Uscite in sala 22 dicembre 2016

Uscite in sala 22 dicembre 2016

Paterson di Jim Jarmusch esce per questa settimana solo a Roma, Torino e Milano, ma il resto della penisola può sempre contare su Oceania e Le stagioni di Louise…

 

PATERSON
di Jim Jarmusch

Nessuno a Hollywood e dintorni (più i dintorni, visto che il “nostro” si tiene ben lontano dagli studios) assomiglia a Jim Jarmusch, per quanto in tanti cerchino di imitarlo; Paterson illumina la fine dell’anno – e il Natale – dopo aver fatto lo stesso sulla Croisette a maggio. Un concentrato della poetica autoriale di Jarmusch brillante e a suo modo melanconico, il miglior modo per concludere l’anno, insieme al Grande Gigante Gentile di Spielberg, che uscirà la settimana prossima. In realtà anche Paterson uscirà tra sette giorni nella maggior parte della nazione, eccezion fatta per Roma, Torino e Milano, dove lo troverete già domani. Capitolini e meneghini, sfruttate questo fortunato vantaggio!

Paterson è un conducente di bus nella città di Paterson, New Jersey. Ogni giorno, Paterson segue una semplice routine: guida per il percorso quotidiano che gli è assegnato, osservando la città attraverso il parabrezza e ascoltando frammenti di dialoghi intorno a lui; scrive poemi sul suo quaderno; porta a spasso il cane; si ferma in un bar e beve una birra; torna a casa da sua moglie, Laura. Al contrario, il mondo di Laura è sempre in perenne mutazione. Ogni giorno le porta un nuovo sogno. Paterson ama Laura, ed è riamato da lei. Supporta le ambizioni della sua compagna, che a sua volta loda le sue doti poetiche. [sinossi] Immagine anteprima YouTube

 

OCEANIA
di Chris Williams, Don Hall, John Musker, Ron Clements

Musker e Clements rappresentano la storia della Disney, almeno a partire dalla metà degli anni Ottanta; questo non deve però far pensare a una scelta conservativa della Casa del Topo, perché Oceania riesce nel non facile compito di far dialogare passato, presente e futuro (chissà…) della Disney, attraverso un racconto ricco di sfaccettature e ben più articolo di quanto non possa venir fuori da uno sguardo di superficie. E almeno un paio di sequenze rimangono incollate alla retina.

Vaiana è la giovane principessa di una piccola isola del Pacifico meridionale, che fin da piccola ha sempre sentito il richiamo irresistibile del mare. Da quando il semidio Maui ha rubato il cuore di Te Fiti, madre di tutte le isole, nel tentativo di penetrare il segreto della vita, il mondo esterno è diventato tuttavia un luogo pericoloso, infestato dalla presenza del demone del fuoco Te Kà. Malgrado suo padre le abbia proibito di superare la barriera corallina del Reef, Vaiana decide un giorno di mettersi alla ricerca di Maui, per convincerlo a restituire il cuore di Te Fiti e riuscire così a liberare il mondo dalla presenza del demone… [sinossi] Immagine anteprima YouTube

 

LE STAGIONI DI LOUISE
di Jean-François Laguionie

Ancora animazione, stavolta proveniente dalla Francia, patria di una delle produzioni più fertili del settore. Nostalgico ma non privo di ottimi tocchi ironici, il film di Laguinoie, già visto al festival di Roma lo scorso ottobre, conferma lo stato di forma dell’animazione transalpina, tra sguardi cinefili – non solo nell’ambito dei cartoon – e il racconto di una vita a pochi passi dalla fine. Commovente e diretto con mano ferma e una buona dose di ispirazione, Le stagioni di Louise potrebbe rivelarsi un ottimo outsider per il periodo natalizio.

L’ultimo giorno di estate Louise, un’anziana donna, si rende conto che l’ultimo treno è partito senza di lei. Si ritrova così da sola in una piccola località balneare, abbandonata da tutti. Il tempo inizia a peggiorare e lei, fragile e civettuola, non è esattamente un Robinson Crusoe. Eppure, Louise prende questa situazione come una sfida, cercando di sopravvivere affrontando la natura così come i suoi ricordi… [sinossi] Immagine anteprima YouTube

 

IL MEDICO DI CAMPAGNA
di Thomas Lilti

Non tutto è oro nel luccichio del film di Lilti, e alcuni passaggi narrativi lasciano ben più di un dubbio, ma non si può non apprezzare un dramma così composto nella sua retorica e nella capacità di raccontare una professione nobile e ricca di significati che vanno ben oltre la semplice professione. Apprezzabile.

In un paesino della campagna francese, Jean-Pierre è l’instancabile medico che assiste, in studio e a domicilio, tutti i residenti, curandoli e rassicurandoli. Colonna portante della comunità, Jean-Pierre si trova tuttavia costretto a condividere il suo compito con la giovane Nathalie, appena giunta in paese; una grave diagnosi medica gli impone infatti di ridurre i suoi impegni… [sinossi] Immagine anteprima YouTube

 

FLORENCE
di Stephen Frears

Sarebbe anche interessante la storia che si cela dietro la vita di Florence Foster Jenkins, ricchissima ereditiera newyorchese; peccato che Meryl Streep cannibalizzi completamente il personaggio e si mangi anche la scena che uno svogliato Frears non ha molta voglia di controllare. Ne viene fuori un pastrocchio che non fa ridere quando dovrebbe e non è in grado di commuovere quando dovrebbe. Peccato.

Nel 1944 l’ereditiera Florence Foster Jenkins è tra le protagoniste dei salotti dell’alta società newyorchese. Mecenate generosa, appassionata di musica classica, Florence, con l’aiuto del marito e manager, l’inglese St. Clair Bayfield, intrattiene l’élite cittadina con incredibili performance canore, di cui lei è ovviamente la star. Quando canta, quella che sente nella sua testa come una voce meravigliosa, è per chiunque l’ascolti orribilmente ridicola. Protetta dal marito, Florence non saprà mai questa verità. Solo quando Florence deciderà di esibirsi in pubblico in un concerto alla Carnegie Hall, senza invitati controllati, St. Clair capirà di trovarsi di fronte alla più grande sfida della sua vita. [sinossi] Immagine anteprima YouTube

 

LION – LA STRADA VERSO CASA
di Garth Davis

La Palma per il peggior film della settimana se la aggiudica però questo drammone senza capo né coda, didascalico e grondante di un’estetica da spot televisivo che rende ancora meno sopportabile il cascame di retorica spicciola che Davis propone al pubblico. Da evitare con cura. Molto meglio rimanere a casa con il pandoro e il Monopoli.

Nato in un villaggio rurale del Bengala, il piccolo Saroo sale su un treno che lo conduce a Calcutta, perdendosi in seguito nella grande metropoli. Sopravvissuto alle insidie della vita di strada, il bambino viene adottato da una coppia di coniugi australiani. Un ventennio dopo, il venticinquenne Saroo, determinato a ritrovare le sue radici, decide di utilizzare Google Earth per localizzare il suo paese natale… [sinossi] Immagine anteprima YouTube

 

Questa settimana esce nelle sale anche un insieme di episodi che dovrebbero formare un lungometraggio: si tratta del televisivo Paw Patrol (2015). Mah. Buona visione!

Info
Il sito ufficiale di Oceania.
Il sito ufficiale di Florence.

Articoli correlati

  • Notizie

    uscite-in-sala-15-dicembre-2016-cov932Uscite in sala 15 dicembre 2016

    L'attenzione di tutto il mondo cinefilo è concentrata sul nuovo capitolo (a suo modo spurio) della saga di Star Wars, al punto da far passare in secondo piano sia il fantasy di Tim Burton sia i nostri sempiterni "cinepanettoni"...
  • Notizie

    uscite-in-sala-08-dicembre-2016-cov932Uscite in Sala 08 dicembre 2016

    La famiglia di Dolan e quella di Captain Fantastic dominano una settimana assai poco interessante, tra miliardari che si trasformano in gatti, presepi viventi senza bambinelli e thriller pasticciati. Per fortuna domenica torna in sala Il mago di Oz...
  • Notizie

    uscite-in-sala-01-dicembre-2016-cov932Uscite in Sala 01 dicembre 2016

    Settimana ricca di uscite, dall'eroico pilota di Eastwood all'altrettanto eroico Knight interpretato da Matthew McConaughey; ma a rimanere negli occhi sono soprattutto l'animazione di Claude Barras e l'esordio di Fabio Bobbio.
  • Notizie

    Nelle sale: Monte, Snowden, Il cittadino illustre, Yo-Yo Ma... | Quinlan.itUscite in Sala 24 novembre 2016

    Sì, per carità, Snowden e Il Cittadino illustre... Ma è la settimana di Monte di Amir Naderi, e la speranza è che le non troppe sale che lo proiettano vengano prese d'assalto, come una montagna da abbattere.
  • Notizie

    Nelle sale: Il GGG, Passengers, Alps, Mister Felicità... | Quinlan.itUscite in Sala 30 dicembre 2016

    Finisce l'anno, ne inizia uno nuovo, e in sala arrivano uno Spielberg destinato a essere tristemente incompreso, uno sci-fi romantico e poco seducente, Siani e un Lanthimos vecchio di cinque anni. Intanto buona fine, buon inizio e buone visioni!
  • Notizie

    Nelle sale: Il cliente, Sing, Assassin's Creed... | Quinlan.itUscite in Sala 04 gennaio 2017

    Il 2017 inizia con l'Asghar Farhadi premiato a Cannes, gli animali canterini di Sing, e (ahinoi) Assasin's Creed e Collateral Beauty. Era lecito aspettarsi di meglio per inaugurare l'anno...
  • Notizie

    Nelle sale: Allied, Silence, The Founder, Magic Island... | Quinlan.itUscite in Sala 12 gennaio 2017

    Una settimana nel segno di Hollywood e di due dei suoi autori di maggior spicco, Martin Scorsese e Robert Zemeckis. Ma c'è anche la storia dell'impero McDonald's e un documentario diretto da Marco Amenta.
  • Notizie

    Nelle sale: Arrival, Your Name, Il ragno rosso... | Quinlan.itUscite in Sala 19 gennaio 2017

    È la settimana di Arrival, lo sci-fi firmato da Denis Villeneuve, ma in sala arrivano anche Your Name di Makoto Shinkai (ma solo per tre giorni) e l'interessante Il ragno rosso di Marcin Koszałka.

COMMENTI FACEBOOK

Commenti

Lascia un commento