Uscite in Sala 08 dicembre 2016

Uscite in Sala 08 dicembre 2016

La famiglia di Dolan e quella di Captain Fantastic dominano una settimana assai poco interessante, tra miliardari che si trasformano in gatti, presepi viventi senza bambinelli e thriller pasticciati. Per fortuna domenica torna in sala Il mago di Oz…

 

È SOLO LA FINE DEL MONDO
di Xavier Dolan

Sul talento di Xavier Dolan nessuno crediamo abbia alcunché da ridire, anche perché la verve autoriale del giovanissimo regista canadese è prorompente, evidente, sempre palesata. È solo la fine del mondo, che è tornato dal concorso di Cannes con tanto di premio tra le mani – e prima o poi la Palma d’Oro non gliela toglie nessuno, anche solo per fedeltà al festival -, è però un’opera minore, ingolfata da una prolissità verbale che tutto domina e tutto schiaccia, e da un’esasperazione dei contenuti che infiacchisce anche le scelte più interessanti, come l’utilizzo dei campi stretti, se non strettissimi, che rendono ancor più soffocante la situazione. Gli esegeti continueranno a gridare al capolavoro, ma per quanto resti l’uscita più rimarchevole della settimana, l’impressione è che tra qualche anno in pochi serberanno memoria di questo film…

Dopo dodici anni di assenza, uno scrittore torna nella sua città natale per annunciare alla sua famiglia la morte prossima. Ritrovarsi nel cerchio familiare significa anche dimostrare affetto attraverso le lotte infinite, e i vecchi rancori e le incomprensioni non possono che venire a galla… [sinossi] Immagine anteprima YouTube

 

CAPTAIN FANTASTIC
di Matt Ross

Non molto meglio questa sciarada fricchettona che nasconde dietro la stramberia dei personaggi e l’originalità di alcune scelte (nel cinema statunitense non è che tutti si affollino a citare Chomsky e Trotsky e Karl Marx…) uno sguardo piuttosto edulcorato e scialbo sui valori familiari. La placidità borghese esce dalla porta ma rientra sempre dalla finestra, c’è poco da fare… Grazioso, indie quanto basta, poco da annotare.

Nel cuore delle foreste del Nord America, lontano dalla società, un padre fuori dal comune dedica la propria vita a trasformare i suoi sei figli in adulti straordinari. Ma una tragedia si abbatte sulla sua famiglia, costringendolo a lasciare quel paradiso, faticosamente costruito, per iniziare, insieme con i suoi ragazzi, un viaggio nel mondo esterno che metterà in dubbio la sua idea di cosa significa essere un genitore, e tutto ciò che ha insegnato ai suoi figli. [sinossi] Immagine anteprima YouTube

 

SHUT IN
di Farren Blackburn

Certo, i due titoli che aprono il passaggio in rassegna delle uscite della settimana sembrano capolavori insormontabili se paragonati al resto del panorama. Si prenda ad esempio questo tragico thriller che non sa da che parte andare a parare, sfrutta male una star che spesso si fa sfruttare male (Naomi Watts), e si adagia su tutti i cliché possibili e immaginabili senza tentare mai una via personale. Uno di quei film che quando li si incontra la sera su Iris o Rai 4 li si abbandona dopo un paio di scene.

Mary è una psicologa infantile che vive e lavora senza mai allontanarsi dalla sua casa, dove riceve a domicilio i suoi pazienti e soprattutto si occupa del figliastro diciottenne Stephen, ridotto in stato vegetativo dall’incidente stradale in cui è morto il marito Richard. Quando resta coinvolta nella misteriosa sparizione di uno dei suoi pazienti, il piccolo Tom, Mary comincia tuttavia a essere perseguitata da strani eventi che condurranno a un’agghiacciante scoperta… [sinossi] Immagine anteprima YouTube

 

NON C’È PIÙ RELIGIONE
di Luca Miniero

Ben più spaventoso della storia di reclusione nella neve che soffre la ‘povera’ Watts è questa commedia di Luca Miniero, che forse raggiunge il nadir della propria carriera registica. Ed è tutto dire… Per di più, all’endemica mancanza di idee in fase di sceneggiatura si aggiunge un persistente retrogusto razzista nel modo in cui si mette in scena l’altro da sé, nel caso specifico la comunità islamica. Tanto per chiudere un cerchio che nessuno avrebbe dovuto aprire.

Una piccola isola del Mediterraneo e un presepe vivente da realizzare come ogni anno per celebrare il Natale. Purtroppo quest’anno il Gesù Bambino titolare è cresciuto e a Porto Buio non nascono più bambini da un pezzo. Così il sindaco di fresca nomina, Cecco, pensa di chiedere un neonato in prestito ai tunisini… [sinossi] Immagine anteprima YouTube

 

UNA VITA DA GATTO
di Barry Sonnenfeld

A contendere ai due titoli precedenti il premio per uscita meno consigliabile della settimana è questa commedia in cui Kevin Spacey si trasforma (ebbene sì!) in un gattone dallo sguardo bieco. E dove va a vivere? Ma proprio a casa sua, tra le braccia della figlioletta per la quale non ha mai tempo – è pur sempre un miliardario – e della moglie che trascura. Su questo canovaccio la produzione live action della Disney ha già avuto modo di lavorare nei decenni passati, quasi sempre con un acume maggiore di questo script mai divertente, che critica il capitalismo con la stessa forza con cui un bimbo di due anni sferrerebbe un pugno a Mike Tyson. Un tempo Barry Sonnenfeld, ottimo direttore della fotografia, sembrava voler trovare un proprio spazio all’interno delle dinamiche hollywoodiane anche come regista. Se il suo spazio deve essere questo, oggi, allora forse è meglio il cuscino su cui dorme il gatto di casa…

Tom Brand è un miliardario di grande successo ma il suo stile di vita lo ha allontanato totalmente da sua moglie Lara e da sua figlia Rebecca. Intento a recuperare il rapporto con la figlia, Tom decide di regalarle per il suo compleanno il gattino che desidera da molto tempo. Sulla strada verso casa, Tom è coinvolto in un terribile incidente e quando riprende conoscenza scopre di essere intrappolato nel corpo del gatto appena acquistato. Adottato dalla sua stessa famiglia, sperimenterà una nuova prospettiva di vita all’interno di casa sua. [sinossi] Immagine anteprima YouTube

 

IL MAGO DI OZ
di Victor Fleming

Per fortuna, come si accennava all’inizio dell’articolo, l’11 dicembre la Cineteca di Bologna riporta in sala, restaurato in digitale, Il mago di Oz di Victor Fleming, uno dei più lucenti capolavori del cinema fantasy. Con la speranza che nessuno abbia bisogno di sapere perché questa è l’uscita più esaltante della settimana (se è qui in coda è perché, come avrete compreso se seguite questo articolo settimanale, si dà comunque precedenza alle uscite nuove), non ci resta che aggiungere: “leoni, tigri, pantere, ohimé!”. Non perdetelo, e portate figli, nipoti, bimbi vicini di casa, scolaresche, perché godano sul grande schermo di questa splendida fantasmagoria.

Dorothy vive in una fattoria del Kansas. Improvvisamente un terribile tornado si abbatte su di lei, trascinandola insieme alla sua casa e al suo cane nel mondo del mago Oz. Qui tutto è strano e bello, ma Dorothy vuole lo stesso ritornare al più presto a casa… [sinossi] Immagine anteprima YouTube

 

Questa settimana escono nelle sale anche Babbo bastardo 2 (2016) di Mark Waters, La festa prima delle feste (2016) di Josh Gordon e Will Speck, La primavera di Christine (2016) di Mirjam Unger, e il documentario Il curioso mondo di Hieronymus Bosch (2016) di David Bickerstaff e Phil Grabsky, ennesimo evento distribuito da Nexo Digital. Buona visione!

Info
Il mago di Oz sul sito della Cineteca di Bologna.

Articoli correlati

  • Notizie

    uscite-in-sala-01-dicembre-2016-cov932Uscite in Sala 01 dicembre 2016

    Settimana ricca di uscite, dall'eroico pilota di Eastwood all'altrettanto eroico Knight interpretato da Matthew McConaughey; ma a rimanere negli occhi sono soprattutto l'animazione di Claude Barras e l'esordio di Fabio Bobbio.
  • Notizie

    Nelle sale: Monte, Snowden, Il cittadino illustre, Yo-Yo Ma... | Quinlan.itUscite in Sala 24 novembre 2016

    Sì, per carità, Snowden e Il Cittadino illustre... Ma è la settimana di Monte di Amir Naderi, e la speranza è che le non troppe sale che lo proiettano vengano prese d'assalto, come una montagna da abbattere.
  • Notizie

    uscite-in-sala-17-novembre-2016Uscite in Sala 17 novembre 2016

    Settimana di animali al cinema, notturni o fantastici che siano. Per il resto una vendicativa Emmanuelle Devos e i fantasmi, negazionisti e violentatori, della Seconda Guerra Mondiale.
  • Notizie

    Nelle sale: Fai bei sogni, Sing Street, Knight of Cups... | Quinlan.itUscite in Sala 10 novembre 2016

    Un profluvio di uscite tra ieri e oggi, nelle sale, ma poche davvero imperdibili. Tra queste senza dubbio l'ultimo, eccellente, Bellocchio, il sempre discusso Malick e Sing Street di John Carney.
  • Notizie

    uscite-in-sala-15-dicembre-2016-cov932Uscite in sala 15 dicembre 2016

    L'attenzione di tutto il mondo cinefilo è concentrata sul nuovo capitolo (a suo modo spurio) della saga di Star Wars, al punto da far passare in secondo piano sia il fantasy di Tim Burton sia i nostri sempiterni "cinepanettoni"...
  • Notizie

    uscite-in-sala-22-dicembre-2016-cov932Uscite in sala 22 dicembre 2016

    Paterson di Jim Jarmusch esce per questa settimana solo a Roma, Torino e Milano, ma il resto della penisola può sempre contare su Oceania e Le stagioni di Louise...
  • Notizie

    Nelle sale: Il GGG, Passengers, Alps, Mister Felicità... | Quinlan.itUscite in Sala 30 dicembre 2016

    Finisce l'anno, ne inizia uno nuovo, e in sala arrivano uno Spielberg destinato a essere tristemente incompreso, uno sci-fi romantico e poco seducente, Siani e un Lanthimos vecchio di cinque anni. Intanto buona fine, buon inizio e buone visioni!
  • Notizie

    Nelle sale: Il cliente, Sing, Assassin's Creed... | Quinlan.itUscite in Sala 04 gennaio 2017

    Il 2017 inizia con l'Asghar Farhadi premiato a Cannes, gli animali canterini di Sing, e (ahinoi) Assasin's Creed e Collateral Beauty. Era lecito aspettarsi di meglio per inaugurare l'anno...

COMMENTI FACEBOOK

Commenti

Lascia un commento