Biografilm 2016 – Presentazione

Biografilm 2016 – Presentazione

Dal 10 al 20 giugno riapre i battenti a Bologna il Biografilm Festival, la manifestazione interamente dedicata ai film biografici che giunge alla sua dodicesima edizione.

Documentari e biopic di fiction costituiscono sempre l’ossatura del Biografilm Festival che quest’anno, giunto alla sua dodicesima edizione, avrà come tema trasversale l’epoca digitale che stiamo attraversando e l’impatto rivoluzionario sulle nostre vite che questa ha comportato. La celebration di questo focus si intitola dunque The Brand New world – Raccontare la civiltà digitale. In questa sezione rientra il film più atteso del festival, Lo and Behold, Reveries of the Connected World, il viaggio nel web di Werner Herzog, ma anche Zero Days del pluripremiato documentarista Alex Gibney che racconta del virus informatico creato dai servizi segreti americani e israeliani, in funzione anti-iraniana, poi sfuggito al controllo.

La mission del Biografilm di raccontare la realtà contemporanea riguarda le numerose sezioni del festival. Contemporary Lives dedicata ai protagonisti del presente presenta tra gli altri titoli Catching Haider di Nathalie Borgers, sulla controversa figura del governatore della Carinzia Jörg Haider, Porno e libertà di Carmine Amoroso, sui pionieri del cinema a luci rosse in Italia, Unlocking the Cage di Chris Hegedus e D.A. Pennebaker sul battagliero avvocato statunitense Steven Wise che ha dedicato la vita ai diritti degli animali.
Nella sezione No Borders, dedicata ai documentari che affrontano il tema delle barriere che dividono i popoli, si parlerà di migranti che stazionano a Melilla, enclave spagnola in Marocco, in Les sauteurs di Abou Bakar Sidibé, Mortiz Siebert e Estephan Wagner; e della frontiera croata alle coste della Grecia, in La mécanique des flux dell’esordiente Nathalie Loubeyre.
Nella nuova sezione Storie italiane, degni di nota sembrano essere Così parlò De Crescenzo di Antonio Napoli sullo scrittore Luciano De Crescenzo, Professione Remotti di Silvio Montanaro sull’eclettica figura di Remo Remotti, Andrea Pazienza – Fino all’estremo sulla compianta figura del grande fumettista.

Nel concorso internazionale grande attesa per Il fiume ha sempre ragione, documentario di Silvio Soldini su due piccoli editori illuminati quali il brianzolo Alberto Casiraghy e il ticinese Josef Weiss. In Biografilm Italia da segnalare ancora un documentario su un grande fumettista, Roberto Raviola in arte Magnus, raccontato da Paolo Fiore Angelini in Ho conosciuto Magnus.
Autori importanti in Biografilm Europa a cominciare da Ken Loach con la Palma d’Oro I, Daniel Blake, ma anche Julio Medem, che in Ma ma – Tutto andrà bene mette in scena una Penélope Cruz alle prese con un tumore al seno.
In Biografilm World Wide vedremo Naomi Watts diretta da Jean-Marc Vallée in Demolition, e poi Julianne Moore in Maggie’s Plan di Rebecca Miller, mentre Michael Shannon e Kevin Spacey saranno Elvis Presley e Richard Nixon nel film dedicato al loro storico incontro, Elvis & Nixon di Liza Johnson. Nutritissimo anche il programma di Biografilm Music con un documentario sul grande violoncellista Yo-Yo Ma (che già era protagonista della serie di film Inspired by Bach), The Music of Strangers: Yo-Yo Ma and the Silk Road Ensemble di Morgan Neville, Miles Ahead, il biopic su Miles Davis diretto e interpretato da Don Cheadle, Enrico Rava. Note necessarie di Monica Affatato sul grande trombettista jazz.
Per Biografilm Arte saranno protagonisti la grande artista performativa Marina Abramovic, che Marco del Fiol segue in un suo percorso di guarigione spirituale in Brasile, in The Space in Between; la stilista e scrittrice Anna Piaggi documentata da Alina Marazzi in Anna Piaggi – Una visionaria della moda; il pittore Giovanni Segantini interpretato da Filippo Timi in Segantini ritorno alla natura di Francesco Fei; il documentarista della Shoah Claude Lanzmann (Claude Lanzmann: Spectres of the Shoah di Adam Benzine); lo scrittore e intellettuale John Berger, protagonista di quattro episodi diretti da altrettanti suoi amici, tra cui l’attrice Tilda Swinton (The Seasons in Quincy: Four Portraits of John Berger). E uno speciale focus di Biografilm Arte sarà dedicato a Christo, l’artista statunitense attualmente in Italia per lavorare a The Floating Pierce, la sua nuova opera sul Lago D’Iseo. Proiettati alla sua presenza, durante il suo ottantunesimo compleanno, cinque documentari su di lui firmati dal maestro del direct cinema Albert Maysles.

Premiati in questa edizioni, con i Biografilm Celebration of Lives 2016 il distributore e produttore Valerio De Paolis, l’attore, regista e fondatore del festival Ambulante | Gira de documentales Gael García Bernal e il regista belga Jaco Van Dormael (Toto le héros – Un eroe di fine millennio, Dio esiste e vive a Bruxelles).
Tutto questo e altro ancora, tra cui concerti ogni sera, negli undici, fittissimi, giorni del Biografilm Festival 2016.

Info
Il sito del Biografilm Festival.

Articoli correlati

  • Prossimamente

    segantini-ritorno-alla-natura-2016-Francesco-Fei-recensioneSegantini – Ritorno alla natura

    di Presentato al Biografilm 2016, Segantini - Ritorno alla natura è una docufiction che narra la vita del pittore ottocentesco Giovanni Segantini, famoso per i suoi paesaggi di montagna e le mucche al pascolo.
  • In sala

    Lo-and-BeholdLo and Behold – Internet: il futuro è oggi

    di Invisibile, inodore, pervasivo, è il Web secondo Werner Herzog, in un'inchiesta in prima persona destinata ai posteri, che non avranno più alcun "reperto" a disposizione per interpretare la nostra epoca. Al Biografilm Festival 2016 e ora in sala.
  • Cannes 2016

    io-daniel-blakeIo, Daniel Blake

    di Palma d'Oro al Festival di Cannes, Ken Loach ritrova quella verve politica e narrativa che sembrava smarrita. Una pellicola imperfetta, che Laverty sovraccarica con eccessi e sottolineature didascaliche, ma saldamente avvinghiata alla quotidianità, alle difficoltà della classe operaia, al perenne conflitto tra Stato e cittadino.
  • In Sala

    Zero-DaysZero Days

    di Presentato in concorso alla Berlinale 2016, Zero Days di Alex Gibney è un dettagliato reportage sulle nuove frontiere della guerra tra (super)potenze. Frontiere virtuali, eppure pericolose e letali come un disastro nucleare.
  • Festival

    Biografilm-Festival-2016Biografilm Festival 2016

    Dal 10 al 20 giugno riapre i battenti a Bologna il Biografilm Festival, la manifestazione interamente dedicata ai film biografici che giunge alla sua dodicesima edizione.
  • Biografilm

    the-music-of-strangers-2015-morgan-neville-cov932Yo-Yo Ma e i musicisti della Via della seta

    di Presentato al Biografilm Festival nel focus Biografilm Music il documentario sul grande violoncellista Yo-Yo Ma e la sua ensemble multietnica di musicisti. Un soggetto trascinante raccontato con dovizia di materiali e interviste.
  • Biografilm 2016

    hussain-currimbhoy-intervista-biografilm-cov932Intervista a Hussain Currimbhoy

    Programmatore dal 2014 per il Sundance Film Festival nell’ambito del cinema documentario e in precedenza direttore di programmazione dello Sheffield Doc/Fest, Hussain Currimbhoy è stato presidente di giuria dell'edizione 2016 del Biografilm. Lo abbiamo intervistato in questa occasione.
  • Festival

    biografilm-2017Biografilm 2017 – Presentazione

    Si tiene fino al 19 giugno a Bologna la 13esima edizione del Biografilm con un nutrito numero di ospiti, da Pierce Brosnan a Peter Greenaway passando per Claudia Cardinale, e una selezione di film al solito ricchissima.

COMMENTI FACEBOOK

Commenti

Lascia un commento