L’infanzia di un capo
Opera prima dell'attore statunitense Brady Corbet, ambiziosa e insolita, a tratti straniante, L'infanzia di un capo (The Childhood of a Leader) approda nelle sale italiane due anni dopo la presentazione a Venezia. Leggi tutto
Le redoutable
Godard interpretato da Garrel pontifica sulla falsità del recitare, sulla rivoluzione, sugli operai e i contadini, e ovviamente sul cinema. È Le Redoutable di Michel Hazanavicius, sbalestrato e reazionario sguardo sul padre della nouvelle vague. Incredibile ma vero, in concorso a Cannes 2017. Leggi tutto
Dopo l’amore
Dramma di coppia rigoroso e stilisticamente elegante , Dopo l'amore di Joachim Lafosse, presentato alla Quinzaine, è un ottimo palcoscenico per i suoi interpreti, ma tutto quel loro litigare alla lunga stanca. Leggi tutto
Fai bei sogni
Travestito da adattamento del romanzo autobiografico di Massimo Gramellini, Fai bei sogni è una satira feroce, ma anche divertita, del giornalismo contemporaneo e della società tutta. Alla Quinzaine des Réalisateurs. Leggi tutto
The Search
Remake dell’omonimo film di Fred Zinnemann il dramma bellico di Hazanavicius è schematico, retorico, poco onesto nel tratteggiare il nemico russo. Meno brillante del solito Bérénice Bejo, affiancata da Annette Bening. Leggi tutto
Tutti pazzi per Rose
L'esordio alla regia di Règis Roinsard, Tutti pazzi per Rose, è un omaggio affettuoso, un po' affettato e cinefilo agli anni Cinquanta, all'energia e alla voglia di modernità che si faceva largo nelle nuove generazioni. Leggi tutto