Happy End
Happy End è il racconto di una disgregazione familiare che è anche crollo di una gerarchia di potere che ha segnato le sorti del mondo occidentale, e dell’Europa in particolar modo. Michael Haneke torna a ragionare su molti topos della propria poetica, marcando una volta di più la distanza da buona parte del mondo cinematografico europeo contemporaneo. Leggi tutto
L’Amant d’un jour
Il cinema di Philippe Garrel si svolge attorno a un lungo e coerente percorso, come conferma anche L'Amant d'un jour, presentato alla Quinzaine des réalisateurs 2017; un film lieve come un amore universitario, doloroso e dolcissimo, che strappa via il cuore. Leggi tutto
Taste of Cement
Vincitore della sezione lungometraggi a Visions du Réel a Nyon, Taste of Cement è un geometrico e lancinante film-saggio sugli operai siriani immigrati in Libano per ricostruire Beirut, in un succedersi di guerre senza fine. Leggi tutto
Gli occhi della notte
Tutto costruito intorno ad Audrey Hepburn, Gli occhi della notte di Terence Young si conferma a tutt'oggi un ottimo marchingegno di suspense e spavento. In dvd per Sinister e CG. Leggi tutto
Hair
È stato possibile rivedere Hair nella retrospettiva del Bergamo Film Meeting dedicata a Miloš Forman; il caposaldo tra i grandi musical di Broadway adattati al cinema, nonché simbolo della controcultura hippie e pacifista. Leggi tutto
Infedelmente tua
Torna in sala uno dei lavori più sottovalutati di Preston Sturges: nonostante la scarsa considerazione di cui godette all’epoca, Infedelmente tua è opera perfettamente esemplificativa dei temi del cinema del grande cineasta americano. Leggi tutto
Your Name.
Distribuito nelle sale italiane da Nexo Digital e Dynit, dal 23 al 25 gennaio 2017, Your Name è l'ennesima conferma di un percorso narrativo ed estetico che da anni misura le distanze che ci dividono, la consistenza dell'amore... Leggi tutto