Happy Feet 2

Il bello degli extra. Il dvd di Happy Feet 2 si lascia apprezzare soprattutto per i contenuti speciali – il cortometraggio Mi è semblato di vedele un gatto, il breve documentario Alla scoperta del pianeta dei ghiacci e l’istruttivo filmato Come disegnare un pinguino – e per la fattura tecnica di video e audio. Una notizia più che positiva per i (piccoli) fan della pellicola.

Mambo, il re del tip tap, ha dei problemi col piccolo Erik, che ha la fobia per la danza. Poi Erik fugge e incontra Sven, un pinguino che può volare! E Mambo non ha alcuna speranza di poter competere con lui. Ma le cose peggiorano ancora quando il mondo viene sconvolto da forze potenti. Però Erik scopre il coraggio e la determinazione del padre quando Mambo riunisce attorno a sé la nazione dei pinguini e tutta una serie di creature straordinarie, dai minuscoli krill ai giganteschi elefanti marini, per rimettere le cose a posto… [sinossi]

Il bello degli extra. Dopo aver salutato con scarso entusiasmo il ritorno dei pinguini danzerini di George Miller sul grande schermo, nonostante il passo in avanti rispetto al primo capitolo datato 2006, ci siamo avventurati alla scoperta dei contenuti extra del dvd di Happy Feet 2, targato Warner Home Video. A parte tre canzoni con il relativo testo (The Mighty Sven, Bridge of Light e Papa Oom Mow Mow, buone per i fan del karaoke e per instradare i più piccoli verso la comprensione dell’inglese), vale la pena soffermarsi sul cortometraggio Mi è semblato di vedele un gatto, sul breve documentario Alla scoperta del pianeta dei ghiacci e sull’istruttivo filmato Come disegnare un pinguino.

Scritto e diretto da Matthew O’Callaghan, animatore, regista e sceneggiatore di lungo corso, il cortometraggio Mi è semblato di vedele un gatto (I Tawt I Taw a Puddy Tat, 2011) aveva già accompagnato nelle sale l’uscita di Happy Feet 2 [1]. Realizzato in 3D e in computer grafica, il corto è un simpatico e gradevole aggiornamento stilistico e tecnico delle disavventure di Gatto Silvestro, eternamente alla caccia del pennuto Titti: a parte il ritmo vivace, coi tempi comici che si allineano all’andamento della canzone, è interessante notare l’utilizzo consapevole della profondità di campo e la maggiore cura dei dettagli e delle animazioni rispetto ai classici Looney Tunes [2]. Ed è forse nei quattro spensierati minuti di questo cortometraggio che possiamo rintracciare un buon utilizzo della tridimensionalità, solitamente usata come specchietto per le allodole. Godibilissimo anche in 2D. That’s All Folks!

Pensato per un pubblico di giovanissimi, il documentario Alla scoperta del pianeta dei ghiacci (Helping Penguins and Pals) alterna per poco più di undici minuti immagini reali, interventi di biologi e ricercatori, sequenze del film e alcune gag tra la voce narrante e il rapper in miniatura Lil’ P-Nut [3]. Uno strumento educativo efficace – nonostante la presenza un po’ stucchevole della piccola star – che illustra a grandi linee animali e habitat del continente antartico. Ed è anche un ottimo biglietto da visita per la qualità della computer grafica di Happy Feet 2, vista l’inevitabile e impressionante comparazione tra immagini reali e riproduzioni digitali. Apprezzabile, infine, la chiusura sul mutamento del clima e il pericolo di estinzione di alcuni animali, con tanto di utili suggerimenti per combattere da casa l’inquinamento.

Il terzo contenuto speciale, Come disegnare un pinguino (How To Draw A Penguin), ha i piacevoli contorni di un filmato di reclutamento per disegnatori in fasce. Lo storyboarder e concept artist Tim McEwen illustra in meno di cinque minuti come realizzare il pinguino Erik con un tablet digitalizzatore. Difficile resistere alla tentazione di cimentarsi con i colori virtuali, visti gli utili suggerimenti di McEwen: struttura del corpo, misurazione a teste e via discorrendo.
Il bello degli extra, si diceva. Il dvd di Happy Feet 2 si lascia apprezzare soprattutto per i contenuti speciali e, in seconda battuta, per la fattura tecnica di video e audio – italiano, inglese e islandese in dolby digital 5.1. Una notizia più che positiva per i (piccoli) fan della pellicola.

Note
1. Animatore per Basil l’investigatopo (1986), Chi ha incastrato Roger Rabbit (1987) e La sirenetta (1989), Matthew O’Callaghan ha diretto una decina di cortometraggi e i due lungometraggi Boog & Elliot 2 (2008) e Curioso come George (2006).
2. La celebre novelty song (canzone comica o nonsense) I Tawt I Taw a Puddy Tat.
3. Noto per la canzone You Could Be the One, ha doppiato Atticus in Happy Feet 2.
Info
Il trailer originale di Happy Feet 2.
Happy Feet 2 sul sito della Warner.
  • Happy-Feet-2-2011-George-Miller-01.jpg
  • Happy-Feet-2-2011-George-Miller-02.jpg
  • Happy-Feet-2-2011-George-Miller-03.jpg
  • Happy-Feet-2-2011-George-Miller-04.jpg
  • Happy-Feet-2-2011-George-Miller-05.jpg
  • Happy-Feet-2-2011-George-Miller-06.jpg

Articoli correlati

  • Roma 2016

    Cicogne in missione RecensioneCicogne in missione

    di , Evanescente quanto innocuo, Cicogne in missione soffre in parte dei suoi (dichiarati) limiti di concezione, ma anche di una sceneggiatura che non si preoccupa della coerenza e della credibilità del suo universo.
  • Venezia 2016

    Pets-Vita-da-animaliPets – Vita da animali

    di , Presentato alla Mostra del Cinema di Venezia 2016, Pets – Vita da animali di Chris Renaud e Yarrow Cheney non aggiunge nulla di realmente significativo alla filmografia e alle strategie della Illumination Entertainment.
  • Animazione

    lera-glaciale-4L’era glaciale 4 – Continenti alla deriva

    di , Il cataclisma continentale causato da Scrat spinge gli amici Manny, Diego e Sid ad affrontare l'avventura più grande. A bordo di una zattera-iceberg, incontreranno diverse creature marine e affronteranno i pirati, ma soprattutto scopriranno un nuovo mondo...
  • Animazione

    Il gatto con gli stivali RecensioneIl gatto con gli stivali

    di Spolpato fino all'osso l'orco verde, che già al secondo episodio mostrava la corda, alla DreamWorks non restavano che due strade: imbarcarsi in uno stiracchiato spin-off o imbastire una nuova storia e dei nuovi personaggi. Il gatto con gli stivali è la scelta facile, la via più breve...
  • Animazione

    happy-feet-2Happy Feet 2

    di , , Superiore all'originale ma lontano anni luce da uno standard narrativo accettabile, Happy Feet 2 scivola nel consueto e malsano meccanismo di troppa animazione in computer grafica: un susseguirsi di siparietti e gag...
  • Animazione

    Rio RecensioneRio

    di Blu è un ara macao strappato in fasce alla giungla brasiliana. Trasferito nel freddo inverno del Minnesota in seguito a un incidente, viene soccorso e adottato da Linda, fanciulla appassionata di libri e della vita sedentaria...

COMMENTI FACEBOOK

Commenti

Lascia un commento