Biografilm Festival 2016

Biografilm Festival 2016

Dal 10 al 20 giugno apre i battenti il Biografilm Festival 2016, kermesse bolognese interamente dedicata ai film biografici, giunta alla sua dodicesima edizione.

Documentari e biopic di fiction costituiscono l’ossatura del Biografilm Festival 2016 che quest’anno, alla dodicesima edizione, avrà come tema trasversale l’epoca digitale che stiamo attraversando e l’impatto rivoluzionario sulle nostre vite che questa ha comportato. La celebration di questo focus si intitola dunque The Brand New world – Raccontare la civiltà digitale. In questa sezione rientra il film più atteso del festival, Lo and Behold, Reveries of the Connected World, il viaggio nel web di Werner Herzog, ma anche Zero Days del pluripremiato documentarista Alex Gibney che racconta del virus informatico creato dai servizi segreti americani e israeliani, in funzione anti-iraniana, poi sfuggito al controllo.

La mission del Biografilm Festival 2016 di raccontare la realtà contemporanea riguarda le numerose sezioni del festival. Contemporary Lives dedicata ai protagonisti del presente presenta tra gli altri titoli Catching Haider di Nathalie Borgers, sulla controversa figura del governatore della Carinzia Jörg Haider, Porno e libertà di Carmine Amoroso, sui pionieri del cinema a luci rosse in Italia, Unlocking the Cage di Chris Hegedus e D.A. Pennebaker sul battagliero avvocato statunitense Steven Wise che ha dedicato la vita ai diritti degli animali.
Nella sezione No Borders, dedicata ai documentari che affrontano il tema delle barriere che dividono i popoli, si parlerà di migranti che stazionano a Melilla, enclave spagnola in Marocco, in Les sauteurs di Abou Bakar Sidibé, Mortiz Siebert e Estephan Wagner; e della frontiera croata alle coste della Grecia, in La mécanique des flux dell’esordiente Nathalie Loubeyre.
Nella nuova sezione Storie italiane, degni di nota sembrano essere Così parlò De Crescenzo di Antonio Napoli sullo scrittore Luciano De Crescenzo, Professione Remotti di Silvio Montanaro sull’eclettica figura di Remo Remotti, Andrea Pazienza – Fino all’estremo sulla compianta figura del grande fumettista… [continua a leggere]

Info
Il sito del Biografilm Festival 2016.
Il programma del Biografilm Festival 2016.

Articoli correlati

  • Biografilm 2016

    hussain-currimbhoy-intervista-biografilm-cov932Intervista a Hussain Currimbhoy

    Programmatore dal 2014 per il Sundance Film Festival nell’ambito del cinema documentario e in precedenza direttore di programmazione dello Sheffield Doc/Fest, Hussain Currimbhoy è stato presidente di giuria dell'edizione 2016 del Biografilm. Lo abbiamo intervistato in questa occasione.
  • Biografilm 2016

    jaco-van-dormael-intervista-biografilmIntervista a Jaco Van Dormael

    Jaco Van Dormael si è fatto conoscere negli anni Novanta con Toto le héros, inaugurando uno stile strampalato, onirico e surreale, che ha portato avanti anche nei successivi L’ottavo giorno e Mr. Nobody fino ad arrivare a Dio esiste e vive a Bruxelles. Van Dormael è stato ospite del Biografilm 2016, lo abbiamo incontrato in questa occasione.
  • In sala

    porno-e-libertà-2016-Carmine-Amoroso-recensionePorno e libertà

    di Reduce da festival internazionali e dal Biografilm, il documentario Porno e libertà vede il ritorno di Carmine Amoroso dopo Cover Boy. Piacevole e colorato, il film sconta qualche superficialità ma ragiona in modo non banale su immagine e digitale.
  • Biografilm 2016

    intervista-a-francesco-feiIntervista a Francesco Fei

    Anno di successi festivalieri per Francesco Fei. Dopo Armenia! passato a Trieste e a Bellaria, è ora la volta del Biografim dove ha presentato Segantini – Ritorno alla natura, sul grande pittore di fine Ottocento. Lo abbiamo incontrato per l'occasione.
  • In sala

    the-student-2016-Kirill-Serebrennikov-recensioneParola di Dio

    di Presentato al Biografilm Festival, nel focus Europa, dopo essere passato a Cannes in Un Certain Regard, e infine in sala, Parola di Dio ha tutte le caratteristiche del film a tesi, volto a evidenziare i brani più violenti della Bibbia e il ruolo negativo cui porta l’osservanza acritica e letterale dei testi sacri. Un film che non riesce ad andare oltre il mero ruolo di pamphlet.
  • In sala

    the-space-in-between-2016-marco-del-fiolThe Space in Between: Marina Abramovic and Brazil

    di Presentato al Biografilm Festival, The Space in Between: Marina Abramovic and Brazil accompagna nel suo viaggio attraverso il Brasile la grande performance artist Marina Abramovic, alla ricerca di sette, di culti marginali e di una matrice spiritualistica della sua arte.
  • Biografilm

    the-music-of-strangers-2015-morgan-neville-cov932Yo-Yo Ma e i musicisti della Via della seta

    di Presentato al Biografilm Festival nel focus Biografilm Music il documentario sul grande violoncellista Yo-Yo Ma e la sua ensemble multietnica di musicisti. Un soggetto trascinante raccontato con dovizia di materiali e interviste.
  • In sala

    ma-ma-2015-julio-medemMa Ma – Tutto andrà bene

    di Con Ma Ma - Tutto andrà bene, Julio Medem prova a confezionare un melodramma in cui la dimensione spirituale si integri con la carnalità del genere: ma il risultato è un pasticcio pretenzioso e a tratti pacchiano.
  • Prossimamente

    segantini-ritorno-alla-natura-2016-Francesco-Fei-recensioneSegantini – Ritorno alla natura

    di Presentato al Biografilm 2016, Segantini - Ritorno alla natura è una docufiction che narra la vita del pittore ottocentesco Giovanni Segantini, famoso per i suoi paesaggi di montagna e le mucche al pascolo.
  • Festival

    biografilm-2016-presentazioneBiografilm 2016 – Presentazione

    Dal 10 al 20 giugno riapre i battenti a Bologna il Biografilm Festival, la manifestazione interamente dedicata ai film biografici che giunge alla sua dodicesima edizione.
  • In sala

    Lo-and-BeholdLo and Behold – Internet: il futuro è oggi

    di Invisibile, inodore, pervasivo, è il Web secondo Werner Herzog, in un'inchiesta in prima persona destinata ai posteri, che non avranno più alcun "reperto" a disposizione per interpretare la nostra epoca. Al Biografilm Festival 2016 e ora in sala.
  • Cannes 2016

    io-daniel-blakeIo, Daniel Blake

    di Palma d'Oro al Festival di Cannes, Ken Loach ritrova quella verve politica e narrativa che sembrava smarrita. Una pellicola imperfetta, che Laverty sovraccarica con eccessi e sottolineature didascaliche, ma saldamente avvinghiata alla quotidianità, alle difficoltà della classe operaia, al perenne conflitto tra Stato e cittadino.
  • Far East 2016

    The-Lovers-and-the-Despot-2016-Ross -Adam-Robert-CannanThe Lovers and the Despot

    di , Fra microcassette, immagini di repertorio e interviste, il documentario di Ross Adam e Robert Cannan ricostruisce con toni da spy story il rapimento del regista sudcoreano Shin Sang-ok ordito nel 1978 dal dittatore cinefilo Kim Jong-il per rilanciare l'industria cinematografica del Nord. Al Far East 2016.
  • Berlinale 2016

    Zero-DaysZero Days

    di Presentato in concorso alla Berlinale 2016, Zero Days di Alex Gibney è un dettagliato reportage sulle nuove frontiere della guerra tra (super)potenze. Frontiere virtuali, eppure pericolose e letali come un disastro nucleare.
  • In sala

    trois-souvenirs-de-ma-jeunesseI miei giorni più belli

    di Con I miei giorni più belli Arnaud Desplechin rilegge le ossessioni del suo cinema con il suo sguardo inconfondibile: antropologico e umanista, scientifico e appassionato. Alla Quinzaine des realizateurs 2015 e ora in sala.
  • Archivio

    Mr-Turner-mike-leighTurner

    di Mike Leigh affronta la biografia del celebre pittore britannico J.M.W. Turner innestandola di humour e indirizzandola verso una riflessione sul sublime e il ridicolo, ma il risultato è affetto da un eccesso di reiterazione.

COMMENTI FACEBOOK

Commenti

Lascia un commento