Collateral Beauty
Il nuovo film di David Frankel con protagonista Will Smith è un dramma hollywoodiano insulso e ricattatorio, che inanella insensatezze e sprezzo del pudore con rara inconsapevolezza dei propri limiti e di una giusta, doverosa misura. Leggi tutto
Ghostbusters
Preceduto da una sequela senza precedenti di stroncature preventive, il nuovo Ghostbusters è in realtà un prodotto rispettoso del film originale, che ne ripropone efficacemente la formula in un diverso contenitore. Leggi tutto
Zoolander 2
Tra alto e basso, teoria e coprolalia, Ben Stiller con Zoolander 2 travalica il demenziale per spingerci fino alle scaturigini della cultura pop. Leggi tutto
Lo stagista inaspettato
La specialista di commedie romantiche Nancy Meyers propone con Lo stagista inaspettato un'opera furba quanto superficiale, incentrata su uno sguardo manicheo (e un po' indisponente) sulla contemporaneità. Leggi tutto
Teneramente folle
L'esordio alla regia di Maya Forbes, già presentato al Sundance e al Festival di Torino, soffre di un approccio furbo e ruffiano alle tematiche che affronta, malgrado qualche buona intuizione sociologica e la prova convincente di Mark Ruffalo. Leggi tutto
St. Vincent
St. Vincent rientra in quel tipo di cinema indipendente dalle storie molto esili messe sulle spalle di grandi attori: una commedia per famiglie le cui “buone azioni”sono tutte merito del “santo” Bill Murray. Leggi tutto