A Man of Integrity
L'Iran di A Man of Integrity, il nuovo film diretto da Mohammad Rasoulof e vincitore a Cannes della sezione Un certain regard, è un luogo dominato dalla corruzione, dal pregiudizio, e dalla lotta dei poveri contro i poveri. Mentre il potere gongola soddisfatto. Leggi tutto
Drum
Esordio di Keywan Karimi, regista iraniano inviso al regime, Drum - utilizzando un bianco e nero livido e freddo - si traveste da noir per centrare in realtà il discorso sull'abbrutimento di un mondo in cui non esiste più logica né speranza. In concorso alla SIC 2016. Leggi tutto
The Nights of Zayandeh–rood
Presentato in apertura di Venezia Classici un film miracolosamente salvato dall’oblio, almeno in parte, di Mohsen Makhmalbaf: The Nights of Zayandeh–rood, opera del 1990 pesantemente mutilata dalla censura iraniana e comunque poi vietata. Un film che parla del potere e del popolo, di prima e dopo una rivoluzione. Leggi tutto
Brick and Mirror
Presentato a Il Cinema Ritrovato, nella retrospettiva dedicata al regista Ebrahim Golestan, Brick and Mirror è una pietra miliare del cinema iraniano, ritratto di un paese prima della Rivoluzione con già quei contrasti che sarebbero poi esplosi. Leggi tutto
Il cliente
Dopo Le passé, Asghar Farhadi torna a parlare dell'Iran, di censura e di pubbliche virtù, stratificando ulteriormente il suo discorso con il teatro e realizzando così un nuovo straordinario tassello della sua filmografia: Il cliente, in concorso a Cannes 2016. Leggi tutto
Night of the Hunchback
Presentato nella sezione A Simple Event a Il Cinema Ritrovato il film che segna la nascita della nouvelle vague iraniana e che si distingue dalla concezione neorealista del cinema d’autore dell’epoca, per la sua freschezza narrativa e il ritmo scanzonato. Leggi tutto
Nahid
L'esordiente iraniana Ida Panahandeh racconta in Nahid la vicenda di una donna divorziata con un figlio piccolo, un ex marito sbandato e un amante poco presente. Un film sin troppo elementare nella sua tensione politica. In concorso a Cannes nella sezione Un certain regard. Leggi tutto
Taxi Teheran
Jafar Panahi continua con Taxi Teheran il suo percorso di protesta nei confronti del regime iraniano, che gli proibisce di girare e di muoversi liberamente. Però, stavolta, l'ispirazione dolente di This is Not a Film e di Closed Curtain sembra essersi arenata di fronte all'auto-compiacimento. Leggi tutto