Underworld – Il risveglio

Underworld – Il risveglio

di ,

Underworld – Il risveglio, diretto da Måns Mårlind e Björn Stein, è il quarto capitolo della saga tra action e horror inaugurata nel 2003. La vampira Selene, interpretata da Kate Beckinsale, scopre di aver avuto una figlia, primo esempio di un ibrido tra vampiri e lycans, i loro nemici mortali. La battaglia è appena cominciata.

E fu così che scongelarono Kate Beckinsale

Dopo essere stata in coma per quindici anni, la vampira Selene apprende di avere avuto una figlia, la quattordicenne Nissa, che è un ibrido vampiro/Lycan. Quando riesce a riunirsi a Nissa, le due donne dovranno convincere la BioCom a interrompere la creazione di super Lycans capaci di uccidere tutti gli altri membri della specie… [sinossi]

Per rinvigorire la saga di Underworld, che può vantare anche in Italia un discreto numero di fan e quasi altrettanti detrattori (mentre l’apprezzamento di chi scrive resta, un po’ incautamente, in mezzo al guado), era necessario tirare fuori un asso dalla manica. Il famigerato 3D? Può essere. Ma preferiamo pensare che l’arma in più di questo quarto episodio sia il ritorno di Kate Beckinsale. Difatti la produzione del film è riuscita a coinvolgere nuovamente la deliziosa attrice inglese, che prima di eclissarsi nel terzo capitolo si era imposta quale perfetta icona di un universo fantasy-horror in cui a sfidarsi sono Vampiri e Lycan, o licantropi che dir si voglia: suo il personaggio di Selene, implacabile vampira guerriera che la tutina da combattimento in latex rende ancora più sexy, oltre che letale. Insomma, oltre ad affidare la regia di Underworld – Il risveglio all’emergente duo svedese Mårlind & Stein (quelli del thriller Shelter – Identità paranormali, tanto per intenderci), Len Wiseman e soci hanno pensato bene di “scongelare” l’amatissimo personaggio della Beckinsale. Scongelare in tutti i sensi, considerando che proprio nella parte iniziale del film Selene si ritrova ad uscire da quel lungo sonno criogenico, processo di ibernazione impostole dagli uomini (o presunti tali) che l’avevano catturata anni prima. Già, perché proprio all’inizio vengono introdotte nella storia le note più accattivanti, con le due stirpi dei Vampiri e dei Lycan ugualmente impegnate in scontri furibondi con quegli umani che ne hanno infine scoperto l’esistenza, ed il tentativo di fuga della bella Selene da un inquietante luogo di esperimenti, ove si compiono studi sulla super-razza ibrida della quale Michael, ovvero l’amante di Selene, è pressoché unico esemplare in circolazione. Almeno fino all’arrivo di una misteriosa bambina…

E il risultato di questa operazione dal budget senz’altro cospicuo? Di spunti validi ce ne sarebbero pure, in un capitolo dal ritmo indiavolato e martellante, ma si ha la costante impressione che l’impianto narrativo risulti eccessivamente compresso, sacrificato a una logica spettacolare che nei momenti meno brillanti sembra riecheggiare i classici videogames “spara e fuggi”. Alcuni passaggi chiave, relativi alla fuga di Selene, alla bambina dai misteriosi poteri (con quel make-up che fa un po’ troppo L’esorcista, a esser sinceri) e agli esperimenti per far evolvere la razza dei Lycan appaiono un po’ telefonati. Eppure, ci sono anche scene d’azione girate discretamente e ambienti scelti bene, nel roboante giocattolone infarcito di effetti speciali; e proprio gli spazi risultano ottimamente concepiti, assieme alla dinamica di determinati combattimenti, per quel 3D che una volta tanto assicura la giusta dose di adrenalina alle sequenze coreografate con più attenzione. Detto della Beckinsale, favolosa come sempre, resta da segnalare la presenza nel cast di una guest star d’eccezione: Stephen Rea, impegnato qui in sinistri esperimenti di laboratorio. In tutta sincerità, il pur poliedrico attore irlandese ne ha visti davvero tanti di copioni in grado di esaltare il proprio talento, assolutamente fuori discussione, più di quanto abbia fatto questa repentina incursione nell’universo di Underworld.

Info
Il trailer di Underworld – Il risveglio.
  • underworld-il-risveglio-2012-06.jpg
  • underworld-il-risveglio-2012-05.jpg
  • underworld-il-risveglio-2012-04.jpg
  • underworld-il-risveglio-2012-03.jpg
  • underworld-il-risveglio-2012-02.jpg
  • underworld-il-risveglio-2012-01.jpg

Articoli correlati

  • Archivio

    Underworld – Blood Wars

    di Giunge al quinto capitolo la saga dedicata allo scontro infinito tra vampiri e lycans; stavolta Selene dovrà mettere in gioco i suoi affetti più cari per cercare di mettere fine alla guerra. Un sequel stanco e privo di qualsiasi tipo di inventiva, diretto senza guizzi da Anna Foerster.
  • Saggi

    Innocent Blood – I vampiri al cinema: The Age of Vampires – I nostri anni

    Cosa rimane oggi del mito del vampiro al cinema? Ha ancora senso la lettura "classica" di questa figura dell'immaginario horror?
  • Archivio

    Underworld – La ribellione dei Lycans

    di Underworld - La ribellione dei Lycans è il terzo capitolo della saga fantasy-horror inaugurata nel 2003; questa nuova avventura, diretta da Patrick Tatopoulos, vede la bella vampira Selene per una volta accantonata...
  • Blu-ray

    Priest RecensionePriest

    di L'uscita in blu-ray di Priest, targato Sony, porta nelle case un'ora e mezza di puro intrattenimento: sangue, combattimenti, inseguimenti, regge buie pronte a trasformarsi in trappole mortali, atmosfere catacombali dominate dal blu e dal nero...

COMMENTI FACEBOOK

Commenti

Lascia un commento