Silence
In Silence Martin Scorsese torna a ragionare sul significato di fede, sul conflitto culturale e sulla necessità di aprirsi all'altro per comprendere se stessi, e dare un reale peso alle proprie convinzioni. Leggi tutto
Mister Felicità
Tra sonore cadute e torte in faccia, Mister Felicità, terza regia per Alessandro Siani, strappa qualche risata, ma trascura un po' tutto: dalla sceneggiatura ai personaggi, dalla regia al montaggio. Leggi tutto
Non c’è più religione
Provando a includere nell'usurato schema comico Nord/Sud anche la coabitazione tra italiani e arabi, Luca Miniero realizza con Non c'è più religione un film paternalista, maldestro e, soprattutto, mai divertente, ad eccezione di una fugace apparizione di Herlitzka. Leggi tutto
Free State of Jones
Qualche passaggio a vuoto, una cornice troppo didascalica, ma anche il solido mestiere di Gary Ross e un McConaughey misurato, accompagnato da un valido cast. Disastro al botteghino negli Stati Uniti, presentato al TFF2016, da dicembre nelle sale italiane. Leggi tutto
La ragazza del treno
Traendo spunto da un bestseller letterario di Paula Hawkins, Tate Taylor costruisce con La ragazza del treno un thriller prevedibile, inutilmente arzigogolato e privo di reale suspense. Leggi tutto
Qualcosa di nuovo
Due valide attrici e un testo teatrale di successo non bastano a fare di Qualcosa di nuovo una esplorazione compiuta delle dinamiche del desiderio femminile. Il film di Cristina Comencini si assesta perciò su una stanca ripetizione di situazioni e battibecchi tra amiche. Leggi tutto
La verità sta in cielo
Ricostruzione improntata al re-enacting delle inchieste sul caso Orlandi, La verità sta in cielo di Roberto Faenza non è un film propriamente riuscito, ma pungola memoria collettiva e coscienza civile. Leggi tutto