Le 5 leggende

Le 5 leggende

di

Presentato in anteprima al Festival di Roma 2012, Le 5 leggende è un valido prodotto d’intrattenimento che riesce a dosare azione e comicità, buoni sentimenti e interessanti soluzioni grafiche. Lo sfarzo dei mondi incantati, come la tana del Calmoniglio, o l’entrata in scena di Sandman col suo buffo linguaggio dei segni sapranno rimpire gli occhi di numerosi (piccoli) spettatori, ma per colpire al cuore sarebbe servita un po’ più di oscurità, di sana cattiveria.

Paura del buio?

Rise of the Guardians (Le 5 leggende) è un’avventura epica che racconta la storia di un gruppo di eroi dotato di capacità straordinarie. Quando uno spirito maligno di nome Pitch lancia il guanto della sfida per conquistare il mondo, i Guardiani immortali devono per la prima volta unire le proprie forze per proteggere le speranze, la fantasia e l’immaginazione dei bambini di tutto il mondo… [sinossi]

L’ambizioso blockbuster della DreamWorks Animation, Le 5 leggende, affidato all’esordiente Peter Ramsey [1], deve probabilmente parte delle proprie fortune al vulcanico talento di Guillermo del Toro, a suo agio nelle vesti di produttore esecutivo e già pronto a dare vita a un’intera saga. Le prime risposte del box office statunitense non sembrano essere travolgenti (32.607.000 dollari nella prima settimana di programmazione), ma il film non avrà rivali durante il periodo natalizio e il tempo dovrebbe giocare a suo favore. Salvo tracolli, scommettiamo su almeno un paio di sequel…

A voler guardare il bicchiere mezzo pieno, bisogna considerare la linea produttiva della DreamWorks, raramente interessata alla qualità e poco propensa a percorrere nuove direttrici creative: in questo senso, Le 5 leggende (Rise of the Guardians) rappresenta un segnale importante, ancor più significativo dei pur positivi Kung Fu Panda, Dragon Trainer e Megamind. Alla elevata qualità tecnica corrisponde infatti una convincente voglia di raccontare una storia, di non nascondersi dietro a una serie di gag trite e ritrite, di citazioni a pioggia et similia: la centralità della narrazione è infatti la nota più lieta di questo solido blockbuster.
Rovesciando il ragionamento, col nostro bicchiere mezzo vuoto, ci troviamo di fronte a uno script che finalmente racconta ma che non osa, che non ha il coraggio di oltrepassare quella virtuale linea che affossa o limita le potenzialità di numerose produzioni per il grande pubblico. Le 5 leggende funziona infatti quando deve brillare, quando i buoni sono in campo e il bene trionfa, ma si affloscia quando calano le tenebre, quando si potrebbe e dovrebbe calcare un po’ la mano. Insomma, il gusto del racconto si interrompe a metà, probabilmente sul più bello: mentre Jack Frost e gli altri eroi sono personaggi coerenti, è il cattivo a essere ingabbiato, privato delle proprie potenzialità visive e orrorifiche. La favola resta dorata senza sporcarsi mai e Pitch, l’Uomo Nero, si riduce a una caricatura, a una macchietta che non può fare da contraltare al Bene. La DreamWorks – e non è certo una sorpresa – ha avuto paura della paura. Si veda, per un utile confronto, il finale di ParaNorman, gioiello in stop motion diretto da Chris Butler e Sam Fell in cui dramma e orrore prendono forma, ispirandosi alle atmosfere del j-horror.

I paladini del Bene, come detto, sono ben caratterizzati, anche dal punto di vista squisitamente grafico. Sorvolando su una costante dell’animazione in computer grafica (il character design si esprime molto meglio quando non deve misurarsi con personaggi umani, salvo quelli caricaturali o dai tratti particolarmente marcati: valga il confronto tra Jack Frost e Babbo Natale), segnaliamo la ricchezza cromatica della pellicola, l’efficacia e la spettacolarità delle sequenze action e la pulizia del 3D, non indispensabile ma tuttavia accettabile. Il fotorealismo è fortunatamente alleggerito dal sense of wonder e da una regia che senza troppo affanno cerca spettacolari movimenti di macchina, sostenuti dalla colonna sonora di Alexandre Desplat, mai ingombrante e capace anche di placarsi e di farsi discreta, leggiadra.
Presentato in anteprima al Festival di Roma 2012, Le 5 leggende è un valido prodotto d’intrattenimento che riesce a dosare azione e comicità, buoni sentimenti e interessanti soluzioni grafiche. Lo sfarzo dei mondi incantati, come la tana del Calmoniglio o il regno di Dentolina, o l’entrata in scena di Sandman col suo buffo linguaggio dei segni sapranno rimpire gli occhi di numerosi (piccoli) spettatori, ma per colpire al cuore sarebbe servita un po’ più di oscurità, di sana cattiveria.

Note
1.
Nel 2009 ha diretto il film televisivo Monsters vs Aliens: Mutant Pumpkins from Outer Space e può vantare una vasta esperienza, tra animazione e live action, come storyboard artist e illustratore.
Info
Il sito ufficiale de Le 5 leggende.
Il trailer de Le 5 leggende.
Le 5 leggende sul sito del Festival di Roma.
  • le-5-leggende-rise-of-the-guardians-2012-peter-ramsey-01.jpg
  • le-5-leggende-rise-of-the-guardians-2012-peter-ramsey-02.jpg
  • le-5-leggende-rise-of-the-guardians-2012-peter-ramsey-03.jpg
  • le-5-leggende-rise-of-the-guardians-2012-peter-ramsey-04.jpg
  • le-5-leggende-rise-of-the-guardians-2012-peter-ramsey-05.jpg
  • le-5-leggende-rise-of-the-guardians-2012-peter-ramsey-06.jpg
  • le-5-leggende-rise-of-the-guardians-2012-peter-ramsey-07.jpg
  • le-5-leggende-rise-of-the-guardians-2012-peter-ramsey-08.jpg
  • le-5-leggende-rise-of-the-guardians-2012-peter-ramsey-09.jpg
  • le-5-leggende-rise-of-the-guardians-2012-peter-ramsey-10.jpg
  • le-5-leggende-rise-of-the-guardians-2012-peter-ramsey-11.jpg
  • le-5-leggende-rise-of-the-guardians-2012-peter-ramsey-12.jpg
  • le-5-leggende-rise-of-the-guardians-2012-peter-ramsey-13.jpg
  • le-5-leggende-rise-of-the-guardians-2012-peter-ramsey-14.jpg
  • le-5-leggende-rise-of-the-guardians-2012-peter-ramsey-15.jpg
  • le-5-leggende-rise-of-the-guardians-2012-peter-ramsey-16.jpg
  • le-5-leggende-rise-of-the-guardians-2012-peter-ramsey-17.jpg
  • le-5-leggende-rise-of-the-guardians-2012-peter-ramsey-18.jpg
  • le-5-leggende-rise-of-the-guardians-2012-peter-ramsey-19.jpg
  • le-5-leggende-rise-of-the-guardians-2012-peter-ramsey-20.jpg

Articoli correlati

  • Animazione

    Dragon Trainer 2 RecensioneDragon Trainer 2

    di Dean DeBlois firma un sequel tecnicamente ineccepibile, ma sostanzialmente superfluo, narrativamente soffocato dalla sovrastruttura spettacolare.
  • Animazione

    ParaNorman

    di , Quando una piccola città viene presa d'assalto dagli zombie l'incompreso Norman, che ha la capacità di parlare con i morti, è costretto a entrare in azione...
  • Animazione

    Kung Fu Panda 2

    di Po sta vivendo il suo sogno come Guerriero Dragone, proteggendo la Valle della Pace insieme ai suoi amici maestri di Kung Fu, i Cinque Cicloni: Tigre, Scimmia, Mantide, Vipera e Gru. La nuova vita di Po è però offuscata dall'arrivo di un nuovo formidabile cattivo, Lord Shen...
  • Animazione

    Megamind

    di Megamind ha un progetto piuttosto ambizioso, quello di conquistare il mondo, e finora il suo avversario Metro Man, supereroe mascherato, è sempre riuscito a contrastarlo...
  • Animazione

    Kung Fu Panda RecensioneKung Fu Panda

    di , Po è il fan di kung fu più sfegatato che si sia mai visto. Improvvisamente chiamato a esaudire un’antica profezia, i sogni di Po si avverano e il panda entra a far parte del mondo del kung fu per allenarsi al fianco dei suoi idoli, i leggendari Cinque Cicloni...
  • Animazione

    Epic – Il mondo segreto

    di Mary Katherine, un'adolescente che ha perso la madre e che deve ricucire il rapporto con l'eccentrico padre, scopre casualmente un mondo fantastico nel bosco...
  • Animazione

    I Croods RecensioneI Croods

    di , I Croods non rinuncia ai meccanismi comici cari alla DreamWorks, tra piccoli tormentoni e le immancabili spalle comiche, ma vi aggiunge una felice ironia e soprattutto un ritmo indiavolato e trascinante.
  • Animazione

    La scuola più pazza del mondo

    di Nella scuola elementare St. Claire arrivano in visita tre simpatiche bambine: la peste Mako, la vanitosa Miko e la secchiona Mutsuko...
  • Animazione

    Rio 2 – Missione Amazzonia

    di Tornano sul grande schermo le avventure di Blu e Gioiel: stavolta i due macao blu viaggeranno nel cuore dell'Amazzonia...
  • Animazione

    Mune – Il guardiano della luna

    di , Malgrado il lancio reciti “dai creatori di Kung Fu Panda”, Mune è in realtà un prodotto al 100% europeo: un riuscito film d'animazione che fa della varietà dei suoi riferimenti, e della sua leggibilità a più livelli, il suo principale punto di forza.
  • Animazione

    Mostri contro Alieni RecensioneMostri contro Alieni

    di , Il rischio che Mostri contro Alieni finisse per trasformarsi in un mero e stanco accumulo di citazioni era decisamente forte, ma Vernon e Letterman sono riusciti nell’impresa di amalgamare questo aspetto con il reale corpus narrativo dell’opera...
  • Animazione

    Il gatto con gli stivali RecensioneIl gatto con gli stivali

    di Spolpato fino all'osso l'orco verde, che già al secondo episodio mostrava la corda, alla DreamWorks non restavano che due strade: imbarcarsi in uno stiracchiato spin-off o imbastire una nuova storia e dei nuovi personaggi. Il gatto con gli stivali è la scelta facile, la via più breve...
  • Animazione

    Spider-Man: Un nuovo universo RecensioneSpider-Man: Un nuovo universo

    di , , un blockbuster trascinante, ipercinetico, ispiratissimo dal punto di vista grafico e immaginifico: un bombardamento visivo che riesce a cogliere meglio di altre pellicole lo spirito dell’Uomo Ragno e che indica possibili nuove strade ai cinecomic e, soprattutto, all’animazione mainstream.

COMMENTI FACEBOOK

Commenti

Lascia un commento