The Woman Who Left
Per la prima volta in concorso a Venezia e vincitore del Leone d'Oro, Lav Diaz firma l'ennesimo gioiello splendente della sua filmografia, mettendo in scena un revenge movie doloroso e sottoproletario. Leggi tutto
Singing in Graveyards
Grande omaggio a una delle figure chiave del rock filippino, Singing in Graveyards segna l'esordio alla regia di Bradley Liew. In concorso alla Settimana della Critica 2016. Leggi tutto
Ma’ Rosa
Consueto ritratto entomologico di personaggi presi nella morsa di una povertà e di una disperazione assolute in quel di Manila, Ma' Rosa conferma la fase discendente del cinema di Mendoza. In concorso a Cannes 2016. Leggi tutto
A Lullaby to the Sorrowful Mystery
Presentata in concorso alla Berlinale la nuova opera fiume di Lav Diaz, A Lullaby to the Sorrowful Mystery. In otto ore il regista filippino racconta fatti, tra storia, leggenda, mitologia, letteratura e poesia, che si inquadrano nella rivoluzione filippina del 1896-98. Leggi tutto
Taklub
Precarietà assoluta del vivere e messa in discussione della fede. Brillante Mendoza dirige con efficacia ma senza lampi un nuovo dolente capitolo dedicato alla travagliata esistenza del popolo filippino: Taklub, in concorso in Un certain regard alla 68esima edizione del Festival di Cannes. Leggi tutto
Where I Am King
Capitalismo in crisi e proletariato dei bassifondi si incontrano in una commedia musicale garbata, ma intrisa di paternalismo e populismo: Where I Am King di Carlos Siguion-Reyna. Al FEFF 2015 Leggi tutto
Storm Children, Book 1
Lav Diaz racconta la tragedia delle giovani generazioni filippine devastate dagli uragani. In sala grazie a Zomia il documentario del vincitore dell'ultima Mostra di Venezia, già visto al Torino Film Festival nel 2014. Leggi tutto