate degli Autori.

Articoli correlati

  • Venezia 2015

    gianluca-massimiliano-de-serioIntervista a Gianluca e Massimiliano De Serio

    Con I ricordi del fiume, Gianluca e Massimiliano De Serio, partendo dalla documentazione degli ultimi mesi di vita del campo nomadi Plat di Torino, hanno realizzato un film che ragiona sull'universale concetto di casa/rifugio. Li abbiamo intervistati a Venezia.
  • Venezia 2015

    intervista-hou-hsiao-hsien-cov932Intervista a Hou Hsiao-hsien

    Non capita tutti i giorni di riuscire a intervistare Hou Hsiao-hsien. La ghiotta occasione è stata data, a Venezia, dalla presenza in giuria del regista taiwanese, con il quale abbiamo parlto di cinema, wuxia, montaggio e utilizzo dei formati, Lamorisse e nouvelle vague di Taipei...
  • In Sala

    il-paese-dove-gli-alberi-volano-recensioneIl paese dove gli alberi volano. Eugenio Barba e i giorni dell’Odin

    di , Presentato alle veneziane Giornate degli autori, esce ora in sala il secondo lavoro di Jacopo Quadri, qui con la co-regia di Davide Barletti, che rientra in una serie di ritratti dedicati ai grandi del teatro. Dopo La scuola d’estate su Luca Ronconi, è la volta di Eugenio Barba.
  • Venezia 2015

    i-ricordi-del-fiumeI ricordi del fiume

    di , La documentazione del processo di smantellamento di una delle più grandi baraccopoli d'Europa dà luogo in I ricordi del fiume di Gianluca e Massimiliano De Serio a un dolente ritratto sulla fragilità dell'abitare. Fuori concorso a Venezia 2015.
  • Venezia 2015

    mr-six-recensioneMr. Six

    di Film di chiusura a Venezia 2015, il cinese Mr. Six è uno pseudo-gangster movie che, in maniera irritante, vuole farci la morale sulla nuova generazione arricchita, ormai dimentica dei valori di una volta. Con protagonista Feng Xiaogang, la gallina dalle uova d'oro del cinema commerciale mandarino.
  • Venezia 2015

    intervista-a-francesco-di-pace-2015-cov932Intervista a Francesco Di Pace

    Abbiamo intervistato Francesco Di Pace, che ha concluso con questa edizione l'impegno come Delegato Generale della Settimana Internazionale della Critica di Venezia. Un modo per fare il punto sulla selezione, sul festival e sul sistema-cinema italiano.
  • Venezia 2015

    prova jecbiuewcbi oibhou hybi ghvy hvyvyviyviy hvbhybv hbvh hyb bb b ubiubviv prova jecbiuewcbi oibhou hybi ghvy hvyvyviyviy hvbhybv hbvh hyb bb b ubiubviv prova jecbiuewcbi oibhou hybi ghvy hvyvyviyviy hvbhybv hbvh hyb bb b ubiubviv prova jecbiuewcbi oibhou hybi ghvy hvyvyviyviy hvbhybv hbvh hyb bb b ubiubviv prova jecbiuewcbi oibhou hybi ghvy hvyvyviyviy hvbhybv hbvh hyb bb b ubiubviv prova jecbiuewcbi oibhou hybi ghvy hvyvyviyviy hvbhybv hbvh hyb bb b ubiubviv prova jecbiuewcbi oibhou hybi ghvy hvyvyviyviy hvbhybv hbvh hyb bb b ubiubviv prova jecbiuewcbi oibhou hybi ghvy hvyvyviyviy hvbhybv hbvh hyb bb b ubiubviv prova jecbiuewcbi oibhou hybi ghvy hvyvyviyviy hvbhybv hbvh hyb bb b ubiubviv prova jecbiuewcbi oibhou hybi ghvy hvyvyviyviy hvbhybv hbvh hyb bb b ubiubviv.Intervista a João Salaviza

    Abbiamo incontrato a Venezia il giovane regista portoghese João Salaviza, già autore di cortometraggi premiati a Cannes e alla Berlinale, all’esordio al lungometraggio con Montanha, presentato alla 30a edizione della Settimana della Critica.
  • Venezia 2015

    mostra-di-venezia-2015-bilancio-cov932Venezia 2015 – Bilancio

    L'ultima edizione (forse) del Barbera-bis evidenzia con chiarezza le vie che il direttore ha cercato di intraprendere in questi anni, con luci e ombre. E sottolinea lo stato di crisi istituzionale della Mostra, sempre più deserta e abbandonata al proprio destino.
  • Venezia 2015

    interrogation-visaaranai-2015-cov932Interrogation

    di Il cinema in lingua tamil fa la sua irruzione nella Mostra di Venezia con il tesissimo thriller poliziesco ordito da Vetri Maaran, che riesce a coniugare impegno politico e afflato popolare. Nel concorso di Orizzonti.
  • Venezia 2015

    behemoth-2015-zhao-liangBehemoth

    di Presentato in concorso alla Mostra di Venezia, Behemoth è la nuova opera di Zhao Liang. Smarcandosi dal documentario sociale, per cui il regista cinese si era fatto conoscere, il film approda a una dimensione di lirismo, ma per raccontare sempre il mondo degli umili, degli ultimi, in una società governata da un capitalismo caotico e sregolato.
  • Venezia 2015

    heart-of-a-dog-laurie-anderson-2015-cov932Heart of a Dog

    di Laurie Anderson porta sullo schermo una lunga e articolata elaborazione del lutto. Di qualsiasi lutto, a partire da quello per la cagnolina Lolabelle. Un viaggio emozionale e magmatico, in concorso a Venezia 72.
  • Venezia 2015

    per-amor-vostro-2015-giuseppe-gaudino-cov932Per amor vostro

    di Giuseppe M. Gaudino torna in concorso alla Mostra di Venezia con dramma partenopeo. Con Valeria Golino, Massimiliano Gallo e Adriano Giannini.
  • Venezia 2015

    go-with-meGo With Me

    di Con una caccia all'uomo in aria di "western moderno" nei paesaggi innevati tra USA e Canada, Daniel Alfredson cerca il solido cinema di genere, ma fallisce miseramente tra elementari idee di racconto, dialoghi ridicoli e attori svogliati. Fuori concorso a Venezia 2015
  • Venezia 2015

    liu-shumin-intervistaIntervista a Liu Shumin

    Abbiamo incontrato al Lido l'esordiente regista di The Family, film che ha aperto fuori concorso la trentesima edizione della Settimana Internazionale della Critica, per parlare di piano sequenza, 35mm e cinema cinese contemporaneo...
  • Venezia 2015

    Gli_uomini_di_questa_città_io_non_li_conosco-recensioneGli uomini di questa città io non li conosco. Vita e teatro di Franco Scaldati

    di A un anno da Belluscone, Franco Maresco torna al Lido con un film di nero pessimismo che si costruisce come un nuovo elogio della sconfitta: Gli uomini di questa città io non li conosco. Vita e teatro di Franco Scaldati, dedicato al poeta, drammaturgo, regista e attore palermitano scomparso poco più di due anni fa.
  • Venezia 2015

    Bagnoli-JungleBagnoli Jungle

    di È un’umanità frenetica e nichilista, tenera e carnale quella raccontata in Bagnoli Jungle da Antonio Capuano che, vincitore nel 1991 con Vito e gli altri, torna fuori concorso alla Settimana della Critica per il trentennale della sezione.
  • Venezia 2015

    Tanna-vince-la-settimana-internazionale-della-critica-2015-Bentley-Dean-Martin-Butler-SIC-30-cov932Tanna vince la Settimana Internazionale della Critica

    Va al film di Vanuatu diretto da Martin Butler e Bentley Dean la Settimana Internazionale della Critica 2015. Un Romeo e Giulietta immerso negli splendidi paesaggi dell'oceano Pacifico.
  • Venezia 2015

    mercante-di-venezia-recensioneIl mercante di Venezia: un altro restauro è possibile?

    di Forse non si poteva fare di meglio, ma sicuramente si poteva fare di meno: il restauro del Mercante di Venezia presentato al Lido non lo si può definire un perfetto esempio di operazione filologica, pieno com'è di elementi aggiuntivi ed estranei al film stesso. Lo si potrà vedere in futuro senza alcun orpello?
  • Venezia 2015

    antonio-capuano-venezia-2015Intervista ad Antonio Capuano

    Vincitore con Vito e gli altri della Settimana della Critica del 1991, Antonio Capuano è tornato quest'anno per celebrare il trentennale della sezione con un nuovo film, Bagnoli Jungle. Ironico ed eccentrico, carnale e tenero il suo cinema non si smentisce mai, denso di cultura, alta e bassa, di realtà e sentimento. Di questo ed altro abbiamo parlato con il regista partenopeo.
  • Venezia 2015

    The-EventThe Event

    di Il cinema umanista e rigoroso di Sergei Loznitsa prova a raccontare la Storia dalle piazze, tra la folla. Il protagonista è il popolo, nel senso fisico di massa, di corpo unico che si muove per difendersi, per opporsi, per resistere. Fuori concorso a Venezia 2015.
  • In sala

    Ti-guardoTi guardo

    di Primo lungometraggio per il venezuelano Lorenzo Vigas, un confuso melodramma a tematica omosessuale, stilisticamente poco incisivo e sorretto da un'impalcatura psicologica rozza e attardata. Guillermo Arriaga come produttore e co-soggettista. Protagonista il cileno Alfredo Castro. Leone d'oro a Venezia 72.
  • Venezia 2015

    The-ReturnThe Return

    di Nel concorso della Settimana della Critica è stato presentato anche il film del regista singaporegno Green Zeng, un viaggio mesto nella Singapore degli ultimi decenni, tempio dell'economia mondiale e della repressione anticomunista.
  • Venezia 2015

    light-yearsLight Years

    di Presentato alla Settimana della Critica di Venezia 2015, Light Years dell’inglese Esther Campbell è un’immersione fin troppo levigata ed estetizzante tra le pieghe dell’infanzia e dell’adolescenza. Echi della Arnold, più di un dubbio, ma da tenere d’occhio.
  • Archivio

    RememberRemember

    di Egoyan torna a raccontare di un genocidio, quello degli ebrei dopo quello degli armeni in Ararat. Ma i meccanismi spettatoriali di un perfetto thriller finiscono per prendere il sopravvento... Presentato in concorso a Venezia.
  • Venezia 2015

    la-calle-de-la-amargura-cov932La calle de la Amargura

    di Fuori concorso a Venezia 72 il nuovo parto creativo di Arturo Ripstein. Un viaggio nei bassifondi (non solo sociali) del Messico, in un bianco e nero che sfonda lo schermo.
  • Venezia 2015

    Frenzy (2015) di Emin Alper - Recensione | Quinlan.itFrenzy

    di Opera seconda del regista turco Emin Alper presentata in concorso alla Mostra di Venezia. Un ritratto impietoso di uno stato di polizia, che, dietro un’immagine ‘friendly’, fa tabula rasa di nascosto dei nemici e dei marginali, dove fanno resistenza storie di amicizia e rapporti fraterni.
  • Venezia 2015

    la-prima-luce-2015-vincenzo-marra-cov932La prima luce

    di Vincenzo Marra prende spunto dalla propria drammatica vicenda personale per raccontare una paterna storia d'amore, senza particolari guizzi creativi. A Venezia 2015 nelle Giornate degli Autori, e dal 24 settembre in sala.
  • Venezia 2015

    la-lupa-venezia-classici-cineteca-nazionale-alberto-lattuadaLa lupa

    di Melodramma fiammeggiante ed eccessivo, La lupa di Alberto Lattuada è in realtà una profonda riflessione su dinamiche socio-antropologiche universali. Abissi della psiche tra erotismo e legge morale. Restaurato in 2k. Per Venezia Classici.
  • Animazione

    AnomalisaAnomalisa

    di , In Concorso a Venezia 2015, Anomalisa è un bicchiere mezzo pieno. Kaufman lavora di sottrazione, sfrondando lo script dalle consuete complessità, mentre Johnson assicura un’animazione di buona fattura. Però, nel complesso, permane un retrogusto di occasione mancata...
  • Venezia 2015

    11-minutes-2015-jerzy-skolimowski-cov93211 Minutes

    di Arrivato a 23 film e a 77 anni, Jerzy Skolimowski dimostra una straordinaria lucidità nel ragionare sul mondo contemporaneo, con la sua fragilità, con i suoi crolli, e nell’analizzare l’essenza stessa delle sue immagini, in quel digitale dove si possono annidare tarli sotto forma di pixel neri.
  • Venezia 2015

    alfredo-bini-ospite-inatteso-2015-simone-isola-cov932Alfredo Bini, ospite inatteso

    di Chi fu Alfredo Bini, tra i più intelligenti produttori italiani del secondo dopoguerra? Cerca di svelarlo il documentario di Simone Isola, presentato a Venezia Classici.
  • Venezia 2015

    De-PalmaDe Palma

    di , Da un'inquadratura fissa e frontale, Brian De Palma ci parla della sua filmografia. Alla regia c'è Noah Baumbach, ma non lo direbbe nessuno. Fuori Concorso a Venezia 2015.
  • Venezia 2015

    TannaTanna

    di , Il primo film della storia parlato in lingua bislama è un melò che si rifà alle basi della letteratura occidentale (Giulietta e Romeo) per arrivare a mostrare la vita quotidiana delle tribù che popolano Tanna, un’isola dell’arcipelago Vanuatu. Un viaggio sentimentale e antropologico, in concorso alla SIC 2015.
  • Venezia 2015

    l-esercito-piu-piccolo-del-mondoL’esercito più piccolo del mondo

    di Ne L'esercito più piccolo del mondo, Pannone sceglie lo sguardo di una recluta della Guardia Svizzera per raccontare la realtà di un corpo apparentemente anacronistico: ma, del risultato, si fa fatica a cogliere una reale urgenza giustificativa. Fuori concorso a Venezia 2015
  • Venezia 2015

    Bahadur Bham MinIntervista a Bahadur Bham Min

    Primo film nepalese presentato alla Mostra di Venezia, The Black Hen rievoca gli anni della guerra civile tra maoisti e regime scoppiata nel Paese tra il 1996 e il 2006. Abbiamo intervistato il regista Bahadur Bham Min per parlare del film e della situazione del cinema nepalese. Alla Settimana Internazionale della Critica.
  • Venezia 2015

    MotherlandMotherland

    di Nuove riletture di neorealismo mediorientale all'insegna dell'inquietudine, del mistero e del dramma espressionista. Oscure e melmose profondità in un rapporto madre-figlia: Motherland è l'opera prima della turca Senem Tüzen. Alla Settimana Internazionale della Critica.
  • Venezia 2015

    el-clan-2015-pablo-traperoIl clan

    di Diretto con mano sicura e senza eccedere in autocompiacimenti espressivi, Il Clan ha la ruvida eleganza di un gangster movie e quel senso di presa diretta che ben si sposa alla storia vera che racconta. In concorso a Venezia 2015.
  • Venezia 2015

    Sangue-del-mio-sangueSangue del mio sangue

    di Un Bellocchio minore torna in concorso a Venezia: Sangue del mio sangue è un divertissement sbilenco, a tratti piacevole ma sostanzialmente sterile.
  • Venezia 2015

    RABIN-the-last-day-2015-amos-gitaiRabin, the Last Day

    di Amos Gitai affronta con coraggio e grande rigore estetico l'evento cruciale degli ultimi vent'anni di storia israeliana: l'omicidio di Yitzhak Rabin, avvenuto il 4 novembre del 1995. Rabin, the Last Day, in concorso a Venezia, è finora il più serio candidato al Leone d'Oro.
  • Venezia 2015

    Montanha (2015) di João Salaviza - Recensione | Quinlan.itMontanha

    di Presentato alla Settimana della Critica di Venezia 2015, l’opera prima Montanha è un coming of age dal ritmo genuinamente indolente, spesso immerso nella penombra, affidato a dei volti che riescono a farsi paesaggio culturale dell’adolescenza.
  • Venezia 2015

    Mifune_the_Last_SamuraiMifune: the Last Samurai

    di Presentato a Venezia Classici, Mifune: the Last Samurai è un documentario sull’attore giapponese più famoso di tutti i tempi. Un lavoro semplice, divulgativo e onesto del documentarista Steven Okazaki.
  • In sala

    l-hermine-2015-christian-vincentLa corte

    di Nonostante la collocazione in concorso a prima vista potesse sembrare anomala, La corte di Christian Vincent si è distinto all'interno della selezione di Venezia 2015 per il suo arguto studio di caratteri, le brillanti annotazioni sull'umana natura, il teatro, la giustizia e il "teatro della giustizia".
  • In Sala

    pecore-in-erba-2015-alberto-caviglia-cov932Pecore in erba

    di L'esordio alla regia di Alberto Caviglia vorrebbe costruire un paradossale mockumentary sulla questione dell'antisemitismo ma, complice una mano caotica nella gestione dei "documenti", fallisce ripetutamente il bersaglio. Un'occasione in parte sprecata.
  • In Sala

    Viva-la-sposaViva la sposa

    di Celestini torna a Venezia con Viva la sposa, secondo lungometraggio di finzione presentato alle Giornate degli Autori. Un film che cerca di raccontare troppo e che cala forzatamente nel Quadraro gentrificato personaggi cittiani e pasoliniani.
  • Venezia 2015

    non-essere-cattivo-cov932Non essere cattivo

    di Fuori concorso a Venezia, esce in sala il film postumo di Claudio Caligari. Un viaggio nell'Ostia degli anni Novanta, tra relitti della società e un'umanità alla cerca della propria pace. Forse impossibile.
  • Venezia 2015

    the-endless-riverThe Endless River

    di Dal Sudafrica arriva un melodrammone zeppo di ridicolo involontario, scolastico nella messinscena e nella recitazione. Incredibilmente in concorso a Venezia.
  • In Sala

    Il caso Spotlight (2015) McCarthy - Recensione | Quinlan.itIl caso Spotlight

    di Presentato alla Mostra di Venezia 2015, Il caso Spotlight è esattamente il film che ci si aspetta: cast di ottimi attori; puntuale e diligente nella messa in scena; preciso e solido nella scrittura, nel montaggio. Scorre liscio come l’olio e scivola via.
  • Venezia 2015

    The-Black-HenThe Black Hen

    di Primo film nepalese nella storia del Festival di Venezia, The Black Hen è un racconto di formazione che cerca di unire la vicenda di due giovani protagonisti con quella del proprio Paese, non sempre riuscendoci. Presentato alla Settimana della Critica.
  • Venezia 2015

    A Bigger Splash (2015) Guadagnino - Recensione | Quinlan.itA Bigger Splash

    di In concorso a Venezia 72, il nuovo film di Luca Guadagnino è un dramma d'interni ribaltato nella prospettiva isolana di Pantelleria, dominata dal sole bruciante. Un film di desideri, passioni involute e contorte. Imperfetto ma affascinante.
  • Venezia 2015

    Black-MassBlack Mass – L’ultimo gangster

    di Una certa eleganza formale, un ritmo frenetico e un boss malavitoso intriso di make up (interpretato da Johnny Depp), Black Mass di Scott Cooper non aggiunge molto al glorioso genere del gangster movie. Fuori Concorso a Venezia 2015.
  • Venezia 2015

    vogliamo i colonnelli recensioneVogliamo i colonnelli

    di Restaurato in 4k dalla Cineteca Nazionale, Vogliamo i colonnelli di Mario Monicelli è un esempio di farsa sanamente sguaiata, aggressiva e disperata. Con uno strepitoso Ugo Tognazzi, mai così sublimemente volgare. Per Venezia Classici.
  • Venezia 2015

    blanka-cov932Blanka

    di Presentato alla Biennale College Cinema, Blanka è un film sui bambini di strada di Manila, opera del regista giapponese Kohki Hasei girata senza facili pietismi e senza commiserazione. I bassifondi della capitale filippina sono raccontati con colori saturi e sgargianti, poco realistici ma carichi di speranza.
  • Venezia 2015

    EqualsEquals

    di Il paradosso di Equals, che illustra sommariamente una società ossessionata dal controllo, dalla genetica, dall’azzeramento dei sentimenti, è di essere anch’esso un clone, ancorato a un design futuribile trito e ritrito. In Concorso a Venezia 2015.
  • In sala

    The-Danish-GirlThe Danish Girl

    di Tom Hooper cuce addosso a Eddie Redmayne un altro ruolo di conflitto con la finitezza del corpo. Ispirato alla storia di Einar Wegener, transgender d'inizio Novecento, The Danish Girl è convenzionale e prevedibile, ma anche serio e delicato nell'affrontare un tema rischioso.
  • Venezia 2015

    tharlo-2015-pema-tseden-cov932Tharlo

    di Il film di Pema Tseden vorrebbe essere il ritratto desolante di una generazione di tibetani, quella cui appartiene lo stesso autore, spiazzata, disorientata e desensibilizzata. Fotografato in un raffinato bianco e nero, il film finisce per perdersi in inutili virtuosismi.
  • Venezia 2015

    L_attesa_2015_piero_messinaL’attesa

    di Ondeggia tra manierismo sorrentiniano e accademismo L’attesa di Piero Messina, dove carta da parati, ulivi secolari, specchiere e canterani, lasciano risaltare sullo schermo l’imperituro fulgore di una bellezza imbalsamata.
  • Venezia 2015

    aleksandr-nevskij-1938-ejzenstejn-cov932Aleksandr Nevskij

    di Tra i restauri digitali di Venezia Classici c'è anche il capolavoro di Sergej Ejzenstejn, che ritorna a vivere sul grande schermo grazie alla Mosfil'm; l'occasione per godere di una delle visioni indispensabili della storia del cinema.
  • Venezia 2015

    for-the-love-of-a-man-2015-rinku-kalsy-cov932For the Love of a Man

    di Il documentario della regista indiana Rinku Kalsy, indaga il mondo dei fan della superstar tamil Rajinikanth, dove l'idolatria trascende nella fede religiosa. In Venezia Classici.
  • In Sala

    Banat-Il-viaggio-2015-Adriano-Valerio-SIC-30-cov932Banat (Il viaggio)

    di Anche se cede a momenti di silente rarefazione figli di un’autorialità ancora acerba, Banat (Il viaggio) racconta senza mezzi termini le difficoltà professionali ed esistenziali di due trentenni di oggi. Alla SIC 2015.
  • Venezia 2015

    MargueriteMarguerite

    di Dopo Superstar, presentato a Venezia 2012, Xavier Giannoli torna in concorso in laguna con Marguerite, tragicommedia d'epoca con protagonista Catherine Frot. Consueti spunti paradossali, ma secondo un'idea di cinema iper-tradizionale e poco stimolante.
  • In sala

    Francofonia (2015) di A. Sokurov - Recensione | Quinlan.itFrancofonia

    di Tra i titoli più attesi del concorso della Mostra del Cinema di Venezia 2015, Francofonia è un’immersione nell’orrore della Seconda guerra mondiale e nello splendore dell’Arte, del Louvre. Della dimensione spazio-temporale del Louvre. Cinema che si reinventa, che sperimenta e rielabora.
  • Venezia 2015

    arianna-recensioneArianna

    di Esordio al lungometraggio di Carlo Lavagna, Arianna trova nella forza del soggetto una delle sue maggiori risorse. Tra realismo lirico, thriller dell'anima e intimismo, una consueta opera prima italiana. Coraggiosa negli intenti, spesso timida nell'espressione. Alle Giornate degli Autori.
  • Venezia 2015

    winter-on-fire-recensioneWinter on Fire

    di Ancora piazza Maidan e la rivolta ucraina, ormai al centro di numerose riletture in chiave documentaria. Winter on Fire di Evgeny Afineevsky si affida all'informazione e alla roboante glorificazione, sull'onda di un linguaggio decisamente convenzionale e banalmente epico. Fuori concorso a Venezia 2015.
  • Interviste

    Adriano-Valerio-2015-Banat-SICIntervista ad Adriano Valerio

    In Banat (Il viaggio), Adriano Valerio affronta temi ponderosi, come la disoccupazione e il trasferimento all'estero di due trentenni nostrani. Lo abbiamo intervistato a Venezia per parlare di questo suo esordio, selezionato alla Settimana Internazionale della Critica.
  • Venezia 2015

    italian-gangsters-recensioneItalian Gangsters

    di Torna in Orizzonti Renato De Maria con Italian Gangsters, rievocazione delle vicende di sei criminali della nostra storia. Nuova contaminazione oltre le delimitazioni dei generi, ma il lavoro tra ricostruzione attoriale e materiali d'archivio è pretestuoso e poco significativo, e non si tramuta mai in discorso.
  • Venezia 2015

    in-jackson-heights-2015-frederick-wiseman-cov932In Jackson Heights

    di Il cinema di Frederick Wiseman potrà anche sembrare sempre uguale a sé, a occhi poco attenti, ma continua a disegnare mappe ideali dell'America contemporanea. Stavolta la sua camera si immerge nei meandri di Jackson Heights, quartiere del Queens, a New York, celebre per la sua multiculturalità.
  • Venezia 2015

    Looking_for_Grace_2015_sue_brooks-932x460Looking for Grace

    di Segreti e bugie nella graziosa periferia urbana e nei vasti paesaggi del cuore dell'Australia. Ma, al di là dei suoi ingredienti, non ha molto altro da comunicare Looking for Grace di Sue Brooks, in concorso a Venezia 2015.
  • Venezia 2015

    Beasts-of-No-NationBeasts of No Nation

    di La storia di un bambino soldato trasfigurata in un blockbuster pop-impegnato: scivola pericolosamente verso il kitsch Beasts of No Nation, in concorso a Venezia 2015.
  • Venezia 2015

    un-monstruo-de-mil-cabezas-2015-cov932Un mostro dalle mille teste

    di Il messicano di origine uruguayana Rodrigo Plá torna al Lido con un thriller che vorrebbe svelare le ipocrisie classiste del Messico ma fallisce il bersaglio con una narrazione abbozzata e semplicistica. Film di apertura della sezione Orizzonti 2015 e in sala dal 3 novembre.
  • Venezia 2015

    the-familyThe Family

    di Il quarantunenne Liu Shumin realizza con The Family una minimalista epopea familiare, feroce e intima. Ottima pre-apertura della 30esima edizione della Settimana Internazionale della Critica.
  • Venezia 2015

    neon-bull-2015-cov932Neon Bull

    di Presentato a Orizzonti il secondo lungometraggio di finzione del brasiliano Gabriel Mascaro. Una fotografia antropologica del nord-est del Brasile, di uno stato di transizione tra un mondo rurale che celebra la sua mascolinità nei rodei Vaquejada, e il settore tessile in via di sviluppo. Ma il regista cade in triviali cliché.
  • In Sala

    EverestEverest

    di Ci sono gli sherpa e il 3D, un gruppo troppo avventato di scalatori, un budget elevato e il formato IMAX, attori di grido e paesaggi mozzafiato. C’è praticamente tutto in Everest, eppure sembra mancare proprio la montagna... Delude la pellicola d'apertura di Venezia 2015.
  • Venezia 2015

    venezia-2015-minuto-per-minutoVenezia 2015 – Minuto per minuto

    Sokurov e Bellocchio, Egoyan e Skolimowski, Barbera e Baratta, tutti i film, le news, le prime impressioni, gli innamoramenti folli e le ferali delusioni... Insomma, con la Mostra del Cinema di Venezia 2015 torna la nostra cronaca più o meno seria dal Lido. Il Minuto per Minuto, dal 2 al 12 settembre, fino ai premi o giù di lì.
  • Venezia 2015

    Orson_Welles_Shylock-merchant-of-veniceSul ritrovamento del Mercante di Venezia di Welles

    Dopo Too Much Johnson, l’associazione friulana Cinemazero ha annunciato il ritrovamento di un altro dei misteriosi incompiuti di Welles, Il mercante di Venezia, risalente al 1969. Il film verrà proiettato al Lido il primo settembre, in prima mondiale.
  • Venezia 2015

    venezia-2015-presentazione-cov932Venezia 2015 – Presentazione

    Presentato a Roma il programma ufficiale della settantaduesima edizione della Mostra, la quarta dopo il ritorno di Alberto Barbera, che sembra proseguire nel solco scavato dalle annate precedenti...
  • Venezia 2015

    settimana-della-critica-2015-cov932Settimana della Critica 2015 – Presentazione

    L'edizione del trentennale, l'ultima con Francesco Di Pace in qualità di delegato generale. Tra Peter Mullan, il racconto espanso di una famiglia cinese e molto altro. Il resoconto della presentazione della Settimana della Critica 2015, svoltasi come da tradizione a Roma.
  • Cult

    a-nightmare-on-elm-street-1984-wes-craven-cov932Nightmare – Dal profondo della notte

    di Il capostipite della saga Nightmare, diretto da Wes Craven e punto di svolta nelle dinamiche visionarie dell'horror anni Ottanta.
  • DVD

    Scala al Paradiso di Powell e Pressburger - DVD | Quinlan.itScala al Paradiso

    di , Peter Carter, pilota inglese, si butta senza paracadute dal suo aereo in fiamme e si sveglia miracolosamente illeso su una spiaggia dove incontra June, ausiliaria americana di cui si innamora...
  • Festival

    settimana-della-critica-2015Settimana della Critica 2015

    La Settimana Internazionale della Critica, la più antica e prestigiosa tra le sezioni collaterali che animano i lavori della Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica di Venezia, compie trent'anni...
  • Venezia 2016

    venezia-2016-presentazione-cov932Venezia 2016 – Presentazione

    Presentato a Roma il programma ufficiale di Venezia 2016, settantatreesima edizione della Mostra, la quinta dopo il ritorno di Alberto Barbera in veste di direttore artistico.

COMMENTI FACEBOOK

Commenti

Lascia un commento