Un ponte per Terabithia
Jess, ragazzino introverso con una grande passione per il disegno, stringe amicizia con la nuova arrivata Leslie, biondina fuori dagli schemi e dall'irrefrenabile fantasia. I due, anche per sfuggire alle difficoltà, si rifugiano in un regno immaginario... Leggi tutto
Je m’appelle Elisabeth
Je m'appelle Elisabeth, visto nel 2006 alla Festa del Cinema di Roma all'interno della selezione di Alice nella Città, è l'opera più matura tra quelle dirette fino a questo momento dal transalpino Jean-Pierre Améris. Leggi tutto
I racconti di Terramare
Dopo l’improvvisa apparizione nei cieli di Eartsea di alcuni draghi, carestie e pestilenze cominciano ad affliggere gli esseri umani: il mondo sta perdendo il suo equilibrio... Leggi tutto
Vokaldy Paralelder
L'immaginifica opera-concerto di Rustam Khamdamov, in cui si mescolano avanguardia e documentario, finzione e ripresa del reale. A Venezia 2005 nella sezione Orizzonti. Leggi tutto
La parola ai giurati
Ambiguo negli intenti ideologici, rigoroso nel documentare umani pregiudizi e ipocrisie, La parola ai giurati di William Friedkin pone questioni capitali ma lascia lo spettatore libero, nell’angosciante esercizio del giudizio. Leggi tutto