The Escapist
Frank Perry è un ergastolano ormai rassegnato a finire i suoi giorni in carcere fino a quando non scopre che l’adorata figlia è gravemente ammalata... Leggi tutto
Non-dit
Lisa è scomparsa senza alcuna ragione plausibile. Per i suoi genitori, Lukas e Grace, le speranze di rivederla sono ormai ridotte al minimo e il silenzio che li divide evita loro di dover affrontare il dolore del passato e del presente. Leggi tutto
Wendy and Lucy
Wendy Carroll sta guidando verso Ketchikan, in Alaska, con l’idea di un’estate di lavoro alla Northwestern Fish Cannery e la speranza di una nuova vita con il suo cane, Lucy... Leggi tutto
Astrópía
Delicato e divertente, il lungometraggio d'esordio di Gudmundsson riesce a raccontare con toni leggeri l'importanza dell'amicizia e della socializzazione, anche attraverso il gioco, i fumetti, l'animazione, il cinema... Leggi tutto
24 City
24 City, il viaggio del regista cinese Jia Zhangke a metà tra documentario e totale ricreazione della realtà. In concorso al Festival di Cannes nel 2008. Leggi tutto
Iri
Nel 1977 un’esplosione dilaniò la stazione ferroviaria di Iri, una cittadina della Corea del Sud, causando centinaia di morti. Trent’anni dopo la città ha un nome nuovo e nuovi edifici, ma le ferite interiori delle persone coinvolte sono più lente e difficili da sanare... Leggi tutto
Good
La parabola del professor John Halder, dal timido saluto nazista all'uniforme delle SS indossata con un misto di inquietudine e fierezza, si offre a dibattiti di carattere storico e cinematografico, ma si rivela un ostacolo ancora troppo arduo per un regista al secondo lungometraggio. Leggi tutto
Rembrandt’s J’accuse
Greenaway disseziona letteralmente La ronda di notte di Rembrandt, mettendone in luce i punti che ritiene fondamentali per riuscire a dipanare la complessa matassa del mistero che si agita alle spalle di questo capolavoro della pittura mondiale... Leggi tutto
Summer
Summer riflette sul destino quasi sempre segnato di chi rimane confinato in un contesto provinciale, impotente più che insensibile nei confronti dei soggetti più problematici. Nonostante le ottime intenzioni, permane però un retrogusto di già detto, già visto, persino superfluo... Leggi tutto
Baghead
Baghead è la conferma del folle cinema dei fratelli Duplass, qui alle prese con la rilettura del tutto personale del thriller. Tra i protagonisti una ancora sconosciuta Greta Gerwig. Leggi tutto
Cry me a river
Con il cortometraggio Cry me a river Jia Zhangke sceglie come location la Venezia d'Asia, Suzhou. Un'occasione per un viaggio nella memoria, intima e di una nazione. A Venezia 2008. Leggi tutto
Una semana solos
Teenager e bambini allo sbando in un territorio limitato a quello del loro vicinato, un modellino in scala di una piccola città: case con giardini, una scuola, un salone per le feste, una piscina. In un percorso che va dal divertimento alla noia, senza genitori nei paraggi... Leggi tutto
Inland
Malek, un topografo che conduce una vita quasi da recluso, cede alle pressioni dell’amico Lakhdar e accetta un lavoro in una regione dell’Algeria occidentale... Leggi tutto
Cucumber
Povertà, precarietà, rassegnazione, prostutuzione e via discorrendo: la Cina fotografata da Zhou Yao-wu non lascia praticamente scampo. Opera prima sulla scia di Jia Zhangke, Cucumber è stato presentato alla Settimana della Critica 2008. Leggi tutto
The Visitor
Il giovane regista finlandese Jukka-Pekka Valkeapää esordisce al lungometraggio con The Visitor, misterica incursione nella foresta, tra il fiabesco e il drammatico. Leggi tutto
Paper Soldier
Paper Soldier si dimostra da subito non la ricostruzione di un evento storico, bensì l’analisi della rivoluzione (apparente) che sconquassò l’URSS a ridosso della morte di Stalin: per un pugno di febbrili anni, l’intellighenzia sovietica si convinse di aver trovato la vera, definitiva, via al socialismo... Leggi tutto
Melancholia
La poesia, la guerriglia nella foresta, l'ideologia. Il cinema di Lav Diaz non ha paragoni nel resto del panorama mondiale, e ogni film appare come un'epifania. Leggi tutto
Inju, la bête dans l’ombre
Per l’uscita del suo nuovo libro, Alex Fayard è inviato in Giappone. Una sera incontra Tamao, una geisha che gli confida le sue angosce: è minacciata da un suo ex amante che potrebbe essere il romanziere Shundei Oe... Leggi tutto
Achille e la tartaruga
“Devo essere quasi morto per avere delle idee”. E quasi muore davvero Kitano nell’inseguire la tartaruga, sempre un pizzico avanti a lui, come l’Achille del paradosso di Zenone: Achille e la tartaruga, presentato alla Mostra del Cinema di Venezia. Leggi tutto
Perfect Life
L'insistita estetica low-budget e il ritratto di una Cina contemporanea sempre più crudele e monadistica non riescono a fare di Perfect Life, seconda regia di Emily Tang, una degna emula di Jia Zhangke. Leggi tutto
Jerichow
Ennesimo adattamento da Il postino suona sempre due volte di James Cain, Jerichow si perde presto in un mare di cliché, facendo dimenticare anche alcuni illuminanti squarci visivi, che pure vi sono nel film di Petzold. Leggi tutto
Adrift in Tokyo
Visto al Far East Film Festival di Udine, Adrift in Tokyo conferma la statura autoriale del cinema di Satoshi Miki, tra lirismo e grottesco. Leggi tutto