Pyromaniac
Il nuovo film di Erik Skjoldbjærg vorrebbe aprire una voragine nella mente disturbata di un giovane piromane che vorrebbe anche essere pompiere, ma si perde dietro una semplificazione eccessiva del linguaggio e del genere. Leggi tutto
Lady Macbeth
Elegante e compassato, Lady Macbeth di William Oldroyd inizia come una parabola ascendente di liberazione femminile, ma annega presto in un eccesso di sangue. In concorso al TFF. Leggi tutto
Porto
Il critico e cineasta Gabe Klinger firma una storia d'amore minimale, ambientata in una Porto notturna. Ultimo film interpretato da Anton Yelchin. In concorso al Torino Film Festival. Leggi tutto
Rat Film
I ratti come spazio rimosso, immagine di una (dis)umana tendenza alla razionalizzazione. Estremamente ipnotico e suggestivo, Rat Film di Theo Anthony espande uno spunto contingente a film-saggio sulla debolezza dell'uomo. Al TFF in Internazionale.doc. Leggi tutto
Sadie
Compendio di ossessioni “per procura”, dalla messa in scena artificiosamente elaborata, Sadie si rivela un’opera stanca e derivativa, priva di uno sguardo personale e di una vera urgenza espressiva. Al Torino Film Festival. Leggi tutto
We Are the Tide
Bambini scomparsi, la marea che non è più tornata a salire, un villaggio che vive nella disperazione, due ragazzi della facoltà di fisica. Scienza e natura, in un confronto che avrebbe meritato altri esiti artistici. In concorso al TFF. Leggi tutto
Yoga Hosers
Il secondo capitolo della trilogia di Kevin Smith dedicata al "true north" è Yoga Hosers, folle incontro tra demenziale e horror con un gruppo di bratwurst nazisti alla conquista del Canada. Al Torino Film Festival. Leggi tutto
Nyai – A Woman from Java
Presentato nella sezione Onde del Torino Film Festival, Nyai – A Woman from Java è l’ultima opera dell’eclettico regista indonesiano Garin Nugroho, sempre guidato dalla ricerca e dalla sperimentazione estetiche. Leggi tutto
Los decentes
Il nudo come recupero di se stessi e come detonatore di conflitti sociali. Los decentes tenta l'apologo antiborghese tramite gli strumenti della satira ghignante, ma il discorso è risaputo e assai poco vivacizzato da nuove letture. In concorso al TFF. Leggi tutto
Sam Was Here
Costeggiando il genere, superando il genere. Christophe Deroo tenta la strada dell'angoscia e dell'inquietudine affidandosi a un racconto ambiguo e indecidibile. Un'apprezzabile opera prima, ambiziosa e perturbante. Al TFF. Leggi tutto
Sadako vs. Kayako
Le due fantasmesse per eccellenza del j-horror si confrontano. Peccato che il duello non arrivi mai, che la tensione sia ai minimi storici e che l'intera trama risulti un risibile affastellamento di cliché. Leggi tutto
Antiporno
Sion Sono e il "roman poruno", l'erotico di produzione Nikkatsu. Antiporno è un film politico, spettrale ma ultra-pop, violento e beffardo, dal quale non si esce vivi. Al Torino Film Festival. Leggi tutto
Virtual Revolution
Presentato al Trieste Science+Fiction, Virtual Revolution di Guy-Roger Duvert è una riflessione impietosa, che passa da Philip K. Dick al noir, su di una società che è stata inghiottita senza speranza dal mondo virtuale. Leggi tutto
Under the Shadow
Vincitore del premio Stars' War del Trieste Science+Fiction 2016, Under the Shadow intreccia l'immaginario horror e i relativi meccanismi della messa in scena con un disperato e claustrofobico affresco dell'Iran khomeynista. Leggi tutto
Mon ange
Presentato al Trieste Science+Fiction 2016, Mon ange, film fantastico che sfrutta l’eterno tema dell’uomo invisibile per raccontare una delicata storia d’amore. Un film che porta la fortissima impronta surreale del suo produttore Jaco Van Dormael. Leggi tutto
Embers
Presentato al Trieste Science+Fiction 2016, vincitore del premio Asteroide, Embers riesce a delineare con originalità e profondità di sguardo uno scenario post apocalittico sui generis, minimalista e genuinamente indie. Leggi tutto
Realive
Presentato al Trieste Science+Fiction 2016, Realive è un ambizioso lungometraggio che si interroga sui confini etici e morali della medicina futura, sulla ricerca della rigenerazione del corpo, dell'allungamento della vita... Leggi tutto
I Am Not a Serial Killer
Presentato al Trieste Science+Fiction Festival 2016, I Am Not a Serial Killer dell'irlandese Billy O'Brien è un racconto di formazione, un thriller cupo e dalle venature orrorifiche e fantascientifiche. Leggi tutto
For the Love of Spock
Presentato al Trieste Science+Fiction l’affettuoso documentario su Leonard Nimoy a opera del figlio, Adam. Per celebrare il 50° anniversario di un mondo immaginario diventato un franchising, per omaggiare la sua figura simbolo, una sentita, quanto doverosa e meritata, agiografia. Leggi tutto
How I Fell in Love with Eva Ras
Presentato nella sezione Riscos del Doclisboa 2016, il film di André Gil Mata è una coproduzione tra Bosnia Erzegovina e Portogallo sotto il patrocinio di Béla Tarr. Un viaggio nella filmografia di un paese, la ex-Jugoslavia, e attraverso di questa nella sua storia, visibile ormai da lontano come un film dalla cabina di proiezione. Leggi tutto
La mujer del Animal
Nel raccontare la spietata realtà di un quartiere di Medellín, e la violenta odissea di una donna che lo abita, Víctor Gaviria adotta in La mujer del Animal un’estetica secca ed efficace, malgrado i pur presenti limiti narrativi. Leggi tutto
La ultima tarde
Nel corso del peregrinare urbano di una coppia in procinto di divorziare, La ultima tarde di Joel Calero analizza gli ideali perduti di una generazione peruviana, ma cede nel finale alle lusinghe di una facile catarsi. Alla Festa del Cinema di Roma. Leggi tutto
The Hollars
Con The Hollars John Krasinski abbraccia gli stilemi classici del cinema indipendente americano, non punta a stravolgerli né a rinnovarli, ma vi infonde nuova linfa, attingendo perlopiù alla sua personale sensibilità. Alla Festa del Cinema di Roma. Leggi tutto
Afterimage
Presentato alla Festa del Cinema di Roma, Afterimage assume inevitabilmente la forma di un testamento poetico e politico, lasciandoci in eredità la “visione” di Władysław Strzemiński e lo “sguardo” di Andrzej Wajda. Leggi tutto
Sword Master 3D
Con Sword Master 3D, Derek Yee punta ad omaggiare un genere (il wuxia) e un film (Death Duel, che lo vide, come attore, al suo primo ruolo importante): ma il risultato, complice la brutta estetica digitale, è fallimentare. Leggi tutto
Fritz Lang
Irascibile, cocainomane e violento: è questo il Fritz Lang descritto nel biopic omonimo diretto in maniera grossolana da Gordian Maugg, un film che vorrebbe descrivere il lato oscuro del genio, mentre invece non fa altro che ridicolizzarlo. Alla Festa del Cinema di Roma. Leggi tutto
Hell or High Water
Dramma familiare, road movie, post-western apocalittico nel Texas della crisi economica, Hell or High Water di David Mackenzie, serba tutto il potere di un classico senza tempo. Alla Festa del Cinema di Roma. Leggi tutto
Noces
Espressione di un tema spinoso, dichiaratamente prevedibile nella sua evoluzione, Noces testimonia di un regista dallo sguardo non banale, ma resta imbrigliato in una narrazione difettosa e poco equilibrata. Leggi tutto