Trento Film Festival 2016

Trento Film Festival 2016

Il Trento Film Festival 2016, dal 28 aprile all’8 maggio, sessantaquattresima edizione della storica kermesse sul cinema della montagna, tra documentari nazionali e internazionali, anteprime per il grande pubblico, il focus sul Cile, mediometraggi e cortometraggi, mostre fotografiche, incontri, spettacoli, i trent’anni di MontagnaLibri…

A cavallo tra aprile e maggio, accompagnato da rinfrescanti nevicate sulle vette trentine, il Trento Film Festival 2016 rinnova il tradizionale appuntamento col cinema della montagna, delle esplorazioni, della natura. Una immersione nel cinema documentario, ma anche di finzione, che racconta, mette in scena e ragiona su valli e pendii, scalatori e orsi, sulla lotta per la sopravvivenza dei contadini nepalesi o sulla ricerca di avventura e libertà di un quarantenne norvegese.

Sono 108 i titoli in programma al Trento Film Festival 2016, suddivisi tra varie sezioni: Concorso, Terre alte, Anteprime, Alp&ism, Destinazione Cile, Orizzonti vicini, SestoGrado, Eurorama (a cura del Museo degli Usi e Costumi della Gente Trentina di San Michele all’Adige ), Natura Doc (documentari naturalistici ospitati dal MUSE – Museo delle Scienze di Trento), Proiezioni speciali e TFF Kids. Numerosi gli ospiti, dall’icona delle montagne Reinhold Messner al campione del mondo di discesa libera Peter Fill, passando per Neri Marcorè, Patricio Guzmán, Luca Mercalli, don Luigi Ciotti…

Tra le tante pellicole, segnaliamo quantomeno il notevole Behemoth di Zhao Liang, già in concorso alla Mostra del Cinema di Venezia; E.B.C. 5300M di Léonard Kohli, sulla vita quotidiana dell’Everest Base Camp, a quota 5300 metri; il lungometraggio d’animazione Il bambino che scoprì il mondo di Ale Abreu; l’ambizioso documentario La glace et le ciel di Luc Jacquet; La memoria dell’acqua di Patricio Guzmàn, uscito anche nelle sale italiane; l’opera prima I racconti dell’orso di Samuele Sestieri e Olmo Amato; Christ Lives in Siberia di Jaak Kilmi e Arbo Tammiksaar, documentario su un ex-poliziotto che si autoproclama incarnazione di Cristo…

Info
Il sito ufficiale del Trento Film Festival 2016.
Il programma del Trento Film Festival 2016.

Articoli correlati

  • Trento 2016

    paths-of-the-soul-2015-zhang-yang-cov932Paths of the Soul

    di Presentato al Trento Film Festival Paths of the Soul di Zhang Yang, un road movie spirituale nel Tibet.
  • Trento 2016

    my-love-dont-cross-that-river-recensioneMy Love, Don’t Cross That River

    di My Love, Don't Cross That River è un documentario ancestrale e straziante, il racconto umanissimo e di disarmante tenerezza di un amore infinito, uno sguardo delicato e pudico sul momento del triste addio. Un film prezioso, accorato, a tratti sublime. Un regalo intimo e devastante che plana dolcemente, in concorso, al 64esimo Trento Film Festival.
  • Torino 2015

    i-racconti-dellorso-2015-samuele-sestieri-olmo-amato-cov932I racconti dell’orso

    di , L'opera prima di due giovani registi italiani, Samuele Sestieri e Olmo Amato, che tentano la via del surreale e del misterico. In concorso a Torino 2015.
  • Venezia 2015

    behemoth-2015-zhao-liangBehemoth

    di Presentato in concorso alla Mostra di Venezia, Behemoth è la nuova opera di Zhao Liang. Smarcandosi dal documentario sociale, per cui il regista cinese si era fatto conoscere, il film approda a una dimensione di lirismo, ma per raccontare sempre il mondo degli umili, degli ultimi, in una società governata da un capitalismo caotico e sregolato.
  • In sala

    El botón de nácar (2015) Guzmán - Recensione | Quinlan.itLa memoria dell’acqua

    di Orso d'Argento alla Berlinale per la miglior sceneggiatura e vincitore dell'undicesima edizione del Biografilm, La memoria dell'acqua è il nuovo film del cileno Patricio Guzmán, che ancora una volta sprofonda il suo cinema tra Allende e Pinochet, anche nel contesto di un documentario sull’acqua.

COMMENTI FACEBOOK

Commenti

Lascia un commento