Torino 2016 – Presentazione

Torino 2016 – Presentazione

David Bowie che si muove sul palco è l’immagine scelta per Festival di Torino 2016, un omaggio che è anche dichiarazione di intenti. Tra passato punk e futuro che è forse a sua volta passato. Come il cinema.

David Bowie è ancora in scena, nel manifesto di Torino 2016 tratto da Absolute Beginners di Julien Temple, così presente sotto la Mole negli ultimi anni da essere “costretto” a rimanerne fuori proprio durante la retrospettiva dedicata al punk…Quello proposto dalla trentaquattresima edizione del festival torinese non è però solo un omaggio a uno dei tanti, troppi artisti venuti a mancare nel corso di quest’anno, ma anche il simbolo di ciò che il TFF ambisce a essere, il punto di incontro tra passato, presente e futuro del cinema, tra ciò che è stato, ma resiste ancora nelle immagini sullo schermo, ciò che è e forse potrà essere – quel concorso aperto solo a opere prime, seconde e terze. Una dichiarazione di intenti che trova una ulteriore conferma nella selezione presentata come d’abitudine alla stampa romana in mattinata e a quella sabauda nel tardo pomeriggio. Il qui e ora della Torino 2016 è un non-luogo/ogni-luogo che va dai Ta’ang in fuga dalla guerra civile del film di Wang Bing (già presentato alla Berlinale e ospitato nel ricco fuori concorso della sezione TFFdoc, accanto tra gli altri agli affascinanti Wrong Elements di Jonathan Littell e Colossale sentimento di Fabrizio Ferraro, e agli otto minuti di La Femme aux cent visages di Jean-Daniel Pollet, anno domini 1966) fino agli spazi siderali, magari quelli raccontati dai classici più o meno noti della fantascienza, presenti nella seconda parte della retrospettiva dedicata al genere e intitolata “Cose che verranno. La Terra vista dal cinema”.

La formula del Torino Film Festival non è cambiata nel corso degli anni, almeno da quando le redini, prima come vicedirettrice e ora come direttrice, le tiene Emanuela Martini; i lettori di Quinlan, gli spettatori torinesi e il nugolo di accreditati e addetti ai lavori, sanno dunque benissimo cosa aspettarsi. Sfogliare il programma del festival non significa andare alla ricerca di qualcosa di ignoto, ma scoprire quali film sono stati selezionati, quali autori torneranno una volta di più sugli schermi del cinema Massimo, del Reposi, del Lux, quali gemme del passato sarà possibile (ri)vedere in copie a volte restaurate – e a volte restaurate bene o male – e a volte no. Dal concorso al già citato TFFdoc, passando per Onde e Festa Mobile per approdare dalle parti del sempre più corposo Afterhours, osservare il futuro/passato attraverso gli occhi dello sci-fi e gettarsi a capofitto nell’epopea punk; eccolo il programma di Torino 2016, kermesse che cerca ogni anno di trovare la postura adatta per accudire i cinefili di stretta osservanza – quest’anno c’è anche un omaggio a Haroun Farocki, lavorato da Onde insieme alla fondazione Sandretto Re Rebaudengo – senza dimenticare il pubblico, così folto e appassionato da rendere il festival un’anomalia, soprattutto se si considera la natura generalista dell’evento.
Perché per poco più di una settimana Torino si trasforma nell’epicentro di un microcosmo che vede ancora nel cinema quel che spesso non gli viene più attribuito: il compito di raccontare il mondo senza appiattirsi su un’unica immagine possibile che lo rappresenti. Modificando le forme, traviando i contenuti, reinventandosi di volta in volta per poter (r)esistere anche oltre il proprio tempo. Diventare immortali. C’è Intolerance di David W. Griffith che compie cento anni, e accanto a lui giovani virgulti del futuro; ci sono gli adolescenti di quarant’anni fa, che abbandonavano le famiglie borghesi per un’etica punk che fu presto commercializzata, e in gran parte svilita, e ci sono gli adolescenti di oggi, i bambini di oggi. Ci sono autori che tutto il mondo celebra (e chi se lo fosse perso a Berlino potrà recuperare lo stupendo A Lullaby to the Sorrowful Mystery del recente Leone d’Oro Lav Diaz; ma poi anche, per rimanere in area orientale, i nuovi Sion Sono, Garin Nugroho, Kiyoshi Kurosawa…) e nomi di culto, che è diventato abituale incontrare dalle parti della Mole Antonelliana. Uno su tutti? Sébastien Betbeder, presente al festival con ben due titoli: Marie et les naufragés e Le Voyage au Groenland, visto in ACiD all’ultimo Festival di Cannes.

Senza badare troppo alle categorie di riferimento (un festival pop? Può essere… Un festival d’essai? Anche, perché no…) Torino 2016 si presenta agli spettatori ancora una volta come un evento-monstre, in cui sarà difficile divincolarsi tra un film e l’altro, scappando da una sala a rotta di collo fino all’altra, pronti ad affrontare notti al Massimo – con l’horror – e al Reposi – con il punk – nutrendosi a cornetti e caffè tra i titoli di coda di un film e quelli di testa del successivo. Abitudini che altrove si sono oramai perse, o non ci sono mai state, ma che fanno di Torino un punto di svolta, a un passo dalla fine dell’anno. E dall’arrivo del futuro. Visto dalla Terra, ma soprattuto dal cinema.

Info
Il sito di Torino 2016.

Articoli correlati

  • Torino 2015

    emanuela-martini-tff-2015Intervista a Emanuela Martini

    Gli equilibri di programmazione, il successo di pubblico, la retrospettiva sulla fantascienza, l'omaggio a Welles. Tutti i dettagli sul 33/esimo Torino Film Festival, nell'intervista al direttore Emanuela Martini.
  • Festival

    Creative commons attr ver 3. 2011 for wikipedia.orgTorino 2015

    Il Torino Film Festival 2015, dal 20 al 28 novembre. La trentatreesima edizione del festival sabaudo, tra opere prime, sci-fi, documentari, film di ricerca, passato e futuro. Tutte le nostre recensioni.
  • Torino 2015

    torino-2015-presentazione-cov932Torino 2015 – Presentazione

    Con uno sguardo al passato che è sguardo al futuro (e viceversa) il Torino Film Festival si conferma, sulla carta, l'evento metropolitano più ricco dell'attuale panorama festivaliero italiano.
  • Interviste

    EMANUELA-MARTINI_credits-FOTO-PEPE'Emanuela Martini, tra Torino e la New Hollywood

    Abbiamo incontrato Emanuela Martini, da quest'anno direttore del Festival di Torino. Con lei abbiamo parlato di come è cambiato il suo lavoro al festival, delle scelte di programmazione e, ovviamente, della retrospettiva sulla New Hollywood.
  • Festival

    emanuela martini,torino film festival,tff,direttore,guest director,paolo virzìEmanuela Martini è il nuovo direttore del TFF

    Attraverso un comunicato mandato via Twitter, Virzì annuncia di volersi ritagliare per il prossimo anno il ruolo di Guest Director e lascia la direzione a Emanuela Martini.
  • Torino 2013

    easy riderIntervista a Emanuela Martini

    Il TFF ha reso omaggio all’America della New Hollywood. Ne abbiamo parlato con il vice-direttore del festival, Emanuela Martini, spaziando dall’attualità di quel cinema, alle modalità di reperimento delle copie, fino alle problematiche relative al restauro e al digitale.
  • Torino 2016

    il-dormiglione-1973-woody-allen-sleeper-cov932Il dormiglione

    di Il dormiglione segna l'incursione di Woody Allen, alla quinta regia, nei territori della fantascienza, tra eversioni del corpo e del linguaggio. A Torino nella retrospettiva Cose che verranno.
  • Torino 2016

    la-jetee-1962-chris-marker-cov932La Jetée

    di La Jetée di Chris Marker, vale a dire uno dei viaggi più affascinanti del cinema, rivive sugli schermi del Torino Film Festival. Un photo-roman post-atomico, dolente e teorico allo stesso tempo.
  • Torino 2016

    the-decline-of-western-civilization-1981-penelope-spheeris-cov932The Decline of Western Civilization

    di Il leggendario documentario girato nella comunità punk losangelina da Penelope Spheeris torna sugli schermi al Torino Film Festival, all'interno della retrospettiva I Did It My Way.
  • Torino 2016

    jubilee-1978-derek-jarman-cov932Jubilee

    di Se è mai esistito il film maledetto per antonomasia nella filmografia di Derek Jarman questo è Jubilee, imbastardito sputo in faccia al bon ton borghese a colpi di scudisciate punk. Al Torino Film Festival 2016.
  • Torino 2016

    a-i-intelligenza-artificiale-2001-steven-spielberg-cov932A.I. – Intelligenza Artificiale

    di Al Torino Film Festival, nella retrospettiva Cose che verranno, viene ospitato anche A.I., una delle creature meno comprese dell'intera carriera di Steven Spielberg.
  • Torino 2016

    saro-2016-enrico-maria-artaleSaro

    di Documentario autobiografico sin troppo intimo Saro di Enrico Maria Artale è appesantito da una voice over che veicola riflessioni non sempre convincenti. Al TFF in Italiana.doc.
  • Notizie

    torino-film-festival-2016-minuto-per-minutoTorino 2016 – Minuto per minuto

    Eccoci nuovamente all'ombra della Mole per il Torino Film Festival 2016, all'inseguimento di opere prime (seconde e terze), documentari italiani e internazionali, retrospettive, omaggi, (ri)scoperte.
  • Festival

    torino-2016Torino 2016

    Il Torino Film Festival 2016, dal 18 al 26 novembre. La trentaquattresima edizione della kermesse piemontese, tra opere prime, sci-fi, punk, documentari, film di ricerca... Tutte le nostre recensioni.
  • Torino 2016

    palombella-rossa-1989-nanni-moretti-cov932Palombella rossa

    di Il rettangolo d'acqua di una piscina come non-luogo nel quale scandagliare senza pietà quarant'anni di politica comunista, e della vita di un uomo. Palombella rossa segna il punto di non ritorno della prima fase del cinema di Nanni Moretti, ed è uno dei capolavori del cinema italiano degli ultimi trenta anni.
  • Torino 2016

    antiporno-2016-sion-sono-cov932Antiporno

    di Sion Sono e il "roman poruno", l'erotico di produzione Nikkatsu. Antiporno è un film politico, spettrale ma ultra-pop, violento e beffardo, dal quale non si esce vivi. Al Torino Film Festival.
  • Torino 2016

    la-nave-delle-donne-maledette-1953-raffaello-matarazzo-cov932La nave delle donne maledette

    di Salvato miracolosamente dall'oblio, in una copia imperfetta ma che dimostra ancora tutta la sua potenza, il capolavoro di Raffaello Matarazzo, un melodramma barocco che trasuda umori sensuali ed eversivi. Al Torino Film Festival 2016.
  • Torino 2016

    sadako-vs-kayako-2016-koji-shiraishi-cov932Sadako vs. Kayako

    di Le due fantasmesse per eccellenza del j-horror si confrontano. Peccato che il duello non arrivi mai, che la tensione sia ai minimi storici e che l'intera trama risulti un risibile affastellamento di cliché.
  • Torino 2016

    Nyai – A Woman from Java (2016) di G. Nugroho - Recensione | Quinlan.itNyai – A Woman from Java

    di Presentato nella sezione Onde del Torino Film Festival, Nyai – A Woman from Java è l’ultima opera dell’eclettico regista indonesiano Garin Nugroho, sempre guidato dalla ricerca e dalla sperimentazione estetiche.
  • Torino 2016

    we-are-the-tide-2016-sebastian-hilger-cov932We Are the Tide

    di Bambini scomparsi, la marea che non è più tornata a salire, un villaggio che vive nella disperazione, due ragazzi della facoltà di fisica. Scienza e natura, in un confronto che avrebbe meritato altri esiti artistici. In concorso al TFF.
  • Torino 2016

    sadie-2016-craig-goodwill-cov932Sadie

    di Compendio di ossessioni “per procura”, dalla messa in scena artificiosamente elaborata, Sadie si rivela un’opera stanca e derivativa, priva di uno sguardo personale e di una vera urgenza espressiva. Al Torino Film Festival.
  • Torino 2016

    sarah-winchester-opera-fantome-2016-bertrand-bonello-cov932Sarah Winchester, opéra fantôme

    di Bertrand Bonello mescola vita e morte, balletto e documento, spettri della finzione e della realtà, in un viaggio alla ricerca di Sarah Winchester e dei suoi fantasmi. In Onde al Torino Film Festival.
  • Torino 2016

    moo-ya-2016-filippo-ticozzi-cov932Moo Ya

    di Il viaggio di un chitarrista cieco nell'Uganda "pacificata", contrappuntato da testimonianze di sopravvissuti alle atrocità dell'LRA di Joseph Kony. Moo Ya di Filippo Ticozzi, in Italiana.doc al Torino Film Festival.
  • In sala

    i-figli-della-notte-2016-andre-de-sica-cov932I figli della notte

    di Esordio nel lungometraggio per Andrea De Sica, discendente della nobile casata cinematografica, I figli della notte è un'opera prima ambiziosa e lontana dalle consuetudini dell'attuale cinema italiano mainstream. L'esito è tuttavia irrisolto e inferiore alla somma dei suoi singoli elementi. In concorso al TFF.
  • Torino 2016

    rat-film-2016-theo-anthony-cov932Rat Film

    di I ratti come spazio rimosso, immagine di una (dis)umana tendenza alla razionalizzazione. Estremamente ipnotico e suggestivo, Rat Film di Theo Anthony espande uno spunto contingente a film-saggio sulla debolezza dell'uomo. Al TFF in Internazionale.doc.
  • In Sala

    Lady Macbeth (2016) di William Oldroyd - Recensione | Quinlan.itLady Macbeth

    di Elegante e compassato, Lady Macbeth di William Oldroyd inizia come una parabola ascendente di liberazione femminile, ma annega presto in un eccesso di sangue. In concorso al TFF.
  • Torino 2016

    porto-2016-gabe-klinger-cov932Porto

    di Il critico e cineasta Gabe Klinger firma una storia d'amore minimale, ambientata in una Porto notturna. Ultimo film interpretato da Anton Yelchin. In concorso al Torino Film Festival.
  • Torino 2016

    jesus-2016-fernando-guzzoniJesus

    di Teen movie e parabola morale dalle tragiche implicazioni etiche, Jesus di Fernando Guzzoni è un film a tesi, ma riesce a raccontarci senza filtri i tormenti della gioventù cilena. In concorso al TFF.
  • Torino 2016

    pyromaniac-2016-erik-skjoldbjaerg-cov932Pyromaniac

    di Il nuovo film di Erik Skjoldbjærg vorrebbe aprire una voragine nella mente disturbata di un giovane piromane che vorrebbe anche essere pompiere, ma si perde dietro una semplificazione eccessiva del linguaggio e del genere.
  • Torino 2016

    attaque-2016-carmit-harash-cov932Attaque

    di Dopo lo splendido Où est la guerre Carmit Harash torna al Torino Film Festival con Attaque, ennesimo scandaglio impietoso della Francia di questi anni, e del suo rapporto con "l'attacco".
  • Torino 2016

    muito-romantico-2016-melissa-dullius-gustavo-jahn-cov932Muito romântico

    di , Muito romântico è una sorta di autobiografia su una storia d'amore, che è anche storia di cinema e città, di decadenza e splendore, di pellicola e modernità. Al Torino Film Festival nella sezione Onde.
  • Torino 2016

    the-impossible-picture-2016-sandra-wollner-cov932The Impossible Picture

    di The Impossible Picture, in Onde al Torino Film Festival, è un esordio doloroso e affascinante, che gioca con i materiali della messa in scena nel tentativo di raccontare una verità rivissuta in un eterno sogno del reale.
  • Torino 2016

    terceiro-andar-2016-luciana-finaTerceiro andar

    di Comunicazione, memoria, rapporti tra soggetto e oggetto. Terceiro andar di Luciana Fina si propone come un'emozionante riflessione in immagini sulla sfida" della comunicazione e la potenza dello sguardo cinematografico. Al TFF in Internazionale.doc/Love.
  • Torino 2016

    a-bitter-story-2016-francesca-bono-cov932A Bitter Story

    di Il Piemonte ospita la seconda comunità cinese più grande d'Europa. A Bitter Story si concentra su alcuni adolescenti per narrarne disagi e difficoltà, ma l'approccio è piuttosto superficiale e sembra ricercare luoghi comuni per averne conferma. Al TFF per Italiana.doc.
  • Torino 2016

    christine-2016-antonio-camposChristine

    di Biopic dedicato alla reporter statunitense Christine Chubbuck, Christine di Antonio Campos non riesce a chiarire i misteri intorno al suo personaggio e si affida tutto all'interpretazione di un'ottima Rebecca Hall.
  • Torino 2016

    intervista-ed-lachman-cov932Intervista a Ed Lachman

    A Torino abbiamo incontrato Ed Lachman, eclettico e talentuoso direttore della fotografia che a partire dagli anni Settanta si è affermato come uno dei migliori interpreti al mondo della sua professione, e che sotto la Mole è il presidente di giuria per quest'edizione del festival.
  • Torino 2016

    turn-left-turn-right-2016-douglas-seok-cov932Turn Left Turn Right

    di L'esordio alla regia dello statunitense di stanza a Seul Douglas Seok è ambientato in Cambogia. Turn Left Turn Right, in concorso al TFF, è un viaggio ipnotico in 12 "tracce".
  • Torino 2016

    marie-et-les-naufrages-2016-sebastien-betbeder-cov932Marie et les naufragés

    di Il cinema lieve e misterico di Sébastien Betbeder si arricchisce di una nuova creatura, Marie et les naufragés, storia di amori, gelosie e isole sperdute. A Torino in Festa Mobile.
  • Torino 2016

    hidden-photos-2016-davide-grotta-cov932Hidden Photos

    di Presentato al Tffdoc/Italiana.doc, Hidden Photos, dell’italiano Davide Grotta, è un viaggio in Cambogia dove ancora il ricordo della Kampuchea Democratica divide la popolazione tra i superstiti degli eccidi dei Khmer rossi e coloro che avevano preso parte allo scellerato regime.
  • Torino 2016

    pro-loco-2016-tommaso-lipari-cov932Pro loco

    di L'universo dello skate come veicolo di espressione e libertà. Pro loco di Tommaso Lipari accumula alla rinfusa i più diversi strumenti espressivi, rifiutando qualsiasi vera struttura. Un sorriso di simpatia, e si passa ad altro. Al TFF in Italiana.doc.
  • Torino 2016

    kate-plays-christine-2016-robert-greene-cov932Kate Plays Christine

    di In Festa Mobile al Torino Film Festival il secondo film dedicato a Christine Chubbuck, la giornalista televisiva statunitense che si uccise in diretta. Con Kate Lyn Sheil.
  • Torino 2016

    daguerrotype-2016-kiyoshi-kurosawa-le-secret-de-la-chambre-noir-cov932-2Daguerrotype

    di Presentato nella sezione Onde del Torino Film Festival, Daguerrotype segna l’approdo francese di Kiyoshi Kurosawa. Una nuova ghost story per il regista nipponico, calata nel contesto europeo; ma ancora una volta i fantasmi di Kurosawa ci parlano della vita, dell’assenza e del lutto e dell’anelito all’immortalità.
  • Torino 2016

    la-ville-engloutie-2016-zimmefrei-cov932La ville engloutie

    di Il collettivo bolognese ZimmerFrei si reca in Borgogna per riprendere una realtà spettrale, da quando le industrie sono state chiuse. La ville engloutie, in Italiana.doc al Torino Film Festival.
  • Torino 2016

    safe-neighborhood-2016-chris-peckover-cov932Safe Neighborhood

    di Una babysitter adolescente durante le festività natalizie deve badare per una sera a Luke, il ragazzino che segue da anni. Ma non tutto va come dovrebbe andare. In After Hours al Torino Film Festival.
  • Torino 2016

    wind-2016-vetar-tamara-drakulic-cov932Wind

    di Wind, presentato in concorso al Torino Film Festival, è un racconto sintetico e minimalista dell’estate di un padre con la figlia in un villaggio ecoturistico in una zona naturalistica di grande bellezza. Una vacanza dove sembra non succedere nulla e invece succede tutto.
  • Torino 2016

    the-alchemist-cookbook-2016-joel-potrykusThe Alchemist Cookbook

    di Vita nei boschi, utopie fondative e magia nera sono al centro di The Alchemist Cookbook di Joel Potrykus, brillante satira su quel che resta della wilderness americana. Al TFF in After Hours.
  • Torino 2016

    torino-2016-bilancio-film-festival-cov932Torino 2016 – Bilancio

    La trentaquattresima edizione del Torino Film Festival si chiude con la vittoria del neo-noir cinese The Donor e, metaforicamente, con la morte di Fidel Castro e del Novecento. Tra ipotesi di spostamento e conferma della struttura, il corso di Emanuela Martini procede.
  • Torino 2016

    SONY DSCPseudo Secular

    di Ambientato nel cuore del movimento di protesta Occupy Central, Pseudo Secular di Rita Hui è un monumentale viaggio attraverso Hong Kong, le sue contraddizioni e le sue continue mutazioni. In Onde al Torino Film Festival.
  • Torino 2016

    eclisse-senza-cielo-2016-carlo-michele-schirinzi-cov932Eclisse senza cielo

    di Eclisse senza cielo è l'opera di Romano Sambati, pittore e scultore salentino, filmata e riletta da Carlo Michele Schirinzi, che dell'artista fu allievo. In Onde al Torino Film Festival.
  • Torino 2016

    between-us-2016-rafael-palacio-illingworthBetween Us

    di Presentato al Torino Film Festival 2016 nella sezione Festa mobile, Between Us è un film indipendente che vorrebbe guardare un po’ a John Cassavetes, un po’ a Woody Allen, nel raccontare un rapporto di coppia che entra in crisi, ma si perde in facili schematismi.
  • Torino 2016

    the-love-witch-2016-anna-biller-cov932The Love Witch

    di Presentato nella sezione After Hours del Torino Film Festival l’ultimo lavoro di Anna Biller, The Love Witch, dopo l’anteprima all’International Film Festival Rotterdam. Un concentrato psichedelico di omaggi cinefili ai film in Technicolor, ai B-movie explotation, per veicolare un, debole, messaggio femminista. Tanto colore per quasi nulla o molto poco.

COMMENTI FACEBOOK

Commenti

Lascia un commento