La ricompensa del gatto

La ricompensa del gatto

di

Arriva nelle sale per due giorni La ricompensa del gatto di Hiroyuki Morita, singolare spin-off de I sospiri del mio cuore ed ennesimo ripescaggio della Lucky Red tra gli inediti dello Studio Ghibli. Un’operina graziosa, spumeggiante, indubbiamente minore. Problematico l’adattamento di Cannarsi.

Toh, un gatto…

Haru, una ragazza di 17 anni stanca e annoiata dalla sua vita studentesca, un giorno salva un gatto che sta per essere investito da un camion per la strada. Durante la notte il Re dei Gatti va a farle visita: il gatto che la ragazza ha salvato è nientemeno che il Principe dei Gatti e suo padre, immensamente grato del gesto, vuole ricompensarla facendole sposare il suo giovane figlio. Ma quando nella notte Haru verrà rapita e portata nel Regno dei Gatti per le nozze, andranno in suo soccorso il gatto Baron, il gattone Muta e il corvo Toto. Riuscirà Haru a tornare nel suo mondo? Riuscirà a diventare più consapevole e sicura di sé grazie all’esperienza nel Mondo dei Gatti? [sinossi]

La ricompensa del gatto di Hiroyuki Morita nelle sale, Pioggia di ricordi di Isao Takahata direttamente in home video. Si potrebbe aprire un’ampia parentesi sulle scelte distributive, sulla risposta del pubblico, sulla penombra che continua ad avvolgere Takahata. Potremmo dedicare una parentesi alquanto straziante agli adattamenti di Cannarsi, a un approccio che sembra nutrirsi pellicola dopo pellicola più di deleteri personalismi che di logica e rispettabile filologia. Però, in fin dei conti, sono tutte questioni italiche che hanno poco a che fare con la pellicola originale, con la poetica dello Studio Ghibli e con le dinamiche dell’industria degli anime. Sarà per la prossima volta.

Se alle due regie di Hiromasa Yonebayashi, Arrietty – Il mondo segreto sotto il pavimento e Quando c’era Marnie, sembra mancare sempre qualcosa e il confronto con i padri-padroni Miyazaki e Takahata è tanto inevitabile quanto insostenibile, ci si accosta diversamente a La ricompensa del gatto (2002), lungometraggio breve e dichiaratamente minore, spin-off scherzoso e fantasy dell’ottimo I sospiri del mio cuore (1995) di Yoshifumi Kondō. Ed è proprio il compianto Kondō, talento ghibliano scomparso prematuramente, a offrirci una delle tante chiavi di lettura: a differenza di Mimi o sumaseba o dei successivi I racconti di Terramare e La collina dei papaveri di Gorō Miyazaki e delle pellicole di Yonebayashi, La ricompensa del gatto non era la prova generale per un avvicendamento tra le alte sfere, non era l’opera prima di un potenziale erede della poetica e dell’arte dello Studio Ghibli. Col suo character design meno morbido e tondeggiante e i fondali privi dei consueti dettagli e del celebrato perfezionismo, La ricompensa del gatto è uno dei tanti esperimenti di Suzuki & Co., come il televisivo Si sente il mare di Tomomi Mochizuki (prossimamente in home video), la recente serie Ronia the Robber’s Daughter o la coproduzione The Red Turtle di Michael Dudok de Wit. Insomma, strade alternative da percorrere, artisticamente ed economicamente fertili.

Ne La ricompensa del gatto ritroviamo in tono minore tutte le componenti grafiche e narrative dell’universo miyazakiano, dalla vasta gamma dei colori alla felice coesistenza tra immaginario orientale e occidentale: un divertissement leggero come l’aria, citazionista, che sembra recuperare lo spirito di alcuni (post)classici Tōei come Il gatto con gli stivali e Il lago dei cigni. La protagonista femminile, il viaggio, la maturazione, il rapporto con la natura e gli animali sono elementi che tornano non in maniera meccanica ma alquanto spensierata: in questo senso, la breve durata si rivela un sagace salvagente. Ma è proprio sulla maestria produttiva di Suzuki e Miyazaki, capaci di pianificare opere monumentali come Mononoke o corti autoriali e fuori mercato come The Night of Taneyamagahara, che poggiano le basi de La ricompensa del gatto.

Info
La ricompensa del gatto sul sito della Lucky Red.
Il trailer italiano de La ricompensa del gatto.
  • La-ricompensa-del-gatto-2002-Studio-Ghibli-Neko-no-ongaeshi-01.jpg
  • La-ricompensa-del-gatto-2002-Studio-Ghibli-Neko-no-ongaeshi-02.jpg
  • La-ricompensa-del-gatto-2002-Studio-Ghibli-Neko-no-ongaeshi-03.jpg
  • La-ricompensa-del-gatto-2002-Studio-Ghibli-Neko-no-ongaeshi-04.jpg
  • La-ricompensa-del-gatto-2002-Studio-Ghibli-Neko-no-ongaeshi-05.jpg
  • La-ricompensa-del-gatto-2002-Studio-Ghibli-Neko-no-ongaeshi-06.jpg
  • La-ricompensa-del-gatto-2002-Studio-Ghibli-Neko-no-ongaeshi-07.jpg
  • La-ricompensa-del-gatto-2002-Studio-Ghibli-Neko-no-ongaeshi-08.jpg
  • La-ricompensa-del-gatto-2002-Studio-Ghibli-Neko-no-ongaeshi-09.jpg
  • La-ricompensa-del-gatto-2002-Studio-Ghibli-Neko-no-ongaeshi-10.jpg
  • La-ricompensa-del-gatto-2002-Studio-Ghibli-Neko-no-ongaeshi-11.jpg
  • La-ricompensa-del-gatto-2002-Studio-Ghibli-Neko-no-ongaeshi-12.jpg
  • La-ricompensa-del-gatto-2002-Studio-Ghibli-Neko-no-ongaeshi-13.jpg
  • La-ricompensa-del-gatto-2002-Studio-Ghibli-Neko-no-ongaeshi-14.jpg
  • La-ricompensa-del-gatto-2002-Studio-Ghibli-Neko-no-ongaeshi-15.jpg
  • La-ricompensa-del-gatto-2002-Studio-Ghibli-Neko-no-ongaeshi-16.jpg
  • La-ricompensa-del-gatto-2002-Studio-Ghibli-Neko-no-ongaeshi-17.jpg
  • La-ricompensa-del-gatto-2002-Studio-Ghibli-Neko-no-ongaeshi-18.jpg
  • La-ricompensa-del-gatto-2002-Studio-Ghibli-Neko-no-ongaeshi-19.jpg
  • La-ricompensa-del-gatto-2002-Studio-Ghibli-Neko-no-ongaeshi-20.jpg
  • La-ricompensa-del-gatto-2002-Studio-Ghibli-Neko-no-ongaeshi-21.jpg
  • La-ricompensa-del-gatto-2002-Studio-Ghibli-Neko-no-ongaeshi-22.jpg
  • La-ricompensa-del-gatto-2002-Studio-Ghibli-Neko-no-ongaeshi-23.jpg
  • La-ricompensa-del-gatto-2002-Studio-Ghibli-Neko-no-ongaeshi-24.jpg

Articoli correlati

  • Animazione

    la-tomba-delle-luccioleLa tomba delle lucciole

    di Arriva nelle sale La tomba delle lucciole di Isao Takahata, capolavoro straziante realizzato nel 1988 dallo Studio Ghibli. In perfetto equilibrio tra realismo e lirismo, con un'onestà quasi spietata, Takahata mette in scena il destino privo di speranza di due fratellini inghiottiti dallo spaventoso scenario della Seconda guerra mondiale.
  • Animazione

    Nausicaa-della-Valle-del-ventoNausicaä della Valle del vento

    di Arriva finalmente nelle sale il secondo lungometraggio scritto e diretto da Miyazaki, opera seminale dello Studio Ghibli. Archetipo degli eco-faniasy, Nausicaä mantiene intatta la potenza grafica, cromatica e immaginifica. Una pellicola, per caratteristiche tecniche e produttive, probabilmente irripetibile.
  • Documentario

    Il Regno dei Sogni e della Follia | Recensione | Quinlan.itIl regno dei sogni e della follia

    di Mami Sunada riesce a muoversi in punta di piedi, a pedinare garbatamente Miyazaki, a fondersi con lo Studio Ghibli. Il regno dei sogni e della follia anticipa la fine e la racconta, e riesce a essere una testimonianza importante per sondare e studiare il microcosmo ghibliano.
  • Animazione

    quando-cera-marnieQuando c’era Marnie

    di Dopo essere passato a Rotterdam, esce in sala l’ultimo lavoro dello Studio Ghibli, che potrebbe tracciare il futuro, eventuale, della leggendaria ‘bottega’ di anime nel post Miyazaki e Takahata.
  • Animazione

    La storia della principessa splendente - Recensione | Quinlan.itLa storia della principessa splendente

    di Con La storia della principessa splendente, dichiarato omaggio all'arte di Frédéric Back, si conclude la straordinaria avventura artistica di Isao Takahata. Un ultimo struggente capolavoro. Nelle sale per (soli) tre giorni.
  • Animazione

    la-citta-incantata-2001-cov932La città incantata

    di Torna al cinema una delle opere più celebri di Hayao Miyazaki, già vincitrice dell'Orso d'Oro alla Berlinale e dell'Oscar per il miglior film di animazione.
  • Animazione

    principessa-mononoke-1997-cov932Principessa Mononoke

    di Uno dei massimi capolavori di Hayao Miyazaki raggiunge le sale italiane grazie alla Lucky Red. Un evento imperdibile per tutti gli amanti del "dio degli anime"!
  • Venezia 2013

    si alza il ventoSi alza il vento

    di Giunto alla fine di un percorso artistico iniziato nel 1963, Miyazaki sceglie di raccontarci direttamente la realtà, se stesso, le origini dei suoi sogni, il Giappone. Nelle sale per quattro giorni dal 13 settembre.
  • DVD

    La collina dei papaveri di Goro Miyazaki - Recensione DVD | Quinlan.itLa collina dei papaveri

    di Durante la disputa per la demolizione o la salvaguardia del Quartier Latin, sede dei club scolastici, Umi e Shunya si innamorano...
  • Blu-ray

    Il castello di Cagliostro di Hayao Miyazaki - Blu-ray | Quinlan.itIl castello di Cagliostro

    di Lupin e il fedele Jigen hanno rintracciato la fonte delle banconote false che stanno mettendo in ginocchio l'economia mondiale: il piccolo paese di Cagliostro, governato dall'omonimo conte...
  • Animazione

    Il castello nel cielo (1986) di Miyazaki - Recensione - Quinlan.itIl castello nel cielo

    di Sheeta, misteriosa ragazzina in possesso di una magica pietra azzurra, è inseguita da una sgangherata banda di pirati dell’aria e da un torvo agente governativo...
  • Animazione

    La collina dei papaveri di Goro Miyazaki - Recensione | Quinlan.itLa collina dei papaveri

    di Durante la disputa per la demolizione o la salvaguardia di una vecchia casa in legno della scuola, il Quartier Latin, scrigno delle memorie di alcune generazioni, Umi e Shun si innamorano...
  • Animazione

    Arrietty - Il mondo segreto sotto il pavimento (2010) | Quinlan.itArrietty – Il mondo segreto sotto il pavimento

    di Una famiglia alta poco più di dieci centimetri vive sotto le assi del pavimento "prendendo in prestito" dalle case oggetti di uso comune...
  • Animazione

    Il mio vicino Totoro (1988) di Hayao Miyazaki - Recensione Quinlan.itIl mio vicino Totoro

    di Esempio difficilmente replicabile di "film per tutti", Il mio vicino Totoro conferma l'abilità narrativa di Miyazaki, da sempre attento al contenuto e alla fruibilità delle sue opere, dalle più complesse alle più immediate.
  • Speciali

    speciale-hayao-miyazaki-totoro-cov932Speciale Hayao Miyazaki

    Un lungo speciale dedicato al "Dio degli anime", dai lavori giovanili alla consacrazione dei grandi festival, dal rapporto tra l'uomo e la natura alla passione per gli aerei e il volo.
  • Animazione

    Il castello di Cagliostro (1979) di Miyazaki - Recensione | Quinlan.itIl castello di Cagliostro

    di Il castello di Cagliostro è un pirotecnico divertissement, un giocattolo spassoso, un meccanismo ludico di certosina precisione.
  • Animazione

    I racconti di Terramare (Giappone 2006) di Goro Miyazaki | Quinlan.itI racconti di Terramare

    di Dopo l’improvvisa apparizione nei cieli di Eartsea di alcuni draghi, carestie e pestilenze cominciano ad affliggere gli esseri umani: il mondo sta perdendo il suo equilibrio...
  • DVD

    Il castello errante di Howl di Hayao Miyazaki - DVD | Quinlan.itIl castello errante di Howl

    di La Lucky Red ha riservato più di un’attenzione all'uscita dell’ultima opera miyazakiana, Il castello errante di Howl. Il risultato, oltre all'edizione a disco singolo, è la Limited Edition...
  • Animazione

    Porco Rosso (1992) di Hayao Miyazaki - Recensione - Quinlan.itPorco Rosso

    di Le mirabolanti avventure aeree di Porco Rosso, abilissimo aviatore trasformato in maiale: i pirotecnici scontri con la banda Mamma Aiuto, la rivalità con Donald Curtis e l’amore per la bella Gina…
  • Animazione

    Kiki consegne a domicilio (1989) di Miyazaki - Recensione - Quinlan.itKiki consegne a domicilio

    di La piccola e graziosa streghetta Kiki, compiuti tredici anni, deve passare un intero anno lontano dalla sua famiglia in una città sconosciuta...
  • Animazione

    Il castello errante di Howl (2004) di Hayao Miyazaki | Quinlan.itIl castello errante di Howl

    di La diciottenne Sophie, dopo un casuale incontro con il bello e temuto mago di Howl, viene trasformata in una rugosa vecchietta dalla Strega delle Lande Desolate...

COMMENTI FACEBOOK

Commenti

Lascia un commento