Communion
Film d'esordio della regista polacca Anna Zamecka, Communion mette in scena, con una naturalezza sbalorditiva, l'intrusione della macchina-cinema all'interno della vita disastrata di una famiglia di provincia. Leggi tutto
I, Olga Hepnarova
Ricostruendo fra rigore ed ellissi la vita di Olga Hepnarova, pluriomicida e giustiziata in Cecoslovacchia nel '75, Petr Kazda e Tomás Weinreb confezionano un dramma esistenziale introspettivo e già maturo. In concorso al 28esimo Trieste Film Festival. Leggi tutto
All These Sleepless Nights
Presentato al Trieste Film Festival, All These Sleepless Nights di Michal Marczak è un film che, tramite una scrittura "nouvellevaguista", travalica ogni confine di genere descrivendo con rara efficacia l'annegamento nel presente di due ragazzi. Leggi tutto
Maquinaria Panamericana
Le rivoluzioni impossibili, perché rivoluzioni non sono. Maquinaria Panamericana di Joaquìn del Paso è un apologo grottesco sulle tragiche e mancate liberazioni della classe lavoratrice. Poco inventivo, più che risaputo. In concorso al TFF. Leggi tutto
Porto
Il critico e cineasta Gabe Klinger firma una storia d'amore minimale, ambientata in una Porto notturna. Ultimo film interpretato da Anton Yelchin. In concorso al Torino Film Festival. Leggi tutto
Embers
Presentato al Trieste Science+Fiction 2016, vincitore del premio Asteroide, Embers riesce a delineare con originalità e profondità di sguardo uno scenario post apocalittico sui generis, minimalista e genuinamente indie. Leggi tutto
Afterimage
Presentato alla Festa del Cinema di Roma, Afterimage assume inevitabilmente la forma di un testamento poetico e politico, lasciandoci in eredità la “visione” di Władysław Strzemiński e lo “sguardo” di Andrzej Wajda. Leggi tutto
A Strong Man
Fulgido esempio di una cinematografia polacca muta giunta all'apice della maturità, A Strong Man di Henryk Szaro mescola espressionismo e afflato romanzesco. A Pordenone 2016. Leggi tutto