Torino 2015

Torino 2015

Il Torino Film Festival 2015, dal 20 al 28 novembre. La trentatreesima edizione del festival sabaudo, tra opere prime, sci-fi, documentari, film di ricerca, passato e futuro. Tutte le nostre recensioni.

Augusto Tretti che guarda Mario Bava e il suo Terrore nello spazio; Powell e Pressburger che spiegano una “questione di vita e di morte” ad Apichatpong Weerasethakul, che a sua volta la riporta a Ben Rivers, mentre Sion Sono parla con Bruce McDonald. E poi The Day of the Triffids di Steve Sekely che dà del tu ad Andrej Tarkovskij, così come Jean-Luc Godard, Val Guest e Byron Haskin scoprono di parlare la stessa lingua. O anche la più diversa, chissà… Se il cuore di ogni cinefilo palpita nello sfogliare il programma del Festival di Torino 2015, evento che di fatto va a chiudere l’anno per quel che concerne i grandi festival generalisti, non è per mero vezzo intellettuale. Tutt’altro. Il lavoro composito che di anno in anno permette di cogliere a ridosso della Mole una scintilla creativa, l’impulso a una ricerca cinematografica seria e continuata, è qualcosa che nulla ha a che fare con le arroccate posizioni di una cinefilia che sempre più spesso corre il rischio di rinchiudersi in una bolla di sapone magari coloratissima, ma distante dal mondo esterno.
Torino, con sempre maggiore convinzione, sta assumendo i contorni di quello che ha senso definire “festival metropolitano”. Se Venezia rinnova con tragica precisione il proprio ruolo di non-luogo in cui il cinema va ad abitare alla deriva dalla terraferma, e Roma continua a modificare con troppa facilità le proprie forme alla ricerca di quella definitiva – o per lo meno più convincente –, Torino è la dimostrazione che il cinema può ancora vantare diritti nello sbandato panorama culturale italiano. Un cinema che sa dialogare con il grande pubblico, senza per questo venire meno alle proprie responsabilità culturali. [continua a leggere]

Info
Il sito ufficiale di Torino 2015.

Articoli correlati

  • Torino 2015

    nicolas-winding-refnIntervista a Nicolas Winding Refn

    Raffinato cinefilo, alacre ricreatore di immaginari, Nicolas Winding Refn è tra i registi contemporanei più influenti e amati. Lo abbiamo intervistato al Torino Film Festival, dove ha presentato la versione restaurata di Terrore nello Spazio di Mario Bava.
  • Torino 2015

    hong-kong-trilogy-2015-christopher-doyleHong Kong Trilogy: Preschooled Preoccupied Preposterous

    di Il leggendario direttore della fotografia australiano Christopher Doyle dedica un malinconico e affettuoso omaggio alla sua patria d'adozione con Hong Kong Trilogy: Preschooled Preoccupied Preposterous. Al TFF 2015.
  • TFF 2015

    Cose-che-verrannoCose che verranno. Utopie e distopie sul grande schermo

    Le strade di New York sono cimiteri di macchine, un vuoto spettrale avvolge la Grande Mela. Londra è in fiamme. A Roma, all'Eur, si aggira l'ultimo sopravvissuto, bramato e assediato dai vampiri. Nell'802.701 gli apatici Eloi si fanno sgranocchiare dai mostruosi Morlock...
  • Torino 2015

    emanuela-martini-tff-2015Intervista a Emanuela Martini

    Gli equilibri di programmazione, il successo di pubblico, la retrospettiva sulla fantascienza, l'omaggio a Welles. Tutti i dettagli sul 33/esimo Torino Film Festival, nell'intervista al direttore Emanuela Martini.
  • Torino 2015

    dustur-2015-marco-santarelliDustur

    di Documentario che esplora il confronto con l'alterità, divulgativo ma non di mera testimonianza, Dustur resta dapprima penalizzato da una struttura a tratti disunita; ma acquisisce in seguito pregnanza emotiva e tematica. In concorso a Italiana.doc alla 33esima edizione del Torino Film Festival.
  • Torino 2015

    keeper-guillaume-senez-2015-cov932Keeper

    di Vincitore del Torino Film Festival 2015, Keeper di Guillaume Senez è un teen-drama interessante, che sceglie però con troppa continuità la via più facile e, a tratti, ricattatoria.
  • Torino 2015

    the-waiting-room-recensioneThe Waiting Room

    di Giocato sul filo del ricordo doloroso e dell'amara immaginazione, The Waiting Room è un riuscito dramma su un attore che, lasciata Sarajevo vent'anni prima per sfuggire alla guerra, vive da sradicato in Canada. Presentato in concorso alla 33esima edizione del TFF.
  • Torino 2015

    la-gente-resta-recensioneLa gente Resta

    di Ambientato a Taranto nel quartiere Tamburi che si trova a ridosso dell'Ilva, La gente Resta di Maria Tilli appare indeciso nei toni tra il film di denuncia e il documentario d'osservazione. Premio speciale della giuria nella sezione Italiana.doc al TFF 2015.
  • Torino 2015

    the-ecstasy-of-Wilko-Johnson-2015-julien-templeThe Ecstasy of Wilko Johnson

    di Variopinto e ipertrofico documentario dedicato alla malattia del chitarrista dei Dr. Feelgood, The Ecstasy of Wilko Johnson di Julien Temple trascura un po' troppo l'aspetto musicale, per concentrarsi sul suo eccentrico e irrefrenabile protagonista.
  • Torino 2015

    RECOLLECTION_recensioneRecollection

    di Opera di scardinamento della propaganda israeliana, Recollection del palestinese Kamal Aljafari costituisce un ardito - quanto geniale - processo di riappropriazione dell'immaginario della città di Jaffa. In Internazionale.doc al TFF.
  • Torino 2015

    Sunset-SongSunset Song

    di Nuova opera di Terence Davies, presentata in Festa mobile al Torino Film Festival che ha omaggiato il regista inglese, Sunset Song non appare all'altezza della sua cinematografia importante e delude rispetto alla premessa di film testamento.
  • Torino 2015

    antoniaAntonia

    di Passato un po' sotto silenzio nel corso di questa 33esima edizione del Torino Film Festival, Antonia di Ferdinando Cito Filomarino è invece un esordio italiano meritevole d'attenzione: rigoroso dramma storico, tutt'altro che imbalsamato e pieno di ottime intuizioni registiche.
  • Torino 2015

    coma-recensioneComa

    di Radicale, rigoroso, volutamente respingente nelle sue scelte estetiche e di racconto, Coma racconta la reclusione di tre donne in un appartamento di Damasco, mentre fuori infuria la guerra. In concorso al TFF 2015.
  • Torino 2015

    FLOTEL-EUROPA_recensioneFlotel Europa

    di Il cinema come gesto di riappropriazione della memoria: Flotel Europa di Vladimir Tomic rievoca un episodio collaterale della guerra nella ex-Jugoslavia - una nave di profughi attraccata a Copenaghen - per farne il simbolo dell'affondamento dell'idea di comunità e solidarietà. In Internazionale.doc/Mediterraneo al Torino film Festival.
  • Torino 2015

    john-from-2015-joao-nicolau-cov932John From

    di Opera seconda di João Nicolau, montatore anche di Miguel Gomes e Alessandro Comodin, che ricambia firmando il montaggio di John From, una commedia strampalata, surreale e fresca che gira attorno alla figura di Rita, adolescente alla scoperta del mondo.
  • Torino 2015

    IRRAWADDY-MON-AMOURIrrawaddy mon amour

    di , , La libertà di amarsi alla luce del sole anche in un lontano villaggio birmano. Irrawaddy mon amour di Zambelli, Grignani e Testagrossa è un bel documentario a tematica LGBT, discreto nell'approccio narrativo ma al fondo partecipe. In TFFdoc/Italiana.doc.
  • Torino 2015

    te-prometo-anarquia-2015-Julio-Hernández-CordónTe prometo anarquia

    di Traspira sudore, umori adolescenziali e decadenza Te prometo anarquia, un film-requiem per un'adolescenza perduta nel nome del denaro. In Festa Mobile al TFF.
  • Torino 2015

    THE-FORBIDDEN-ROOM_recensioneThe Forbidden Room

    di , Nuovo lavoro dell'eclettico Guy Maddin, che attinge a un immaginario di cinema retrò, dal muto al technicolor. I pregi e i limiti della sua estetica sono sempre quelli: un immaginario visionario da un lato e un eccesso di immagini che vira alla piattezza dall'altro. In After Hours al TFF 2015.
  • Torino 2015

    A-Simple-GoodbyeA Simple Goodbye

    di In concorso al Torino Film Festival 2015, A Simple Goodbye è l'opera seconda della regista cinese Degena Yun. Famiglia, tradizione e modernità, vita urbana e vita rurale e un omaggio al padre Saifu, regista a sua volta. Un compitino ben svolto ma nulla di più.
  • Torino 2015

    lamerica-stefano-galli-2015-cov932Lamerica

    di Stefano Galli attraversa gli Stati Uniti dando voce ai suoi abitanti. Un viaggio affascinante che restituisce in gran parte l'umore e l'indole di un popolo. A Torino in TFFdoc/Italiana.doc.
  • Torino 2015

    coup-de-chaud-recensioneCoup de chaud

    di Selezionato in concorso al Torino Film Festival 2015, Coup de chaud resta imbrigliato in una struttura rigida e geometrica, tratteggiando un'operetta morale drammatica, forzata, troppo sbrigativa nel finale e nel delineare le piccolezze e le meschinità della vita di provincia.
  • In sala

    brooklyn-2015-john-crowley-cov932Brooklyn

    di Brooklyn è un prodotto dalla confezione lucente, quanto risaputo nello svolgimento, tutto teso a evidenziare le ambizioni (anche in chiave-Academy) della protagonista Saoirse Ronan. Ma la sostanza del melò va ricercata altrove.
  • Torino 2015

    colpa-di-comunismo-2015-elisabetta-sgarbiColpa di Comunismo

    di Elisabetta Sgarbi pedina tre badanti rumene in cerca di lavoro, ma non riesce ad evitare uno sguardo paternalistico. In concorso al Torino Film Festival.
  • Torino 2015

    High-Rise-2015-ben-wheatleyHigh-Rise

    di Vera e propria orgia visionaria di sesso, violenza, sarcasmo e teorie anti capitaliste, High Rise manca però di struttura, configurandosi come un lungo climax accompagnato dalle musiche di Clint Mansell. In Festa Mobile al TFF 2015.
  • Animazione

    Phantom-BoyPhantom Boy

    di , Dopo Un gatto a Parigi, Felicioli e Gagnol si confermano con Phantom Boy, leggiadro noir dalle venature fantastiche che mette in scena senza inutili birignao una grave malattia. Presentato al Torino Film Festival 2015 e al Future Film Festival di Bologna 2016.
  • Torino 2015

    l'accademia-delle-muse-recensioneL’Accademia delle Muse

    di Grande ritorno di José Luis Guerin: in L'Accademia delle Muse il cineasta spagnolo mette in scena i frammenti di un discorso amoroso tra un docente, sua moglie e le sue studentesse, per una sottilissima e filosofica ronde sentimentale. Al TFF nella sezione Internazionale.doc/Mediterranea.
  • Torino 2015

    gold-coastGold Coast

    di Riscoperta del romanticismo di inizio Ottocento tramite la vicenda di Wulff Joseph Wulff, botanico danese. Ma Gold Coast di Daniel Dencik manca purtroppo di vera emozione. In Festa Mobile.
  • Torino 2015

    nacimiento-2015-martin-meija-rugeles-cov932Nacimiento

    di Stato di natura come equilibrio perduto, la nascita come momento di rigenerazione universale. Il film di Martín Mejía Rugeles parte da un quieto contingente per elevarsi a riflessioni e nostalgie universali. Nella sezione Onde.
  • Torino 2015

    a-sud-di-pavese-recensioneA sud di Pavese

    di Presentato in Italiana.doc al TFF, A sud di Pavese cerca di auscultare la persistenza del mondo descritto dallo scrittore piemontese, ma l'ambizione del progetto annega ben presto di fronte alle tante incertezze stilistiche e a una struttura episodica poco coerente.
  • Torino 2015

    vincenzo-da-crosia-2015-fabio-mollo-cov932Vincenzo da Crosia

    di Dopo l'interessante Il sud è niente, Fabio Mollo inciampa nel racconto dell'originale percorso di un mistico contemporaneo; non riuscendo ad andare oltre il ritrattino sommario, che flirta con l'agiografia.
  • Torino 2015

    the-idealist-2015-Christina-RosendahlThe Idealist

    di Un film inchiesta rigoroso e serrato su un fattaccio di politica internazionale poco noto: The Idealist della regista danese Christina Rosendahl. In concorso al TFF 2015.
  • Torino 2015

    MORITURI-2015-Daniele-SegreMorituri

    di Giocando sui confini tra vita e morte, il nuovo film di Daniele Segre abbina un'impostazione di stampo teatrale a una certa radicalità stilistica. Esile e ambizioso, a tratti divertente ma sostanzialmente incompiuto. Al TFF 2015 per Festa Mobile/Palcoscenico.
  • Torino 2015

    Maxime, Élie & Le Français - Martin Dubreuil, Evelyne Brochu et Augustin LegrandLes loups

    di Les Loups è un (melo)dramma che lavora lentamente, ma con costanza, nella costruzione di un climax emotivo, sempre accompagnato da uno sguardo lucido ed equilibrato della regista Sophie Deraspe sugli argomenti che tratta.
  • Torino 2015

    tragica-alba-a-dongo-1950-vittorio-crucilla-cov932Tragica alba a Dongo

    di Il film di Vittorio Crucillà che venne censurato dal potere democristiano per volere di Andreotti e che narra le ultime ore di vita di Benito Mussolini è stato riscoperto al Torino Film Festival, in una copia restaurata che ne svela definitivamente il valore artistico, oltre che storico.
  • In sala

    il-sapore-del-successo-burnt-2015-john-wells-cov932Il sapore del successo

    di La sfida del cuoco con se stesso (e con gli altri) nel nuovo film di John Wells. Una commedia che arranca stancamente tra un fornello e l'altro.
  • Torino 2015

    il-successore-2015-mattia-epifani-cov932Il successore

    di La storia di Vito Alfieri Fontana, ex-industriale delle mine anti-uomo in Puglia e poi, dopo una profonda crisi morale, sminatore in Bosnia-Herzegovina. Il documentario di Mattia Epifani rischia l'edificante, ma possiede un apprezzabile sguardo sobrio e meditato. Nella sezione TFFdoc/Italiana.doc.
  • Torino 2015

    balikbayan-1-memories-of-overdevelopment-redux-iii-2015-cov932Balikbayan #1 – Memories of Overdevelopment Redux III

    di Il monumentale film del filippino Kidlat Tahimik, portato a termine in trentacinque anni, è un viaggio nei viaggi di Ferdinando da Magellano, che diventa scoperta del cinema, delle Filippine, e racconto di un impero che non c'è più. A Torino 2015 in Onde.
  • Torino 2015

    february-2015-osgood-perkinsFebruary

    di Esordio alla regia per Osgood Perkins, illustre figlio di Anthony, per un horror inconsueto e molto ambizioso. February raccoglie meno di quanto semina, ma fa ben sperare per il futuro artistico dell'autore debuttante. Al TFF 2015 per la sezione After Hours.
  • Torino 2015

    Blade-RunnerBlade Runner

    di Blade Runner è fantascienza che forse vivremo tra quarant'anni, è un noir che non esiste più, è una love story impossibile, è la straziante rappresentazione dell'essenza della vita. Al TTF2015 per la retrospettiva "Cose che verranno".
  • Torino 2015

    the-nightmareThe Nightmare

    di Rodney Ascher fonde il linguaggio del documentario con quello dell'horror, confezionando un prodotto suggestivo, efficace a dispetto del suo affidarsi (in misura forse eccessiva) alla fascinazione del soggetto. Al TFF2015.
  • Torino 2015

    i-racconti-dellorso-2015-samuele-sestieri-olmo-amato-cov932I racconti dell’orso

    di , L'opera prima di due giovani registi italiani, Samuele Sestieri e Olmo Amato, che tentano la via del surreale e del misterico. In concorso a Torino 2015.
  • Torino 2015

    li-wen-recensioneLi Wen at East Lake

    di Mao e le origini della civiltà cinese, la Rivoluzione culturale e lo sfruttamento urbanistico odierno, detection story e film-inchiesta: tutto questo trova in Li wen at East Lake, presentato in Internazionale.doc al Torino Film Festival, una chiosa arguta, brillante e a tratti enigmatica, intorno a quell'enigma che è il potere.
  • Torino 2015

    god-bless-the-child-recensioneGod Bless the Child

    di , Opera esteticamente enigmatica, God Bless the Child interroga il linguaggio-cinema ai confini tra cinema-verità e finzione, spontaneo e preordinato, sfidando le convenzioni narrative con un'estrema messa in gioco del privato. In concorso a Torino 33.
  • In sala

    lo-scambio-2015-salvo-cucciaLo scambio

    di Tra salotti metafisici e interrogatori nei garage, Salvo Cuccia mescola poliziesco e reali fatti di mafia, ma nel suo calderone gli ingredienti gli sfuggono di mano. In concorso al TFF 2015.
  • Torino 2015

    London-road-recensioneLondon Road

    di Contaminando musical, film-inchiesta e realismo britannico, London Road punta a una penetrante riflessione sulla parola e sugli strumenti di narrazione della realtà. Tratto dall'omonimo musical per il teatro. Al TFF 2015 per la sezione Festa Mobile.
  • Torino 2015

    stand-by-for-tape-back-up-2015-ross-sutherland-cov932Stand By for Tape Back-Up

    di Come si fa, partendo da una cassetta vhs su cui è registrata una scena di Ghostbusters, a ritrovare i fili della propria esistenza? Per scoprirlo basta affidarsi a Ross Sutherland. A Torino 2015 nella sezione Onde.
  • Torino 2015

    sopladora-de-hojasSopladora de hojas

    di Commedia adolescenziale dedicata al passaggio della linea d'ombra, Sopladora de hojas è garbato e divertente, ma anche poco spontaneo e appesantito da una non necessaria cornice formativa. In concorso a Torino 33.
  • Torino 2015

    love-and-peace-sion-sono-2015-cov932Love & Peace

    di La rinnovata prolificità di Sion Sono lo porta una volta di più a confrontarsi con i "prodotti di mercato" dell'industria giapponese. Un modus operandi creativo che soffoca l'estro di Sono.
  • Torino 2015

    sexxx-2015-davide-ferrario-cov932Sexxx

    di Presentato alla sezione Festa mobile – Palcoscenico del Torino Film Festival, Sexxx è l’ultimo lavoro di Davide Ferrario, che ripropone lo spettacolo di danza dallo stesso titolo del coreografo Matteo Levaggi. Ferrario torna a interessarsi, a distanza di sedici anni da Guardami, della rappresentazione artistica della sessualità e della distanza che può intercorrere tra l’oggetto e la sua raffigurazione.
  • Torino 2015

    la-felicita-e-un-sistema-complessoLa felicità è un sistema complesso

    di Commedia sul capitalismo etico, storia d'amore interculturale, messa alla berlina della gerontocrazia imperante. La felicità è un sistema complesso ha numerosi obiettivi, ma non ne centra in pieno nessuno. In Festa Mobile al TFF 2015.
  • Torino 2015

    Luomo-che-visse-nel-futuroL’uomo che visse nel futuro

    di Resistono allo scorrere del tempo i colori accesi e i fondali dipinti de L'uomo che visse nel futuro, uno dei titoli che il Torino Film Festival ha scelto per la retrospettiva sul cinema di fantascienza “Cose che verranno”. Tra avventura e buoni sentimenti, incombono l'olocausto nucleare e mai sopiti scontri di classe.
  • Torino 2015

    shinjuku-swann-recensioneShinjuku Swan

    di Dei film che Sion Sono ha regalato al suo pubblico in questo 2015, Shinjuku Swan è per ora il meno interessante: un gangster movie ben scritto e diretto, in cui però l'estro e le tematiche del regista restano oltremodo sacrificati.
  • Torino 2015

    la-patota-paulina-recensioneLa patota (Paulina)

    di Opera seconda di Santiago Mitre, già vincitrice alla Semaine de la Critique di Cannes 2015, La patota (Paulina) conferma l'ottimo stato di salute del cinema argentino. Disturbante puzzle/thriller dell'anima su natura e cultura, violenza e colpa, animato da un'esplicita riflessione politica. In concorso a Torino 33.
  • Torino 2015

    Quel fantastico peggior anno della mia vita | Quinlan.itQuel fantastico peggior anno della mia vita

    di Animato da un sincero spirito di rinnovamento dei cliché della commedia indie, Alfonso Gomez-Rejon realizza un film inventivo, tenero e brillante. Ma anche estremamente parassitario e non poco scaltro. Al TFF 2015.
  • Torino 2015

    mia-madre-fa-lattrice-2015-mario-balsamo-cov932Mia madre fa l’attrice

    di Mario Balsamo continua ad usare il cinema come spunto per parlare di sé e della forza dei legami (qui quelli familiari) in un'interessante opera che contamina documentario, fiction e metacinema.
  • In sala

    the-dressmaker-2015-Jocelyn-MoorhouseThe Dressmaker – Il diavolo è tornato

    di Melodramma, revenge movie, acido grottesco, ambientazioni vagamente western, accensioni sanguinose. The Dressmaker di Jocelyn Moorhouse sposa l'estetica dell'eccesso. Per metà divertente, nell'insieme è prolisso e confuso. A Torino 2015 e in sala.
  • Torino 2015

    lultimo-uomo-della-terra-1964-ubaldo-ragona-vincent-price-cov932L’ultimo uomo della Terra

    di , Per anni abbandonato nel dimenticatoio e quindi risorto a nuova vita nel recupero collettivo del cinema italiano di serie-B, L'ultimo uomo della Terra è un gioiello che mescola fantascienza e horror, tratto dal romanzo di Richard Matheson Io sono leggenda.
  • Torino 2015

    il-potere-augusto-tretti-1972-cov932Il potere

    di Il capolavoro di Augusto Tretti, una messa alla berlina del potere che non lascia scampo, e che viene condotta da uno spirito cinematografico privo di qualsiasi confine.
  • In Sala

    suffragette-2015-sarah-gavronSuffragette

    di Dramma storico con velleità di presa diretta sul passato, Suffragette ci parla soprattutto di un'umanità sconfitta e abbrutita e tralascia di glorificare le sue protagoniste e la loro lotta. Film d'apertura del TFF 2015.
  • Torino 2015

    la-legge-della-tromba-1962-augusto-tretti-cov932La legge della tromba

    di Il folgorante esordio alla regia di Augusto Tretti è un esempio di autorialità completamente fuori dagli sche(r)mi. Riscoperto da Locarno nel 2014 e da Torino nel 2015.
  • Torino 2015

    la-france-est-notre-patrie-2015-rithy-panh-cov932La France est notre patrie

    di Il colonialismo e i suoi effetti raccontato attraverso un montaggio libero di filmati amatoriali girati nell'epoca in cui parti dell'Africa e dell'Indocina erano ancora in mano francese. Un potente saggio cinematografico e politico firmato da Rithy Panh. A Torino 2015 in TFFdoc.
  • Torino 2015

    tag-2015-sion-sono-cov932Tag

    di Il percorso autoriale di Sion Sono, anno dopo anno, sembra somigliare sempre più a quello di Takashi Miike. E Tag è un film perfettamente “miikiano”, folle, convulso, a tratti confusionario per eccessiva affabulazione. Ma diverso da tutto.
  • Festival

    torino-2015-minuto-per-minuto-cov932Torino 2015 – Minuto per minuto

    Eccoci nuovamente all'ombra della Mole per il Torino Film Festival 2015, all'inseguimento di opere prime (seconde e terze), documentari italiani e internazionali, retrospettive, omaggi, (ri)scoperte...
  • Torino 2015

    torino-2015-presentazione-cov932Torino 2015 – Presentazione

    Con uno sguardo al passato che è sguardo al futuro (e viceversa) il Torino Film Festival si conferma, sulla carta, l'evento metropolitano più ricco dell'attuale panorama festivaliero italiano.
  • Lisbona 2015

    Il-SolengoIl solengo

    di , Vincitore a Doclisboa e a Italiana.doc al TFF il lavoro di Alessio Rigo de Righi e Matteo Zoppis è una ricerca sulla vita di campagna, tra gli anziani di un paese che evocano una figura leggendaria. I registi giocano con lo stile del mockumentary creando un finto finto documentario. Forse...
  • Locarno 2015

    tikkun-2015-avishai-sivan-cov932Tikkun

    di Presentato a Locarno in concorso, è un film israeliano ambientato nel mondo dei religiosi ultraortodossi. Con uno stile di ricerca, in bianco e nero sporco, il regista Avishai Sivan esplora questo ambiente, con le sue contraddizioni, seguendo la storia di un ragazzo esemplare e la sua deriva.
  • Cult

    terrore-nello-spazio-planet-of-the-vampires-1965-mario-bava-cov932Terrore nello spazio

    di Per omaggiare Callisto Cosulich, scomparso in questi giorni, recuperiamo il cult fantascientifico di Mario Bava da cui trasse ispirazione anche Ridley Scott per Alien.
  • Cannes 2015

    the-treasure-comoara-corneliu-porumboiu-2015-cov932The Treasure

    di Corneliu Porumboiu è uno dei nomi imprescindibili del cinema rumeno ed europeo contemporanei. Lo testimonia anche The Treasure, presentato in Un certain regard al Festival di Cannes 2015.
  • Cannes 2015

    the-assassin-2015-hou-hsiao-hsien-cov932The Assassin

    di L'atteso ritorno di Hou Hsiao-hsien dietro la macchina da presa, con un wuxia rarefatto e visivamente sontuoso. Tra i film dell'anno, in concorso a Cannes 2015.
  • In sala

    as-mil-e-uma-noites-miguel-gomes-arabian-nights-cov932Le mille e una notte

    di Miguel Gomes, tra i nomi più rilevanti del cinema europeo contemporaneo, trasforma la messa in scena della crisi economica portoghese in una sarabanda di intuizioni, narrazioni (im)possibili e deflagrazioni dell'immaginario.
  • Cannes 2015

    cemetery-of-splendourCemetery of Splendour

    di Il cinema di Apichatpong Weerasethakul si muove al di fuori del tempo e dello spazio. È immateriale, eppure straripante per potenza politica e umanesimo. Anche la sua ultima opera, che apre squarci sul presente aprendo/chiudendo gli occhi sul passato, più o meno recente. A Cannes 2015 in Un certain regard.
  • Berlino 2015

    Under Electric Clouds (2015) Recensione | Quinlan.itUnder Electric Clouds

    di Presentato alla Berlinale l’ultimo film di Aleksey German jr., opera di estrema complessità visiva, contemplativa e meditativa che si pone, in un futuro immediatamente prossimo, a raccogliere le ceneri di un’utopia storica e di quello che avrebbe dovuto risolverla.
  • Berlino 2015

    rabo-de-peixe-recensioneRabo de Peixe

    di , Joaquim Pinto e Nuno Leonel rileggono, rimontano e commentano il materiale che girarono quindici anni fa a Rabo de Peixe, località di pescatori nelle Azzorre: riflessione e ricordo di un tempo e di una vita perduti. In Forum alla 65esima edizione della Berlinale.
  • Cannes 2014

    il-colore-del-melograno-sayat-nova-sergej-parajanov-cov932Il colore del melograno

    di Tra i Cannes Classics del 2014 è stato possibile rivedere anche Il colore del melograno, capolavoro di Sergej Parajanov, presentato nel director's cut restaurato.
  • Animazione

    Akira (Giappone, 1988) di Katsuhiro Ōtomo - Recensione - Quinlan.itAkira

    di Neo-Tokyo, 2019. Nella città devastata regna il caos: bande di motociclisti, gruppi di terroristi e ribelli, sette religiose in attesa della seconda venuta del leggendario Akira…
  • DVD

    agente-lemmy-caution-missione-alphaville-1965-jean-luc-godard-cov932Agente Lemmy Caution: missione Alphaville

    di Personale e orwelliana rilettura della fantascienza orchestrata da Godard a partire dalle suggestioni poetiche de La capitale de la douleur di Paul Eluard, Alphaville è un'opera che non assomiglia a nulla, forse neanche nella filmografia del regista svizzero.
  • DVD

    Scala al Paradiso di Powell e Pressburger - DVD | Quinlan.itScala al Paradiso

    di , Peter Carter, pilota inglese, si butta senza paracadute dal suo aereo in fiamme e si sveglia miracolosamente illeso su una spiaggia dove incontra June, ausiliaria americana di cui si innamora...
  • Torino 2016

    torino-2016-presentazioneTorino 2016 – Presentazione

    David Bowie che si muove sul palco è l'immagine scelta per il Torino Film Festival 2016, un omaggio che è anche dichiarazione di intenti. Tra passato punk e futuro che è forse a sua volta passato. Come il cinema.

COMMENTI FACEBOOK

Commenti

Lascia un commento