Morto Stalin, se ne fa un altro
Per la regia di Armando Iannucci, Morto Stalin, se ne fa un altro è una farsa ambientata nel corso degli ultimi giorni del dittatore georgiano. Sfacciata, esageratamente sopra le righe e in fin dei conti futile. In concorso al Torino Film Festival. Leggi tutto
Tito e gli alieni
Si muove tra echi dell'indie americano e reminiscenze della fantascienza spielberghiana il nuovo film di Paola Randi, Tito e gli alieni, presentato in Festa Mobile al Torino Film Festival. Leggi tutto
Smetto quando voglio – Ad honorem
La trilogia diretta da Sydney Sibilia si chiude con Smetto quando voglio - Ad honorem: la scalcinata banda di ricercatori universitari capitanata da Edoardo Leo dovrà trovare il modo di evadere da Rebibbia per impedire una strage ordita da colui che ha sintetizzato il Sopox: Walter Mercurio. Leggi tutto
Assassinio sull’Orient Express
Kenneth Branagh riporta in vita Hercule Poirot e lo mette di fronte al suo caso più celebre, l'assassinio sull'Orient Express; chi ha accoltellato per ben dodici volte il facoltoso americano Samuel Edward Ratchett mentre questi dormiva nella sua cuccetta? Agatha Christie però, a parte la trama basica, non abita più qui. Leggi tutto
Il libro di Henry
Unisce due film in uno Colin Trevorrow in Il libro di Henry e il risultato non può funzionare: da un lato il dramma familiare, dall'altro il thriller. In mezzo, una mamma spaesata, interpretata da Naomi Watts, che non sa come affrontare il mondo. Leggi tutto
Caccia al tesoro
I fratelli Vanzina tornano alla carica, cercando nuova linfa in una comicità partenopea finora abbastanza estranea al loro percorso. Il risultato è fiacco, anche per via di una lettura morale a dir poco discutibile, e che appesantisce una trama che dovrebbe essere scoppiettante. Leggi tutto
Agadah
A dieci anni da L'aria del lago il lecchese Alberto Rondalli torna al cinema con Agadah, ambizioso adattamento (e inevitabile riduzione) de Il manoscritto ritrovato a Saragozza di Jan Potocki. Un viaggio misterico nei demoni della mente, e in quelli della tradizione cabalistica. Leggi tutto
Il domani tra di noi
Abbandonati i suoi ritratti sociali, con Il domani tra di noi Hany Abu-Assad tenta di mescolare survival movie e dramma romantico, delineando goffamente le dinamiche di un legame nato a seguito di un incidente mortale. Leggi tutto
American Assassin
Spy story incentrata su rancori personali e brama di vendetta, American Assassin di Michael Cuesta vanta una solida regia nelle sequenze action, ma la sua storia perde presto ogni credibilità. Leggi tutto
Gli sdraiati
Tratto dall'omonimo romanzo di Michele Serra, Gli sdraiati di Francesca Archibugi è un apologo semiserio sul conflitto padre-figlio, da cui emerge trionfante il vitalismo adolescenziale. Leggi tutto
Never-Ending Man: Hayao Miyazaki
Il documentario di Arakawa mostra alcune significative fasi della creazione del cortometraggio in computer grafica Boro the Caterpillar e gli amletici dubbi del suo creatore, alle prese con gli anni che passano e il lavoro e il mondo che cambiano (troppo) in fretta. Leggi tutto
Justice League
Plasmato da più mani, Justice League si rivela un caleidoscopio fuori asse, squilibrato da troppi fattori, da troppi aggiustamenti e ripensamenti. La poetica di Zack Snyder è evidente, ma frenata e in buona parte neutralizzata (e non sempre è un male). Leggi tutto
La signora dello zoo di Varsavia
L'orrore nazista che non si ferma davanti a nulla, nemmeno davanti a degli indifesi animali: La signora dello zoo di Varsavia adotta toni fiabeschi e spesso grossolani, senza però perdere la dignità un po' d'antan del racconto edificante. Leggi tutto
Ogni tuo respiro
L’esordio alla regia di Andy Serkis cerca di raccontare il rapporto con la disabilità, ma la grana è grossa, mentre l’enfasi posticcia fagocita il racconto e le sue istanze. Leggi tutto
The Big Sick
Commedia indie spumeggiante, romantica e commovente, The Big Sick di Michael Showalter affronta love story, malattia e differenze culturali con invidiabile humour. Leggi tutto
The Broken Key
Louis Nero torna alla ribalta con un thriller in odor di fantascienza a dir poco ambizioso, ma anche pastrocchiato all'inverosimile. Una narrazione episodica e inconcludente, sorretta da una costruzione visiva che non è in grado di reggere il peso delle intenzioni del regista. Leggi tutto
Auguri per la tua morte
Declinando in chiave slasher Ricomincio da capo, senza rinunciare alla verve comica, Auguri per la tua morte (Happy Death Day) è un susseguirsi di variazioni, di immediati e plurimi remake, di reboot che si cannibalizzano nel giro di pochi minuti, addirittura secondi. Leggi tutto
Tonya
Presentato alla Festa del Cinema di Roma, il biopic sportivo di Gillespie è il vulcanico ritratto di una fantastica perdente, di un diamante grezzo che ha dovuto fare i conti – sempre – con un ambiente ostile. Memorabili performance di Margot Robbie e Allison Janney. Leggi tutto
My Name Is Emily
Con circa due anni di ritardo arriva nelle nostre sale My Name Is Emily di Simon Fitzmaurice, affetto da SLA da quasi un decennio e scomparso a soli 43 anni pochi giorni prima della distribuzione del film in Italia. Leggi tutto
In un giorno la fine
Esordio nel lungometraggio del regista Daniele Misischia, prima puntata della nuova avventura produttiva dei Manetti Bros., In un giorno la fine rilegge lo zombie movie da un’ottica nostrana. Leggi tutto
The Place
Un intreccio intrigante per un epilogo deludente, con The Place Paolo Genovese riconferma i pregi e i difetti del suo marchio di fabbrica. Film di chiusura della Festa del Cinema di Roma. Leggi tutto
Borg McEnroe
Biopic europeo con l’approccio e l’afflato spettacolare di molto cinema hollywoodiano, Borg McEnroe mette in scena una delle più note rivalità sportive della storia, restando tuttavia a un livello superficiale sul piano della ricostruzione biografica. Leggi tutto
Mazinga Z Infinity
Affidata all'esperto Junji Shimizu, l'operazione nostalgia Mazinga Z Infinity funziona per una manciata di minuti, giusto il tempo della vibrante sigla iniziale e della sarabanda di mostri storici gettati subito nella mischia... Leggi tutto
La truffa dei Logan
Riflessione sugli strumenti del cinema e il loro inesauribile potere, La truffa dei Logan di Steven Soderbergh è un heist-movie rocambolesco e sfrenato. Alla Festa del Cinema di Roma. Leggi tutto
Mistero a Crooked House
C'è il genio di Agatha Christie dietro Mistero a Crooked House, che della grande scrittrice britannica però riesce a mantenere solo l'ambientazione e lo sviluppo in parte fedele degli avvenimenti. Troppo anodina e inconsistente la regia di Gilles Paquet-Brenner. Leggi tutto
Gifted – Il dono del talento
Marc Webb con Gifted - Il dono del talento racconta il classico mito del 'piccolo genio' inquadrandolo in una prospettiva diversa: e se fosse necessario prima forgiare l'individuo, e solo dopo riconoscerne il talento? Peccato che questa intuizione non regga l'intera architettura del film... Leggi tutto
Lola + Jeremy
Lola + Jeremy è l'esordio della francese July Hygreck, che cerca di inseguire in maniera fin troppo pedissequa e priva di fantasia il cinema inventivo di Michel Gondry. Un film grazioso ma esile, presentato in Alice nella città alla Festa di Roma 2017. Leggi tutto