Les Vampires: cinema-musica-fumetto

Les Vampires: cinema-musica-fumetto

I cento anni del serial più celebre del cinema delle origini, Les Vampires di Louis Feuillade, vengono celebrati al Palazzo delle Esposizioni a Roma con la proiezione di tutti gli episodi, musica dal vivo e reinvenzioni iconografiche a opera di cinque fumettisti. Dal 5 al 15 novembre.

Il serial è il fenomeno mediatico di oggi, che ha rivoluzionato il gusto degli spettatori in tutto il mondo, ma pochi ricordano che – nel mondo dell’audiovisivo – si tratta di un fenomeno nato 100 anni fa, quando moltitudini di spettatori affollavano le sale cinematografiche per seguire le avventure di delinquenti, investigatori o donne fatali, vale a dire gli eroi dei film muti a episodi.
Les Vampires, realizzato nel 1915 dal regista francese Louis Feuillade, è il più famoso tra i serial del cinema delle origini, dove si univa violenza e fantastico in una miscela esplosiva per la curiosità popolare e per le ansie pruriginose della ricca società borghese. La trama ruota attorno a una banda di criminali, i Vampiri, che terrorizza Parigi ridicolizzando la polizia. Solo un giornalista, Philippe Guérande, e un Vampiro pentito, Oscar Mazamette, tentano di opporsi al loro regno del terrore. Otto dei dieci episodi di cui si compone Les Vampires sono interpretati dalla ballerina Musidora, nel ruolo – divenuto immortale – di Irma Vep: di giorno cantante e di notte criminale spietata, spesso fasciata da una provocante tuta nera attillata e icona per generazioni di spettatori e intellettuali, a partire dai surrealisti per arrivare a Olivier Assayas che, nel 1996, ha incentrato su di lei il suo film forse più bello, intitolato per l’appunto Irma Vep.
Il Palazzo delle Esposizioni di Roma ha ideato intorno alla proiezione dei dieci gli episodi di Les Vampires – che sono in programma dal 5 al 15 novembre – un evento artistico totale, unendo alle immagini cinematografiche la musica contemporanea e il fumetto. Cinque compositori di colonne sonore, come Pasquale Catalano e Valerio C. Faggioni, hanno infatti accolto l’invito a cimentarsi con questo capolavoro centenario, componendo musiche originali, che vengono eseguite dal vivo durante le proiezioni. Inoltre, sull’esempio dei feuilleton, i romanzi che all’epoca uscivano a puntate anticipando le avventure cinematografiche, sono stati coinvolti cinque disegnatori, tra cui Andrea Ferraris e AkaB: seguendo la loro fantasia e stile creativo, questi hanno reinterpretato il mondo dei Vampiri in locandine e tavole illustrate, suggerendo al pubblico le atmosfere del film.

Di seguito il programma e le mini-biografie dei musicisti e dei fumettisti coinvolti nell’iniziativa:

giovedì 5 e venerdì 6 novembre (replica), ore 21.00
EPISODIO 1 – LA TESTA MOZZATA (44’)
EPISODIO 2 – L’ANELLO CHE UCCIDE (17’)
musiche originali composte da Gian Luigi Carlone
eseguite dal vivo da Gian Luigi Carlone e Giacomo Carlone
locandina di Ausonia
La testa mozzata – I Vampiri terrorizzano Parigi con crimini efferati, denunciati dalle coraggiose inchieste giornalistiche di Philippe Guérande. Sul luogo di un ennesimo delitto, il giornalista incontra un vecchio amico di famiglia, il dottor Nox, impegnato nella vendita del suo castello. Cala la notte: sagome nere strisciano nell’ombra, passaggi segreti, biglietti minacciosi, gioielli scomparsi. Chi è veramente il dottor Nox..?
L’anello che uccide – Un fantomatico conte regala un misterioso anello a una ballerina, legata al giornalista acerrimo nemico dei Vampiri. Quando esegue in scena la danza del pipistrello, pantomima del vampiro, la ragazza stramazza al suolo. Il giornalista insegue l’assassino, ma viene catturato dalla banda…

sabato 7 e domenica 8 novembre (replica), ore 21.00
EPISODIO 3 – IL CIFRARIO ROSSO (48’)
EPISODIO 4 – LO SPETTRO (38’)
musiche originali composte da Giorgio Giampà
eseguite dal vivo da Giorgio Giampà e Gabriele Campagna
locandina di Andrea Ferraris
Il cifrario rosso – Fuggendo alla prigionia, il giornalista ha trafugato il diario in codice dei Vampiri, che tenta di decifrare per incastrarli. Il Gran Vampiro, capo della banda, invia a recuperarlo Irma Vep, fascinosa cantante di cabaret e sua spietata agente. La donna si fa assumere come cameriera in casa Guérande…
Lo spettro – Il Gran Vampiro affitta a Moreno, uomo d’affari, un appartamento dotato di accesso segreto, con l’idea di derubarlo. Anche lui in realtà è un astuto criminale, ben presto in competizione con i Vampiri. La spietata Irma Vep si è infiltrata come segretaria in una banca per uccidere un vecchio impiegato incaricato di un grosso trasferimento di denaro…

martedì 10 e mercoledì 11 novembre (replica), ore 21.00
EPISODIO 5 – L’EVASIONE DEL MORTO (45’)
EPISODIO 6 – GLI OCCHI CHE IPNOTIZZANO (72’)
musiche originali composte da Valerio C. Faggioni
eseguite dal vivo da Valerio C. Faggioni e Filippo B. De Laura
locandina di Tiziano Angri
L’evasione del morto – Arrestato per il furto alla banca, Moreno riesce a fuggire dal carcere. Nel frattempo, il giornalista Guérande, catturato nuovamente dai Vampiri, riesce rocambolescamente a fuggire e scopre che la mano criminale dei Vampiri minaccia il gran ballo dell’alta società parigina…
Gli occhi che ipnotizzano – Foresta di Fontainebleau: uno sconosciuto nasconde una cassetta, sulle sue tracce si mettono il Gran Vampiro, Irma Vep, travestita da ragazzo, e il loro rivale Moreno, abile ipnotizzatore. A intralciare la faida criminale sopraggiungono i fortunati segugi Guérande e Mazamette…

giovedì 12 e venerdì 13 novembre (replica), ore 21.00
EPISODIO 7 – SATANA (56’)
EPISODIO 8 – IL PADRONE DELLA FOLGORE (65’)
musiche originali composte da Ratchev & Carratello
eseguite dal vivo da Stefano Ratchev, Mattia Carratello e Pietro Pompei
locandina di Akab
Satana – I Vampiri hanno un nuovo capo, Satana, genio degli esplosivi, al quale i neo-amanti Moreno e Irma Vep sono costretti a sottostare organizzando un colpo ai danni di un milionario, con il debole per il gentil sesso. Mazamette, divenuto un ricco gaudente grazie a una ricompensa, ostacola i loro piani con l’amico Guérande…
Il padrone della folgore – Irma Vep viene arrestata e condannata alla colonia penale d’Algeria, ma la nave sulla quale viaggia viene bombardata. Mazamette investiga con l’aiuto del turbolento figlioletto, mentre la vita del giornalista Guérande è in grave pericolo per colpa di Satana…

sabato 14 e domenica 15 novembre (replica), ore 21.00
EPISODIO 9 – L’UOMO DEI VELENI (60’)
EPISODIO 10 – NOZZE DI SANGUE (69’)
musiche originali composte ed eseguite dal vivo da Pasquale Catalano
locandina di Marco Galli
L’uomo dei veleni – Il nuovo capo della banda, il chimico Vénénos, e Irma Vep progettano di avvelenare i partecipanti alla festa di fidanzamento del nostro giornalista. Nessun luogo è più al riparo dalla furia omicida dei Vampiri e lo scontro dilaga per le strade: inseguimenti in auto, corse sui treni, pallottole volanti…
Nozze di sangue – Sono passati mesi e il giornalista è felicemente sposato, ma la sua condanna a morte procede senza esclusione di colpi da parte dei Vampiri, tra cartomanti e arti magiche, fino alla resa dei conti finale, durante i selvaggi festeggiamenti per le nozze tra Irma Vep e Vénénos…

I MUSICISTI

Gian Luigi Carlone (Banda Osiris)
Nato a Vercelli nel 1961, cofondatore, compositore, musicista e performer del gruppo teatral-musicale Banda Osiris. A teatro ha collaborato con registi come Maurizio Nichetti, Gabriele Salvatores, Gabriele Vacis. Sempre con la Banda Osiris, ha composto le colonne sonore per molti dei film di Matteo Garrone (tra i quali Ospiti, Estate Romana, L’imbalsamatore e Primo amore), oltre che per Francesca Comencini, Silvio Soldini, Kim Rossi Stuart e Giulio Manfredonia.

Giorgio Giampà
Nato a Roma nel 1982, ha lavorato a film, documentari e cortometraggi prodotti in Italia, Svezia, Canada, Germania, Russia, Austria, Egitto ed Emirati Arabi. Nominato ai Globi d’Oro 2014 per la colonna sonora del film Il Sud è niente di Fabio Mollo (Toronto 2013, Berlino 2014) è stato selezionato al Berlinale Talent Campus 2011, al Reykjavik Transatlantic Talent Lab 2010 e al Moscow Generation Campus 2013.

Valerio C. Faggioni
Nato a Roma nel 1972, si forma a Londra, passando dalla musica per film, alla discografia, all’esperienza nei Dolby Labs nel mondo dei videogiochi. Con la formazione avant-garde dei Gamers in Exile suona a Tokyo, New York e alla Biennale di Venezia. Autore della colonna sonora del documentario Biutiful Cauntri, (2008) da allora in poi ha concentrato la sua attività nella scrittura di musiche per film, collaborando con Giuseppe Piccioni, Francesco Prisco, Felice Farina, Danilo Caputo ed Esmerlda Calabria.

Ratchev & Carratello
Stefano Ratchev, violoncellista nato a Roma nel 1984 e Mattia Carratello chitarrista, nato a Roma nel 1967, sono un eclettico duo che ha scritto per cinema, tv e pubblicità contaminando generi e stili. Un sodalizio attivo dal 2008, anno del loro esordio per il fortunato film di Gianni Di Gregorio, Pranzo di ferragosto. Da allora hanno composto colonne sonore per Francesca Comencini, Roan Johnson, Claudio Noce, Elisa Amoruso e Giuseppe Piccioni.

Pasquale Catalano
Nato a Napoli nel 1966, ha studiato violino, chitarra, pianoforte, compone dal ’90 per teatro e principalmente cinema e televisione, per importanti registi quali Paolo Sorrentino (Le conseguenze dell’amore, L’uomo in più), Ferzan Ozpetek (Allacciate le cinture, Magnifica presenza, Mine vaganti), Richard J. Lewis (La versione di Barney), Stefano Sollima (Romanzo Criminale – La serie), Antonio Capuano (La guerra di Mario), Pappi Corsicato (I buchi neri, Libera), Giuseppe Capotondi (La doppia ora) e molti altri.

I DISEGNATORI

Ausonia è nato nel 1973 a Firenze. È autore di diversi libri a fumetti, tra cui Pinocchio – Storia di un bambino (2006, Vittorio Pavesio Productions – riedizione 2014, RW edizioni); P-HPC Post-Human Processing Center (2007, Imatra Bloom); The Art Of Ausonia (2007, Vittorio Pavesio Productions); Interni – o la miserevole vita di uno scrittore di successo (trilogia, 2008-2010, Double Shot), vincitore del Premio Micheluzzi per la sceneggiatura; Le 5 Fasi (2011, Edizioni BD) con il Collettivo Dummy; ABC (2012, Coconino Press – Fandango). Nel 2010 Lucca Comics & Games gli dedica una personale a Palazzo Ducale: il catalogo della mostra è stato pubblicato col titolo Interni Immaginari (Double Shot).

Andrea Ferraris è nato a Genova nel 1966. Dopo aver frequentato la scuola del grande illustratore Emanuele Luzzati, ha cominciato a lavorare per il teatro come scenografo. Poi, la passione per il fumetto lo ha portato a Bologna, dove – racconta – “ho avuto la fortuna di incontrare maestri come Vittorio Giardino, Andrea Pazienza e Marcello Jori”. Oggi vive e lavora a Parigi. Il suo ultimo libro, pubblicato da Coconino Press nel 2015, è Churubusco.

Tiziano Angri è nato nel 1981 a Napoli. Ha pubblicato Le 5 fasi (con il collettivo Dummy) per le edizioni BD e Le Fiabe Frattaglie vol.1 per Grrrzetic editore. Negli ultimi anni ha collaborato con varie riviste e antologie, tra le quali Puck!, Delebile, Lucha Libre e Il Male. Nel 2013 ha vinto un premio Micheluzzi al Napoli Comicon. Vive e lavora tra le colline veronesi. Per Coconino Press è appena uscito il suo ultimo graphic novel, L’unica voce.

AkaB è fumettista, illustratore, pittore e regista, che mal sopporta le definizioni. Ha due gatti e lavora molto di notte. Negli anni ‘90 fonda lo Shok Studio, con cui ha prodotto e poi venduto fumetti alle major americane. Ha all’attivo numerose collaborazioni, tra cui Il Male, Mucchio, Il Manifesto, Rolling Stone, Indipendent. Ha pubblicato libri per diverse case editrici: ReVolver per Poseidon Press, Redux e PoP! per Grrrzetic, Le 5 Fasi per BD, Voci Dentro per Latitudine 42, Come Un Piccolo Olocausto, Un Uomo Mascherato e Monarch per Logos,Storia di una Madre e Human Kit per ABE e l’ultimo, Defragment, per Blu Gallery. Il suo primo lungometraggio, Mattatoio, viene selezionato per la Sessantesima Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia. Seguiranno Il corpo di Cristo e Vita e opere di un Santo a concludere la trilogia invisibile.

Marco Galli è nato a Montichiari (BS) il primo aprile 1971. Ha frequentato la scuola d’arte di Mantova e per qualche anno si è dedicato alla pittura su tela. Ha vissuto a Londra e a Los Angeles, prima di tornare in Italia. Ha pubblicato Freak per la S.I.E. Edizioni, Il Santopremier e Nero petrolio per la 001 Edizioni. Per Coconino Press ha pubblicato Oceania Boulevard (2013), tradotto in Francia e in Spagna, e il suo ultimo graphic novel, Nella camera del cuore si nasconde un elefante (2015). Attualmente si occupa della direzione artistica de La gatta cenerentola, il nuovo film di animazione dello studio napoletano M.A.D-Enterteinment, già autori del pluripremiato cartoon L’arte della felicità.

Info
Informazioni sulla rassegna sul sito del Palazzo delle Esposizioni.
  • les-vampires-001.jpg
  • les-vampires-002.jpg
  • les-vampires-003.jpg
  • les-vampires-004.jpg
  • les-vampires-005.jpg

Articoli correlati

  • Pordenone 2015

    sherlock-holmes-recensioneSherlock Holmes

    di Tratta da un testo teatrale di William Gillette, che fu anche l'autore della pièce del Too Much Johnson ripresa da Welles, questa versione del 1916 di Sherlock Holmes appare un po' imbalsamata, ma presenta anche dei curiosi tratti in comune con i recenti adattamenti firmati da Guy Ritchie. Tra le riscoperte della 34esima edizione delle Giornate del Cinema Muto.
  • Festival

    Giornate-del-Cinema-Muto-2015Giornate del Cinema Muto 2015

    A Pordenone dal 3 al 10 ottobre le Giornate del Cinema Muto 2015. Programmazione ricchissima per questa 34esima edizione: Il fantasma dell'opera con Lon Chaney, la versione del 1925 de I miserabili, l'omaggio a Victor Fleming, ospiti d'eccezione come John Landis...
  • Festival

    giornate-del-cinema-muto-2015Giornate del Cinema Muto 2015: da Lon Chaney a John Landis

    Si terrà a Pordenone dal 3 al 10 ottobre la 34esima edizione delle Giornate del Cinema Muto, di cui anche quest'anno Quinlan è media partner. Programmazione ricchissima, tra cui Il fantasma dell'opera con Lon Chaney e la versione del 1925 di I miserabili, ma anche ospiti d'eccezione come John Landis.

COMMENTI FACEBOOK

Commenti

Lascia un commento