Assassin’s Creed
Lanciato come un blockbuster pensante, Assassin’s Creed sottovaluta trama, logica, avventura e cliché riuscendo comunque a prendersi troppo sul serio. Michael Fassbender è il protagonista di questo adattamento di un celebre videogioco. Leggi tutto
L’uomo che vide l’infinito
Scritto e diretto da Matt Brown, L'uomo che vide l'infinito racconta una figura di genio interessante e dalle molte potenzialità, non riuscendo tuttavia a superare i cliché e le convenzioni più viete del moderno biopic. Leggi tutto
Race – Il colore della vittoria
Muscolare, spettacolare nella resa dei trionfi dell’atleta Jesse Owens, Race - Il colore della vittoria si rivela debole sia come puro biopic, che come descrizione di una vicenda umana e sportiva che assumerà un forte valore simbolico. Leggi tutto
Batman v Superman: Dawn of Justice
Snyder contrappone i cromatismi e la tutina di Superman alla pesante e ultra-tecnologica armatura di Batman. La fatica e il dolore di Wayne agli inarrivabili poteri kryptoniani. Una sfida impari tra umano e divino, tra chi risale a fatica dall'Inferno e chi è sceso da un ipotetico Paradiso. Leggi tutto
La corrispondenza
Tornatore tenta di realizzare con La corrispondenza un film speculare a La migliore offerta, giocando sull'assenza, sul romanticismo e su un rovello narrativo pseudo-thriller. Ma, molto più che nel passato, il suo meccanismo fa cilecca. Leggi tutto
High-Rise
Vera e propria orgia visionaria di sesso, violenza, sarcasmo e teorie anti capitaliste, High Rise manca però di struttura, configurandosi come un lungo climax accompagnato dalle musiche di Clint Mansell. In Festa Mobile al TFF 2015. Leggi tutto
Treno di notte per Lisbona
Bolso e inerte, Treno di notte per Lisbona è l'ennesimo tassello di una filmografia, quella del danese Bille August, consustanzialmente reazionaria, di matrice letteraria, stereotipata e insincera. Leggi tutto