The Prey
Dopo Mea Maxima Culpa di Alex Gibney, un altro agghiacciante documentario che punta il dito contro il Vaticano e la pedofilia di alcuni suoi esponenti. Un viaggio nell’orrore degli abusi sessuali affrontato con coraggio e senza mezze misure. Fuori concorso al Bif&St 2014. Leggi tutto
La memoria degli ultimi
In concorso nella sezione ItaliaFilmFest/Documentari della quinta edizione del Bif&St un ritratto polifonico dedicato alla lotta partigiana, che intreccia passato e presente in un flusso di ricordi, parole, immagini, sorrisi e lacrime. Leggi tutto
Fuoco amico
Francesco Del Grosso affronta con coraggio il caso drammatico e insolubile di Davide Cervia, scomparso nel nulla nel 1990. Al Bif&st 2014 e ora in sala grazie a Movieday. Leggi tutto
Pays barbare
Yervant Gianikian e Angela Ricci Lucchi scavano in una delle pagine più buie e vergognose della storia d'Italia, quella che riguarda la guerra coloniale in Etiopia. Nella sezione TFFdocumenti all'ultimo Torino Film Festival. Leggi tutto
Emmaus
L'esordiente documentarista Claudia Marelli racconta la storia di alcuni uomini che vivono in una comunità di recupero dalle tossicodipendenze. Un'opera sincera, quasi intima, in concorso nella sezione Italiana.doc al TFF. Leggi tutto
Il segreto
Gli street artist partenopei cyop&kaf raccontano la propria città attraverso la reiterazione di un rito in cui i protagonisti assoluti sono bambini. In Italiana.doc al TFF. Leggi tutto
Dal profondo
In concorso nella sezione Prospettive Doc Italia, il film di Valentina Pedicini è un viaggio al centro della terra che regala visioni metafisiche e immagini spettacolari. Un perfetto esempio di come l’estetica possa fagocitare il racconto, depotenziandolo. Leggi tutto
La Santa
L'opera seconda di Cosimo Alemà è un thriller che guarda con insistenza al new horror statunitense degli anni Settanta. Leggi tutto
Lettera al Presidente
Film d'apertura della sezione Prospettive Doc Italia, il nuovo lavoro di Marco Santarelli cerca di ricostruire una sorta di memoria collettiva del nostro Paese, ma finisce per perdersi in un sentore di bozzettismo. Leggi tutto
Oltre il guado
L’etologo naturalista Marco Contrada raggiunge le zone boschive del Friuli orientale, ai confini con la Slovenia, per svolgere il consueto lavoro di censimento degli animali selvatici... Leggi tutto
Morituris
Un plot coraggioso, selvaggio, ardito nel mescolare tracce di provenienza diversa: Morituris di Raffaele Picchio è stato però incredibilmente bloccato dalla solita censura post-democristiana e non potrà uscire in sala. Leggi tutto
Waves
Lungometraggio d'esordio di Corrado Sassi, Waves mette in scena una lenta deriva agorafobica, che culla le sue suggestioni fra le onde, riflettendo sul concetto di vita, di giusto e di sbagliato. Interessante, anche se non del tutto riuscito. Leggi tutto
Low Tide
Presentata alla Mostra del Cinema di Venezia nella sezione Orizzonti, l'opera seconda di Minervini ci porta nella sperduta provincia americana per raccontare una storia di solitudine, incomunicabilità, affetto negato... Leggi tutto
Black Block
In Black Block, diretto da Carlo A. Bachschmidt, la durezza delle immagini è come integrata da una forza del racconto, della testimonianza verbale, che a tratti prende il sopravvento. Leggi tutto
Tarda estate
L'esordio di Marco De Angelis e Antonio Di Trapani, presentato nella sezione Controcampo Italiano alla sessantasettesima edizione della Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica di Venezia. Un'opera bizzarra e incompiuta, ma affascinante. Leggi tutto
Housing
Federica Di Giacomo esplora la realtà delle case popolari occupate, una realtà che a Bari ha raggiunto livelli difficili da immaginare. Leggi tutto
Bumba Atomika
L'esordio del marchigiano Michele Senesi, un pastiche ultra-pop che mescola e tritura il cinema popolare, creando un oggetto ammaliante e difficile da maneggiare. Leggi tutto
Rupi del vino
Dopo Terra Madre, un nuovo lavoro su commissione per Ermanno Olmi: Rupi del vino. Ed è un nuovo capitolo della sua filmografia dedicato all'amore per la bellezza del paesaggio. Leggi tutto
Lavoratori
Tommaso Cotronei filma un lavoro essenziale, antiretorico e straordinariamente coerente a sé; un esempio di cinema documentario a parte, stimolante e assolutamente non omogeneizzato. Nel concorso video del Festival di Locarno 2005. Leggi tutto