Poveri ma ricchi
Dopo Forever Young, Fausto Brizzi torna con Poveri ma ricchi al cinepanettone e lo fa descrivendo un mondo fiabesco ma verace, privo di sentimentalismo e dotato di una buona dose di cattiveria. Leggi tutto
Forever Young
Una satira di costume nostalgica e crudele che, nonostante qualche banalità iniziale, non risparmia feroci stilettate dirette al cuore e alle speranze infrante dei cinquantenni nostrani. Leggi tutto
Indovina chi viene a Natale?
Dopo le débâcle di Com'è bello far l'amore e Pazze di me, Brizzi torna ad affidarsi a un cast di italiche all-star e a una narrazione episodica, con risultati meno disastrosi del recente passato. Leggi tutto
Pazze di me
Ancor più che in passato, Brizzi con Pazze di me si palesa come il massimo esponente della “normalità”, come l’uomo della maggioranza silenziosa, declinando alle estreme conseguenze lo spunto di dalemiana memoria in cui si immaginava l’Italia come un “paese normale”. Leggi tutto
Com’è bello far l’amore
Com'è bello far l'amore di Fausto Brizzi è un film infarcito di gag che non fanno ridere: una triste realtà, ma che sembra davvero inequivocabile. La costruzione del meccanismo comico si inceppa infatti fin dalle primissime battute. Leggi tutto
Femmine contro maschi
Anche i personaggi più televisivi in Femmine contro maschi riescono ad avere una certa consistenza, e qui è l’innegabile talento di Fausto Brizzi, sviluppato anche grazie alla palestra dei “cinepanettoni”. Leggi tutto
Maschi contro femmine
L’oliata macchina da guerra Brizzi-Martani-Bruno, stavolta con l’appoggio dell’ex-blogger Pulsatilla mette a segno con Maschi contro femmine un altro successo annunciato candidandosi come unico erede del cinepanettone. Leggi tutto
Ex
Ex si muove tra molteplici generi, strizza di continuo l’occhio alla commedia, ma tiene spesso una porta aperta verso la tragedia e il melodramma in modo da realizzare, nelle intenzioni del suo autore, un’opera che sia la più completa possibile. Leggi tutto