Joaquim
Con Joaquim, in concorso alla Berlinale, il cinema brasiliano torna a interrogarsi sui tempi della colonizzazione portoghese. Le buone intenzioni del film, però, annegano ben presto in un mare di cliché gratuiti. Leggi tutto
Colo
Presentato in concorso alla Berlinale 2017, Colo di Teresa Villaverde: ritratto di una famiglia in crisi, specchio della crisi di una società, raccontato secondo i canoni non convenzionali della regista portoghese. Leggi tutto
Ama-San
Presentato in concorso al Festival dei Popoli, Ama-San è un documentario su quelle pescatrici giapponesi che hanno lasciato un segno forte nella letteratura e nella pittura. Dove sono e come vivono le ultime superstiti di una tradizione millenaria? Leggi tutto
Terceiro andar
Comunicazione, memoria, rapporti tra soggetto e oggetto. Terceiro andar di Luciana Fina si propone come un'emozionante riflessione in immagini sulla sfida" della comunicazione e la potenza dello sguardo cinematografico. Al TFF in Internazionale.doc/Love. Leggi tutto
Porto
Il critico e cineasta Gabe Klinger firma una storia d'amore minimale, ambientata in una Porto notturna. Ultimo film interpretato da Anton Yelchin. In concorso al Torino Film Festival. Leggi tutto
How I Fell in Love with Eva Ras
Presentato nella sezione Riscos del Doclisboa 2016, il film di André Gil Mata è una coproduzione tra Bosnia Erzegovina e Portogallo sotto il patrocinio di Béla Tarr. Un viaggio nella filmografia di un paese, la ex-Jugoslavia, e attraverso di questa nella sua storia, visibile ormai da lontano come un film dalla cabina di proiezione. Leggi tutto
Les beaux jours d’Aranjuez
Altra ennesima caduta del cinema wendersiano: Les beaux jours d'Aranjuez filosofeggia in maniera spicciola su amore, sesso e natura, con i personaggi rifugiatisi in un eremo fuori dal mondo e dal tempo, sorta di non-luogo in cui il cinema d'autore si trasforma in parodia. Leggi tutto