Bellaria Film Festival 2017

Bellaria Film Festival 2017

Si svolgerà nel nome e nel ricordo del critico cinematografico Alberto Farassino il Bellaria Film Festival 2017. Rassegna unica nel suo genere, giunta alla trentacinquesima edizione, Bellaria esplorerà dal 25 al 28 maggio l’immensa varietà del mondo del cinema documentario. A Farassino il festival dedicherà un omaggio presentando la speciale riedizione, a cura di Cue Press, di uno dei suoi titoli principali: Neorealismo. Cinema italiano 1945-1949.

Si terrà dal 25 al 28 maggio il Bellaria Film Festival 2017, manifestazione esclusivamente dedicata al panorama contemporaneo del cinema documentario, di cui anche quest’anno Quinlan è media partner. Cuore del festival sono i concorsi Italia Doc e Casa Rossa Art Doc con complessivamente 18 titoli in competizione, che saranno proiettati tra il Cinema Astra, da sempre casa del festival, e il vicino Cinema Smeraldo. Ben sette le prime visioni italiane.
Come sempre, non sarà solo il cinema ad animare le giornate del Bellaria Film Festival 2017. Ospite d’onore è il musicista Stefano Bollani, che domenica 28 maggio chiuderà il festival nella suggestiva cornice del Parco culturale del Museo “La Casa Rossa” di Alfredo Panzini accompagnando al pianoforte uno dei capolavori di Buster Keaton, Come vinsi la guerra, con un’inedita colonna sonora composta ed eseguita in tempo reale. Tra gli altri eventi collaterali, la presentazione del docufilm Ustica. Il missile francese (giovedì 25 maggio, Cinema Astra); Isola di fuoco, evento crossmediale in cui le sonorità di Colapesce incontrano le immagini di Vittorio De Seta (venerdì 26 maggio, Cinema Astra); e la prima assoluta di Ascoltate! Romagna Relax, intervento performativo della compagnia Menoventi (Hotel Ermitage, sabato 27 maggio).

La giuria del Bellaria Film Festival 2017 sarà composta da Natalie Cristiani (regista, vincitrice nel 2016 del Bellaria Casa Rossa Art Doc con La Artefacta); Alberto Lastrucci (direttore Festival dei Popoli); Marco Migani aka Inserire Floppino (musicista e artista visivo); Enza Negroni (regista, presidente D.E-R Documentaristi Emilia Romagna). Presidente di giuria il regista Gianfranco Pannone, cui il festival dedicherà un omaggio con la proiezione del suo più recente lavoro… [continua a leggere]

Info
Il sito del Bellaria Film Festival 2017.

Articoli correlati

  • Bellaria 2017

    sagre-balere-2017-alessandro-stevanon-cov932Sagre balere

    di Il vincitore della trentacinquesima edizione del Bellaria Film Festival è Sagre balere di Alessandro Stevanon, racconto della vita quotidiana attraverso lo sguardo alle sale da ballo e alle feste di piazza dell'Italia del nord. Un'epopea a passo di liscio.
  • Bellaria 2017

    sopra-il-fiume-2016-Vanina-Lappa-recensioneSopra il fiume

    di In equilibrio tra lo sguardo antropologico e quello naturalistico, Sopra il fiume è un esempio di documentario etnografico di ottima sostanza e fascino visivo. Al Festival di Bellaria.
  • Festival

    bellaria-film-festival-2017-presentazioneBellaria Film Festival 2017 – Presentazione

    Si svolgerà nel ricordo del critico cinematografico Alberto Farassino l’edizione numero 35 del Bellaria Film Festival, rassegna che dal 25 al 28 maggio esplorerà l’immensa varietà del mondo del cinema documentario.
  • Corti

    tomba-del-tuffatore-2015-yan-cheng-federico-francioni-cov932Tomba del tuffatore

    di , La rovina del presente e le vestigia di un passato irriconoscibile (e mai conosciuto) sono al centro del viaggio materico e ipnotico in cui vengono condotti gli spettatori dai giovani registi Yan Cheng e Federico Francioni.
  • Firenze 2016

    vita-nova-2016-danilo-monte-laura-d-amore-recensioneVita nova

    di , Presentato al Festival dei Popoli, Vita nova di Danilo Monte, co-firmato con la compagna Laura D’Amore, che ancora racconta una parte della propria esistenza. Dopo il rapporto tormentato con il fratello in Memorie – In viaggio verso Auschwitz, è ora la volta di un aspetto della vita di coppia, quello del ricorso alla fecondazione assistita.
  • Torino 2016

    hidden-photos-2016-davide-grotta-cov932Hidden Photos

    di Presentato al Tffdoc/Italiana.doc, Hidden Photos, dell’italiano Davide Grotta, è un viaggio in Cambogia dove ancora il ricordo della Kampuchea Democratica divide la popolazione tra i superstiti degli eccidi dei Khmer rossi e coloro che avevano preso parte allo scellerato regime.

COMMENTI FACEBOOK

Commenti

Lascia un commento