La Mort de Louis XIV
Albert Serra porta a Cannes gli ultimi giorni di vita del Re Sole oramai agonizzante, smitizzando una volta di più il secolo dei lumi e raccontando la putrefazione del potere. Leggi tutto
One-Eyed Jacks
Western "marino" cupo e shakesperiano, One-Eyed Jacks è l'unica regia di Marlon Brando. Diretto nel 1961, il film è stato presentato in Cannes Classics, nella versione restaurata dalla Universal e dalla Film Foundation di Scorsese. Leggi tutto
Signore & signori
A cinquant'anni dalla vittoria a Cannes, ex-aequo con Un uomo, una donna di Lelouch, viene riproposto sulla Croisette in versione restaurata Signore & signori di Germi, probabilmente l'apice della sua filmografia, disamina crudele dell'ipocrisia italiota. Leggi tutto
Neruda
Pablo Larraín si conferma uno dei più grandi registi in attività, trasformando un biopic sul poeta e senatore Neruda in una riflessione sul potere, sull'arte, sulla scrittura della vita propria e altrui. Alla Quinzaine des réalisateurs 2016. Leggi tutto
Farrebique
A settant'anni dalla prima assegnazione di un premio FIPRESCI, Cannes Classics omaggia il primo trionfatore. Farrebique di Georges Rouquier è un rarissimo esempio di come documentario e finzione siano due categorie del tutto superflue. Leggi tutto
Mars Attacks!
Folle e in gran parte incompresa immersione nello sci-fi di Tim Burton che torna in vita al Future Film Festival, nella retrospettiva Welcome Aliens. Leggi tutto
Hausu
Hausu, folle esempio di horror avant-pop, segna l'esordio nel cinema industriale di Nobuhiko Ōbayashi, tra i nomi di punta del cinema sperimentale giapponese degli anni Sessanta. Leggi tutto
Il prestanome
Per la retrospettiva "Red Scare Black List", dedicata al maccartismo, è stato riproposto al Bif&st 2016 Il prestanome con un Woody Allen 'prestato' al servizio di Martin Ritt per una coraggiosa tragicommedia tipicamente New Hollywood. Leggi tutto