Ethel & Ernest
Presentato al Future Film Festival, Ethel & Ernest porta sul grande schermo il graphic novel di Raymond Briggs, commovente e autobiografica cronaca quotidiana di una coppia della classe proletaria inglese dal giorno del loro primo incontro fino alla morte. Leggi tutto
A Silent Voice
Presentato al Future 2017, A Silent Voice affronta con piglio shinkaiano una storia di bullismo, solitudine e amicizia. Tratto dal manga di Yoshitoki Ōima e acquistato per l'Italia dalla Dynit, il film della Yamada è un delicato e stratificato romanzo di formazione. Leggi tutto
Have a Nice Day
In concorso alla Berlinale 2017 e opera seconda di Liu Jian, Have a Nice Day filtra attraverso l'estetica della Pop Art l'instabilità e la crisi culturale e ideologica della Cina contemporanea. Animazione indipendente, budget risicato, humor nero. Leggi tutto
Lego Batman – Il Film
C'è un mondo dietro i celeberrimi mattoncini, dietro le icone della DC. Un mondo che con Lego Batman prende però una piega troppo prevedibile, priva delle intuizioni e della verve di Lego Movie... Leggi tutto
Your Name.
Distribuito nelle sale italiane da Nexo Digital e Dynit, dal 23 al 25 gennaio 2017, Your Name è l'ennesima conferma di un percorso narrativo ed estetico che da anni misura le distanze che ci dividono, la consistenza dell'amore... Leggi tutto
Sing
Sing parte dal proliferare mondiale di contest per aspiranti cantanti e arriva a comporre una polifonia di voci divertenti, per un film d'animazione basilare, ma grazioso. Leggi tutto
Oceania
Complesso e stratificato, più innovativo di quanto non possa apparire a prima vista, Oceania è probabilmente il miglior prodotto Disney da diversi anni a questa parte, un felice esempio di convivenza di passato e futuro per il colosso americano. Leggi tutto
Seoul Station
Presentato al Trieste Science+Fiction Festival 2016, Seoul Station riporta Yeon Sang-ho al cinema d'animazione e a quel cosmico e spietato pessimismo che aveva già caratterizzato i precedenti The King of Pigs e The Fake. Leggi tutto
Kubo e la spada magica
Commovente ed epico, Kubo e la spada magica aggiunge un altro mattoncino alla intramontabile storia di Starewicz, O' Brien, Harryhausen, Mochinaga, Vinton, Trnka, Švankmajer, Selick... Leggi tutto
Bozzetto non troppo
Il documentario di Marco Bonfanti scandaglia la quotidianità e l'umanità di Bruno Bozzetto, ripercorrendo alcune tappe fondamentali della vita privata e professionale di questo gigante dell'animazione mondiale. Leggi tutto
Africa Before Dark
Creduto per lungo tempo perduto, Africa Before Dark è Walt Disney prima della Disney, capace di innestare nella caccia grossa di un Oswald the Lucky Rabbit che già anticipa nel tratto quello che poco dopo sarà Topolino, un fondamentale manifesto del cinema di animazione. Alle Giornate del Cinema Muto 2016. Leggi tutto
Gantz:O
Presentato fuori concorso a Venezia 2016, Gantz:O insegue vanamente il fotorealismo. L'agognata perfezione della fluidità dei movimenti dei personaggi umani e dell'espressività dei loro volti resta – per il momento – un irraggiungibile Sacro Graal. Leggi tutto
Alla ricerca di Dory
Tredici anni dopo le avventure di Nemo, Lasseter e soci cercano di trovare il giusto equilibrio tra creatività e corsa al box office. I pixel sfavillanti, l'elogio della diversità e i buoni sentimenti declinati in uno script vivace non cancellano però le perplessità sulle scelte e sul futuro creativo della Pixar. Leggi tutto
Il drago invisibile
Libero adattamento di un film realizzato nel 1977 in tecnica mista, Il drago invisibile si rivela un’operazione interessante, capace di aggiornare (e ampliare) i temi del suo modello in un nuovo contenitore. In sala da oggi. Leggi tutto
La mia vita da zucchina
La Quinzaine ritaglia spazi preziosi per il cinema d'animazione, anche quello a misura di bambino. Diretto da Claude Barras, La mia vita da zucchina è l'ennesima dimostrazione della vitalità della stop motion e dell'animazione transalpina. Leggi tutto
La tartaruga rossa
Presentato nella sezione Un Certain Regard, La tartaruga rossa di Michaël Dudok de Wit è l’ennesimo miracolo artistico e produttivo dello Studio Ghibli, in coproduzione con le francesi Prima Linea Productions, Why Not Production e Wild Bunch. Leggi tutto
Momotaro, Sacred Sailors
Presentato in anteprima nella ricca sezione Cannes Classics, il restauro di Momotaro, Sacred Sailors (1945) rende merito al lavoro di Mitsuyo Seo e allo sforzo produttivo della Shochiku. Primo lungometraggio animato giapponese e sfortunato, nonché tragicamente nefasto, film di propaganda. Leggi tutto
The Boy and the Beast
Presentato in anteprima al Future Film Festival 2016, The Boy and the Beast approda nelle sale grazie alla Lucky Red. Mamoru Hosoda si conferma autore dalla rara sensibilità narrativa ed estetica, forse il più vicino all'universo immaginifico miyazakiano. Leggi tutto
The Case of Hana & Alice
Presentato al Future Film Festival 2016, The Case of Hana & Alice è un anime atipico, indipendente, realizzato con la tecnica del rotoscopio. Un'immersione bizzarra, delicata e imprevedibile nell'adolescenza. Un'incursione felicissima di un regista live action nell'universo animato. Leggi tutto
Miss Hokusai
Presentato al Future Film Festival l’anime più atteso dell’anno, Miss Hokusai, peraltro già trionfatore ad Annecy. Keiichi Hara realizza un’altra opera coloratissima, tratta da un manga, che rievoca la società e l’arte dell’epoca Edo. Leggi tutto
Ghost Messenger
Presentato al Future Film Festival 2016, Ghost Messenger di Bong Hue Gu è un lungometraggio che pesca a piene mani tra la produzione nipponica e che mostra tutti i limiti narrativi della sua derivazione da due precedenti OAV. Più che apprezzabile, nonostante gli evidenti debiti estetici, la qualità grafica. Leggi tutto
Avril et le Monde truqué
Premiato ad Annecy e presentato in anteprima italiana al Future Film Festival 2016, Avril et le Monde truqué (April and the Extraordinary World) è un'avventura fantasiosa e rocambolesca, ennesimo tassello positivo del variopinto cinema d'animazione transalpino. Leggi tutto