Codice Unlocked – Londra sotto attacco

Codice Unlocked – Londra sotto attacco

di

Rozzo action movie sul tema del terrorismo internazionale, Codice Unlocked di Michael Apted resta sulla superficie degli eventi inanellando colpi di scena senza un reale obiettivo. In anteprima al Bif&st 2017.

Call me Al

Alice, agente della CIA, riesce a ottenere da un giovane prigioniero membro di una cellula terroristica delle informazioni vitali su un prossimo attacco contro un obiettivo americano a Londra. La donna riferisce tutto a Frank Sutter, uno dei responsabili dell’operazione, ma presto scopre di essere stata raggirata favorendo involontariamente l’attentato, perché Sutter non è chi lei pensa… [sinossi]

Negli anni ’80 e per buona parte dei ’90, l’action thriller è stato di certo uno dei generi dominanti, se ne producevano tanti e spesso con l’obiettivo del puro intrattenimento spettatoriale. Per cui, accanto ad episodi oggi annoverabili senza remore come prodotti d’autore (pensiamo a Vivere e morire a Los Angeles di Friedkin o a Manhunter di Michael Mann) c’era tutta una serie di film rivolti a un consumo più “alimentare”, come i vari Codice Magnum di John Irvin e Cobra di George Pan Cosmatos, costruiti su misura per star muscolari di turno: Arnold Schwarzenegger nel primo caso, Sylvester Stallone nel secondo. Oggi il range e il pubblico dell’action thriller si sono notevolmente ridotti, gli intrighi sono migrati nelle serie tv e, a parte le grandi saghe come Mission Impossibile o James Bond, e pellicole firmate da autori blasonati (Fincher, Nolan, Scorsese), quel genere di cinema non trova più spazio sugli schermi.
Desta dunque un certo stupore un prodotto come Codice Unlocked, miscuglio di azione e spionaggio di serie-b, indirizzato proprio a quel grande pubblico che però appare da tempo estinto.

Nonostante infatti il cast stellare, che annovera tra gli altri Noomi Rapace, il redivivo Orlando Bloom, Toni Collette, Michael Douglas e un come sempre gigionissimo John Malkovich, il film firmato da Micheal Apted (Le cronache di Narnia – Il viaggio del veliero, Il mondo non basta) appare come un prodotto di medio-basso costo, soprattutto poi per come trascura di sviluppare realmente la sua sceneggiatura. Codice Unlocked procede infatti inanellando voltafaccia e coup de théâtre, accompagnati da coriacee esplosioni action, ma senza preoccuparsi di ancorare il tutto a un solido e significativo sviluppo narrativo.
Se infatti le sequenze con esplosioni e cacce all’uomo soddisfano da un punto di vista della regia e intrattengono a dovere, lo stesso non può dirsi di quello che ci sta in mezzo. Gli intrighi, rivelati per lo più via telefono o con videomessaggi, stancano presto, così come la correlata giostra di tradimenti, dopo il secondo, il terzo e il quarto, di fatto si perde interesse in chi abbia tradito chi e, soprattutto, sul perché. Si veda al riguardo il lungo e delirante monologo del personaggio di Michael Douglas che, verso la chiusura degli eventi narrati (o poco narrati), dovrebbe tirare le somme di quanto visto, ma lascia invece alquanto perplessi. E perplessa e poco altro risulta anche l’eroina del film, l’agente federale Alice, Al per gli amici, incarnata da una Noomi Rapace piuttosto legnosa, sebbene efficiente nei momenti action. Ad un certo punto, infatti, l’unico vero piacere per lo spettatore risulta lo stare a guardare la Rapace o Toni Collette alle prese con fughe in motoscafo, raid nei boschi e quant’altro.

La chiave linguistica prescelta da Micheal Apted è anch’essa meramente funzionale: un montaggio alternato tra l’azione sul campo della Rapace e la camera dei bottoni della CIA, dove sovente troviamo un ingabbiato John Malkovich intento a contorcersi o ad ammiccare tra mille smorfiette, probabilmente un po’ invidioso della collega femmina e smanioso anche lui di esibirsi fisicamente, se non da un punto di vista action, almeno con lo slapstick.
Codice Unlocked è dunque un film che procede in maniera paratattica, addizionando eventi e personaggi, senza mai riuscire a farli coagulare attorno a un tema, quale quello del terrorismo internazionale, foriero di suo di numerosi, possibili sviluppi e approfondimenti, e invece lasciato sullo sfondo di un futile gioco scenico animato da tanti, troppi voltagabbana.

Info
La scheda di Codice Unlocked – Londra sotto attacco sul sito del Bif&st 2017.
Il trailer del film.
La scheda del film sul sito della Notorius Pictures.
  • codice-unlocked-2017-michael-apted-01.jpg
  • codice-unlocked-2017-michael-apted-02.jpg
  • codice-unlocked-2017-michael-apted-03.jpg
  • codice-unlocked-2017-michael-apted-04.jpg
  • codice-unlocked-2017-michael-apted-05.jpg

Articoli correlati

COMMENTI FACEBOOK

Commenti

Lascia un commento