La Viaccia
Prima volta in dvd grazie a Mustang e CG per La Viaccia di Mauro Bolognini. Pulsioni, crudeltà e nevrosi ante litteram per la storia della dissoluzione di una famiglia patriarcale intorno al "tema dell'oro". Con Jean-Paul Belmondo e Claudia Cardinale. Leggi tutto
Prova a prendermi
Prova a prendermi è l'omaggio di Steven Spielberg alla commedia "umanista" che partecipò all'epoca d'oro del cinema classico. Con l'eccellente duetto/duello tra Tom Hanks e Leonardo Di Caprio. Alla Festa di Roma 2016. Leggi tutto
Nocturama
Film controverso e maledetto per i francesi, che non l'hanno voluto a Cannes, Nocturama passa in sordina alla Festa del Cinema di Roma nella sezione Alice nella Città. E, nel raccontare la vicenda di un gruppo di giovanissimi attentatori, Bonello trova la chiave per descrivere il nichilismo contemporaneo. Leggi tutto
Blue Jeans
A ulteriore prova del talento cristallino dello sfortunato John H. Collins, alle Giornate del Cinema Muto di Pordenone arriva anche Blue Jeans, turgido melodramma femminista già capace, nel 1917, di mettere alla berlina le arretratezze puritane con radicali cambi di registro fra il comico, il tragico e l'avventuroso. Leggi tutto
Scano Boa
Girato nel Polesine all'inizio degli anni Sessanta, Scano Boa del dimenticato Renato Dall'Ara è una storia di pescatori miracolosamente in equilibrio tra istanze documentarie, necessità produttive e felice bozzettismo quasi da commedia all'italiana. A I Mille occhi 2016. Leggi tutto
Letter to a Child
Proiettato a I Mille Occhi 2016 in occasione del Premio Anno Uno tributato a Vlado Škafar, Letter to a Child è un viaggio intimo e poetico nelle fasi della vita, nelle gioie e nei dolori, nella depressione e nella memoria, nella speranza e nell'amore. Leggi tutto
Austerlitz
Presentato fuori concorso a Venezia 2016, Austerlitz è uno straordinario documentario sulla memoria e sulla sua persistenza, sulla fruizione individuale e collettiva di un luogo di morte e dolore, sulle modalità e sui tempi di questa fruizione. Leggi tutto
Jours de France
Flânerie anti-urbana alla ricerca del ritorno ai 'fondamentali', come la geografia, il paesaggio e l'ortografia, Jours de France - film d'esordio di Jérôme Reybaud - è una riflessione sulla perdita del sé e l'annullamento nell'Altro. In concorso alla Settimana della Critica 2016. Leggi tutto