Per un pugno di dollari

Per un pugno di dollari

di

Versione restaurata e doppio disco ricco di contenuti, con numerose interviste (Tonino Valerii, Franco Giraldi, Ennio Morricone, Sergio Donati…), per uno dei classici del cinema italiano. Da segnalare, nel secondo dvd di Per un pugno di dollari, un intervento dello storico Carlo Gaberscek. Completano il cofanetto della Ripley’s un volumetto di 52 pagine e la ristampa del soggetto originale.

Un pistolero solitario, Joe, arriva a San Miguel, una cittadina al confine tra gli Stati Uniti e il Messico, e prende alloggio alla locanda del paese, dove diventa amico del proprietario Silvanito. Lì viene a sapere della lotta tra le due famiglie dominanti della città: i fratelli Rojo e la famiglia di John Baxter, sceriffo della città. I Rojo sono commercianti di alcolici mentre i Baxter vendono armi. Joe decide di vendersi a entrambe “per un pugno di dollari”… [sinossi]

Il primo grande western all’italiana, primo fondamentale tassello della trilogia del dollaro. Nel 1964, grazie all’enorme successo di pubblico, diede praticamente inizio a una nuova stagione del cinema italiano e del western. Basterebbe già questo per cogliere la grandezza di Per un pugno di dollari.
Uno straniero senza nome e senza passato arriva in uno sperduto paesino al confine tra Stati Uniti e Messico dove si combatte una guerra assurda tra due famiglie, come quelle tra cosche dei giorni nostri. Lui, lo straniero senza nome e senza passato, è Clint Eastwood qui nel ruolo che ne ha certificato la notorietà.
Per un pugno di dollari è tutto qua, un pugno di parole per una trama che è un canovaccio come da tradizione della commedia dell’arte. Ma Per un pugno di dollari non si muove solamente nel solco dell’humus culturale nostrano quanto piuttosto in una miriade di fonti diverse – per certi versi antitetiche – dando vita a un pastiche originalissimo. Ci sono echi da Yojimbo (La sfida del samurai, 1961) di Akira Kurosawa, a cui in realtà deve in toto la storia, al Macbeth shakespeariano, a cui deve tutto il prologo, fino ad arrivare ovviamente al western classico americano, con più Hawks che Ford, con quegli spazi sconfinatamente chiusi dell’autore di Un dollaro d’onore.

Tutto ciò per inquadrare storicamente un film che, grazie alla sempre più che benemerita Ripley’s, rivive ora in una versione restaurata accompagnata da un doppio dvd da collezione che sarebbe davvero un peccato lasciarsi sfuggire. Detto del primo dvd che contiene il film restaurato e un video che spiega gli effetti del restauro, è sul secondo dvd che vorremmo concentrare la nostra attenzione. Come di consueto, l’operazione della Ripley’s è filologicamente ineccepibile: innanzitutto, per inquadrare storicamente la pellicola, ci sono le interviste a chi quel periodo lo ha vissuto accanto al maestro. Dunque spazio a Tonino Valerii, aiuto storico di Leone, Franco Giraldi, nello specifico di Per un pugno di dollari era l’aiuto-regista, e ovviamente Ennio Morricone, autentico sceneggiatore sonoro di tutti i film di Sergio Leone. Non mancano i ricordi e le testimonianze di altri collaboratori storici, come Fernando Di Leo e Sergio Donati, Tonino Delli Colli e Mario Caiano, il tutto per delineare la figura di un regista capace di rivoluzionare un genere avulso rispetto alla nostra tradizione, come il western americano, e di renderlo così autenticamente nostro.

Sempre nel secondo dvd, troviamo un paio di chicche sulle quali val la pena spendere qualche parola. (Frat)tagli(e) doppi. Dal pugno di dollari, da notare il titolo smaccatamente ghezziano, è un’interessante carrellata di volti presi sul set, di focali che mutano sguardi e di sketches più o meno rubati. Rapisce l’attenzione anche la disamina sulle location dove fu effettivamente girato il film, in cui lo storico Carlo Gaberscek (Sentieri del western. Dove il cinema ha creato il West. Volume 1 e 2, Nel west di John Ford, Westerns in Arizona Volume 1 e 2) ricostruisce passo passo l’epopea di Joe lo straniero, ripercorrendone a distanza di quarant’anni le orme in Spagna, tra Alemeria e Madrid. Per soddisfare il feticismo tipico del cinefilo, la Ripley’s ha pensato bene di completare il cofanetto inserendo la ristampa del soggetto originale del film (dal titolo Il magnifico straniero, ad opera di Victor A. Catena e Jaime Comas Gil) e un volumetto di 52 pagine dal titolo Ricordi testimonianze documenti, a cura di Giancarlo Mancini, denso e vivo riepilogo di come nasce un capolavoro. Insomma, c’è davvero di che saziarsi.

Info
Il trailer di Per un pugno di dollari.
Per un pugno di dollari sul canale Film su YouTube.
  • Per-un-pugno-di-dollari-1964-Sergio-Leone-00.jpg
  • Per-un-pugno-di-dollari-1964-Sergio-Leone-01.jpg
  • Per-un-pugno-di-dollari-1964-Sergio-Leone-02.jpg
  • Per-un-pugno-di-dollari-1964-Sergio-Leone-03.jpg
  • Per-un-pugno-di-dollari-1964-Sergio-Leone-04.jpg
  • Per-un-pugno-di-dollari-1964-Sergio-Leone-05.jpg
  • Per-un-pugno-di-dollari-1964-Sergio-Leone-06.jpg
  • Per-un-pugno-di-dollari-1964-Sergio-Leone-07.jpg
  • Per-un-pugno-di-dollari-1964-Sergio-Leone-08.jpg
  • Per-un-pugno-di-dollari-1964-Sergio-Leone-09.jpg
  • Per-un-pugno-di-dollari-1964-Sergio-Leone-10.jpg
  • Per-un-pugno-di-dollari-1964-Sergio-Leone-11.jpg

Articoli correlati

  • Buone feste!

    un dollaro d'onore recensioneUn dollaro d’onore

    di Tra i western più acclamati, omaggiati e plagiati di ogni tempo, Un dollaro d'onore può essere letto come una risposta polemica a Mezzogiorno di fuoco. Al di là di questo Howard Hawks firma uno dei suoi capolavori.
  • DVD

    Tepepa RecensioneTepepa

    di Rivoluzione messicana ed etica della rivoluzione. Tepepa di Giulio Petroni è un bell'esempio di "tortilla-western" all'italiana. Protagonisti Tomas Milian e nientemenoché Orson Welles.
  • Bologna 2018

    C'era una volta il West RecensioneC’era una volta il West

    di Summa dei primi film di Sergio Leone della Trilogia del dollaro, summa di un genere cinematografico e al contempo suo epitaffio, epopea della nascita di una nazione, con la violenza e il sangue, nel completamento del suo sistema ferroviario...
  • Roma 2016

    I cavalieri del Nord Ovest RecensioneI cavalieri del Nord Ovest

    di Uno dei tre film che John Ford dedicò alla cavalleria statunitense, insieme a Il massacro di Fort Apache e Rio Bravo, torna a mostrare il suo splendore alla Festa di Roma.
  • Buone Feste!

    Sentieri selvaggi

    di Il capolavoro di John Ford, il film che ha segnato in maniera indelebile la storia del cinema western, il punto di non ritorno della classicità hollywoodiana. Basta il titolo: Sentieri selvaggi.
  • Archivio

    Django Unchained RecensioneDjango Unchained

    di Come sempre (in)fedele a se stesso e all'universo nel quale si trova a girare, Quentin Tarantino conferma con Django Unchained di essere una delle poche vere voci anarchiche del cinema hollywoodiano...
  • Classici

    C'era una volta in America RecensioneC’era una volta in America

    di Il film-testamento di Sergio Leone, oggetto di culto (ma anche di dibattito) da trent'anni a questa parte...
  • Blu-ray

    Clint Eastwood Director’s Collection

    di Il cofanetto Clint Eastwood Director's Collection contiene sei film in blu-ray (Unforgiven, Mystic River, Million Dollar Baby, Flags of Our Fathers, Letters from Iwo Jima, Invictus) e il documentario The Eastwood Factor di Richard Schickelcast.
  • DVD

    El Verdugo

    di Più convincente nelle scene d'azione (l'assalto al treno, la scontro finale), El Verdugo ci riporta agli anni gloriosi degli spaghetti western, quando Hollywood guardava a Cinecittà con fervido interesse. Altri tempi. Distribuito in dvd dalla Koch Media.
  • DVD

    Da uomo a uomo RecensioneDa uomo a uomo

    di Imperdibile per gli appassionati del genere western, Da uomo a uomo ci riporta allo splendore di una generazione di registi che hanno segnato il cinema d'intrattenimento italiano: dietro al gigante Sergio Leone, infatti, non bisogna dimenticare i vari Sollima, Corbucci, Petroni, Valerii...
  • Archivio

    Il buono, il matto, il cattivo

    di Il film del regista coreano Kim Jee-woon, Il buono, il matto, il cattivo è un tributo sopra le righe al cinema di Sergio Leone, allo spaghetti western, ma anche a Mad Max .
  • Libri

    sergio-leone-america-e-nostalgiaSergio Leone. America e nostalgia

    Colpisce, nell’analisi di Roberto Donati, la capacità di coinvolgere il lettore non solo sul piano critico, ma anche dal punto di vista emozionale. La lettura di Sergio Leone. America e nostalgia si rivela utile e coinvolgente, sia per esigenti critici che per neofiti incuriositi.
  • Archivio

    The Missing RecensioneThe Missing

    di Religione ed esoterismo sono il motore del meccanismo spettacolare di The Missing di Ron Howard, western denso di abbacinanti visioni paesaggistiche e intriganti contaminazioni con l'horror.

COMMENTI FACEBOOK

Commenti

Lascia un commento