La torre nera
Monco e involuto, palesemente vittima di vari rimaneggiamenti produttivi, La torre nera riduce l’universo kinghiano a un popcorn fantasy anonimo, non ponendo le migliori premesse per un’ipotetica nuova saga. Leggi tutto
Brimstone
Western al femminile con una notevole pletora di violenze e sevizie, Brimstone di Martin Koolhoven risulta ben presto ripetitivo. Colpa anche del suo villain, un gigionissimo Guy Pearce. In concorso a Venezia 2016. Leggi tutto
Batman v Superman: Dawn of Justice
Snyder contrappone i cromatismi e la tutina di Superman alla pesante e ultra-tecnologica armatura di Batman. La fatica e il dolore di Wayne agli inarrivabili poteri kryptoniani. Una sfida impari tra umano e divino, tra chi risale a fatica dall'Inferno e chi è sceso da un ipotetico Paradiso. Leggi tutto
Deadpool
Nel suo approdo sullo schermo, l'antieroe Marvel non tradisce le sue caratteristiche di base: ma il Deadpool cinematografico si affida troppo, in modo quasi esclusivo, ai tratti autoironici e politically incorrect del soggetto. Leggi tutto
Point Break
Ispirato al cult movie magistralmente diretto da Kathryn Bigelow nel 1991, il Point Break di Ericson Core intrattiene con qualche prodezza atletica, ma scivola nel ridicolo per la sua scrittura maldestra. Leggi tutto
Black Mass – L’ultimo gangster
Una certa eleganza formale, un ritmo frenetico e un boss malavitoso intriso di make up (interpretato da Johnny Depp), Black Mass di Scott Cooper non aggiunge molto al glorioso genere del gangster movie. Fuori Concorso a Venezia 2015. Leggi tutto
Mad Max: Fury Road
Tornato dopo un trentennio al suo universo, George Miller dirige con un reboot convincente, dal grande ritmo e dalla straripante fisicità, aprendo la strada per un possibile nuovo franchise. Leggi tutto
Divergent
Il primo capitolo di una nuova saga sentimental-fantascientifica, un clone in tono minore di Hunger Games. Turbamenti amorosi e lotte di classe all'acqua di rose... Leggi tutto