Bergamo Film Meeting 2016

Bergamo Film Meeting 2016

Bergamo vicina all’Europa. Il Bergamo Film Meeting 2016, storico festival lombardo, giunto alla 34° edizione, si conferma una manifestazione vocata al Vecchio Continente. In corso dal 5 al 13 marzo.

Si tiene dal 5 al 13 marzo il Bergamo Film Meeting 2016, kermesse giunta alla 34esima edizione. Si conferma come una manifestazione votata al cinema del Vecchio Continente, a partire dalle retrospettive, da sempre il punto forte di questo festival. Così, dopo il polar dello scorso anno, si torna a parlare francese con un bell’omaggio all’attrice Anna Karina, che fu la musa di Godard (Une femme est une femme, Vivre sa vie: Film en douze tableaux, Le petit soldat, Bande à part…). Mentre l’altra personale è sul grande autore ungherese Miklós Jancsó (Le campane sono partite per Roma, I disperati di Sandór, Silenzio e grido, Elettra, amore mio, Vizi privati, pubbliche virtù…).
E ancora tre focus europei, nella sezione Europe, Now!, dedicati alla bosniaca Jasmila Žbanić, al ceco Petr Zelenka e all’inglese Shane Meadows.
Spazio – ancora una costante del BFM – all’animazione contemporanea, questa volta con il regista lettone Vladimir Leschiov. L’usuale mostra concorso presenta sette opere, rappresentative di diversi paesi, Belgio, Turchia, Bulgaria, Repubblica Ceca, Polonia, Serbia e Finlandia, che si aggiudicheranno i tre premi assegnati dal pubblico. E poi ancora spazio al cinema ritrovato con la proiezione di una pellicola del fondo Zucchelli del GAMeC, Majja Pliseckaja, documentario sovietico del 1964 sulla grande danzatrice. E l’inaugurazione è affidata a Uomini di domenica, muto tedesco sonorizzato dal gruppo islandese múm, che gli affezionati del BFM ricorderanno di aver già visto nella personale su Robert Siodmak del 2000.

Info
Il sito del Bergamo Film Meeting 2016.
Il programma del Bergamo Film Meeting.
La app ufficiale del festival.

Articoli correlati

  • Bergamo 2016

    el-abrazo-de-la-serpiente-2015-Ciro-Guerra-recensioneEl abrazo de la serpiente

    di Presentato al Bergamo Film Meeting, dopo un percorso festivaliero partito dalla Quinzaine e passato per Rotterdam e Berlino, El abrazo de la serpiente è il terzo lavoro del colombiano Ciro Guerra, che sceglie una chiave originale per raccontare come la civiltà europea abbia cancellato quelle indigene del Nuovo Continente.
  • Bergamo 2016

    lost-in-munich-2015-petr-zelenka-recensioneLost in Munich

    di Presentato al Bergamo Film Meeting, Lost in Munich, nuovo lavoro dell’autore ceco Petr Zelenka, oggetto di un focus del festival. Film che torna a mettere il dito nella piaga storica della Conferenza di Monaco del 1938, una ferita ancora aperta per il popolo ceco.
  • Festival

    BFM35-Bergamo-Film-Meeting-2017-cov932Bergamo Film Meeting 2017

    La trentacinquesima edizione del Bergamo Film Meeting, che si tiene dall’11 al 19 marzo, si apre con la versione director’s cut di tre ore di Amadeus di Miloš Forman, proiettato nella cornice del Teatro Donizetti.

COMMENTI FACEBOOK

Commenti

Lascia un commento