Assalto al cielo
Con Assalto al cielo, fuori concorso a Venezia 2016, Francesco Munzi più che maldestro appare svogliato nel non voler provare a dare un minimo di chiave di lettura al racconto del decennio della contestazione, dal 1967 al '77. Leggi tutto
Safari
Presentato fuori concorso alla Mostra del Cinema di Venezia 2016, Safari di Ulrich Seidl è una impietosa immersione nel grottesco microcosmo dei cacciatori vacanzieri europei in Africa. Uno stordente mosaico (dis)umano. Leggi tutto
Spira mirabilis
Con Spira mirabilis i documentaristi Massimo D'Anolfi e Martina Parenti arrivano nel concorso della Mostra di Venezia; a una notevole potenza visiva non si coniuga però una adeguata forza di senso e narrazione. Leggi tutto
American Anarchist
È sempre colpa degli anarchici. Parte da questo vetusto e velenoso assunto, American Anarchist, pseudo-documentario ricolmo di pregiudizi e di toni inquisitori, che fa sua la lezione del cattivo maestro Michael Moore. Fuori concorso a Venezia 73. Leggi tutto
Pescatori di corpi
Presentato tra i Cineasti del presente al Festival del Film Locarno, il primo lungometraggio di Michele Pennetta affronta il problema dei boat people del canale di Sicilia, un tema di drammatica attualità, con un approccio originale, indiretto, e con un linguaggio tra narrazione e documentario. Leggi tutto
A Brief History of Princess X
Con l'esilarante cortometraggio A Brief History of Princess X, Gabriel Abrantes mette per la prima volta i suoi istinti anarcoidi e surreali al servizio della narrazione di una storia vera, riflettendo sull'interpretabilità dell'arte e dimostrando come la realtà possa essere a volte ben più assurda e divertente della finzione. Leggi tutto
Festa
Franco Piavoli torna alla regia per immortalare la "sera del dì di festa", tra Leopardi e Pascoli. Un viaggio tra il poetico e l'antropologico. Leggi tutto
The Challenge
Presentato nella sezione Cineasti del presente, The Challenge è l’ultimo lavoro di Yuri Ancarani che si misura con un’opera dalla durata maggiore rispetto ai suoi standard. Un film che conferma i punti di forza e di debolezza del regista. Leggi tutto
I Had Nowhere to Go
Presentato al Festival del Film Locarno, nella sezione Cineasti del presente, il nuovo film del regista Douglas Gordon che, dopo aver lavorato sul calciatore Zidane, incontra ora Jonas Mekas, il grande e storico autore di cinema sperimentale di origine lituana che affida a Gordon i suoi diari. Leggi tutto
Ogni opera di confessione
Ogni opera di confessione, presentato al festival di Bellaria, è espressione di memorie private e collettive, che vede la carica estetizzante, quasi astratta, delle sue immagini, trovare un costante contraltare nella concretezza delle storie raccontate. Leggi tutto
La compagna solitudine
Sullo sfondo di una Capitale malata, il giovane Davide Vigore si accosta all’esistenza di un uomo ricco e solo, la cui vicenda diviene espressione di un enigma dal notevole potenziale cinematografico. Al Bellaria Film Festival 2016. Leggi tutto
Il matrimonio
Presentato al Bellaria Film Festival, Il matrimonio è un modello insolito di cinema del reale, frammentario e privo di un centro come il microcosmo familiare che descrive. Leggi tutto
Gimme Danger
Jim Jarmusch gira un documentario sull'amico Iggy Pop e gli Stooges. Peccato che Gimme Danger, a parte la verve del cantante, non abbia molto di interessante da offrire allo spettatore. Leggi tutto
Exil
Rithy Panh continua a elaborare il lutto personale e universale di una nazione, la Cambogia, che ancora soffre le ferite della dittatura di Pol Pot. A Cannes tra le séances spéciales. Leggi tutto
Iraqi Odyssey
Samir, iracheno di nascita ma svizzero di adozione, racconta la diaspora della sua famiglia, dispersa in giro per il mondo. Leggi tutto
Above and Below
Il trentenne Nicolas Steiner svela il volto nascosto e sotterraneo (nel vero senso della parola) degli Stati Uniti nell'affascinante Above and Below, presentato alla quinta edizione del Cinema Svizzero a Venezia. Leggi tutto
Zero Days
Presentato in concorso alla Berlinale 2016, Zero Days di Alex Gibney è un dettagliato reportage sulle nuove frontiere della guerra tra (super)potenze. Frontiere virtuali, eppure pericolose e letali come un disastro nucleare. Leggi tutto
Oleg and the Rare Arts
Piacevole sorpresa, nella sezione Voices dell’International Film Festival Rotterdam, si è rivelato Oleg and the Rare Arts, il documentario su Oleg Karavaichuk, grande compositore e pianista sovietico, testimone della storia del suo paese, opera del giovane filmmaker Andrés Duque. Leggi tutto
Chuck Norris vs Communism
Presentato nel concorso documentari del Trieste Film Festival, il film della giovane regista Iliaca Calugareanu racconta un capitolo del rapporto con il cinema nella storia rumena, gli ultimi anni della dittatura di Ceaușescu e la propagazione nel paese di vhs clandestine di film hollywoodiani. La tesi del film appare però alquanto forzata. Leggi tutto
Master and Tatjana
Presentato al Trieste Film Festival, nella sezione Triesteff Art&Sound, Master and Tatjana è prima di tutto un documentario che ha il merito di divulgare la vita di un grande fotografo del tutto sconosciuto. Ma la regista lituana Giedrė Žickytė va oltre e lavora sul confronto tra fotografia e cinema, immagine statica e immagine in movimento. Leggi tutto
La supplication
Tratto dal libro della scrittrice Svetlana Aleksievič, premio Nobel per la letteratura nel 2015, La supplication è un'elegia dolorosa sul disastro di Chernobyl. Un film prezioso e potente, minimalista e visionario. In prima mondiale alla 27esima edizione del Trieste Film Festival. Leggi tutto