Libere disobbedienti innamorate
Interessante esordio della regista israelo-palestinese Maysaloun Hamoud, Libere disobbedienti innamorate mette in scena una Tel Aviv che è spazio di confine tra culture, comunque problematico da abitare per le tre giovani protagoniste. Leggi tutto
I Am Not Your Negro
Distribuito in occasione della giornata internazionale contro il razzismo, I Am Not Your Negro è un’opera preziosa, che da un progetto risalente ad oltre un trentennio fa allarga il suo sguardo per trattare, senza retorica, le contraddizioni e i nodi irrisolti dell’America attuale. Leggi tutto
Un tirchio quasi perfetto
Esordio nella commedia del regista Fred Cavayé, Un tirchio quasi perfetto svuota il topos dell’avaro da qualsiasi (pretestuosa) valenza sociologica; ma l’evidente, scarsa dimestichezza del regista col genere si traduce in inconsistenza e ripetitività. Leggi tutto
A Good American
Vibra di genuino impeto divulgativo, A Good American, documentario incentrato su un’idea “altra” di intelligence, scartata dalla storia recente americana: ma la sua costruzione è debole sul versante dei meri riscontri fattuali. Leggi tutto
Cinquanta sfumature di nero
Rispetto al suo predecessore, Cinquanta sfumature di nero tenta uno sguardo più ravvicinato su dinamiche e basi di un rapporto di coppia non convenzionale; ma i suoi propositi si infrangono presto contro la grana grossa del soggetto. Leggi tutto
Le spie
Film sottovalutato, Le spie di Henri-Georges Clouzot è in realtà un’opera che gioca intelligentemente coi generi e la percezione dello spettatore, rappresentando, a suo modo, una perfetta fotografia del periodo in cui fu realizzato. Leggi tutto