The Last Supper

The Last Supper

di

Imponente e dalla straripante ambizione estetica e narrativa, The Last Supper è l’ennesima riprova del talento del cineasta cinese Lu Chan.

Il sogno e l’incubo

Durante le rivolte che precedono la caduta della dinastia Qin, il giovane Liu si fa notare per il carisma e coraggio che lo contraddistinguono, guadagnandosi – nonostante la sua estrazione contadina – il rispetto e l’aiuto di Yu, guerriero aristocratico di discendenza e nobile di spirito e comandante dell’esercito più potente tra le forze ribelli. Yu affida a Liu il comando di un battaglione di 5000 soldati, con i quali Liu – rompendo l’accordo fatto con il suo protettore – invade da solo la capitale dell’impero ed elimina l’ultimo giovane imperatore della dinastia Qin. Da quel momento, il rispetto e la solidarietà di un tempo tra combattenti valorosi si trasforma in lotta all’ultimo sangue per il potere… [sinossi – catalogo Far East 2013]

Imponente e dalla straripante ambizione estetica e narrativa, The Last Supper è l’ennesima riprova del talento del cineasta cinese Lu Chan, regista e sceneggiatore messosi in luce con le atmosfere rarefatte di Mountain Patrol (Kekexili, 2004) e con il dramma storico City of Life and Death (2009), ambientato nel 1937 durante l’occupazione nipponica.

Torna ancor più indietro nel tempo, fino al primo imperatore della dinastia Han, questo nuovo lungometraggio in bilico tra la tragedia shakespeariana e la solennità di Akira Kurosawa. È un intreccio di flashback e incubi, sogni e rimpianti, grandi imprese e atti di codardia. The Last Supper mette in scena una figura chiave della storia cinese per poi denudarla, smascherandone i limiti e le meschinità. Un viaggio tra la vitale giovinezza e la vecchiaia, con l’inesorabile declino fisico e mentale. Tra gloria e oblio, il film di Lu Chan indaga con piglio teatrale le grandezze e le miserie degli scontri sui campi di battaglia e tra i corridoi del palazzo reale: l’ascesa di Liu Bang diventa il pretesto per raccontare le irresistibili tentazioni del potere, la metastasi non solo del fisico ma soprattutto dei principi, degli ideali. Ai flashback giovanili si contrappone la parabola discendete, la vecchiaia dell’imperatore, dell’imperatrice, dei consiglieri, degli eroi e amici di un tempo. E di imponente e monumentale restano solo i palazzi e le vestigia: un film politico, un monito (probabilmente inascoltato) per i leader della Cina di oggi.

Dalla meticolosa ricostruzione di Lu Chan, certosino nei dettagli dei costumi come nella grandiosità del palazzo dei Qin, affiora un ritratto di riflesso dell’imperatore Liu Bang, sospinto così in alto dal fertile contrasto con il più valoroso Yu e il temibile Xin. Soffocata nel sangue la vitalità dei due amici/nemici, restano davanti ai nostri occhi (e a quelli dell’imperatore) la paralisi di Zhang e la sofferente postura di Bo. L’accuratezza della messa in scena, la teatralità enfatizzata dai tendaggi rossi, dalle movenze marziali, come le ricercate e pittoriche composizioni delle inquadrature, non sono un omaggio alla millenaria storia della Cina e al ruolo determinante della dinastia Han ma la via più efficace per rappresentare visivamente il simulacro del potere assoluto, delle ambizioni smisurate di uomini dipinti come divinità.

Le ossessioni senili di Liu Bang prendono forma nella solitudine soffocante delle sue stanze, nella gelida ritualità delle sue giornate e del protocollo, nella foga di (ri)scrivere la Storia, nei giochi di potere della moglie e dei sottoposti. The Last Supper è un’opera visivamente potente, quasi soverchiante, che non resta ancorata alla linearità della Storia ma indaga nei meandri della mente di Liu Bang e nelle pieghe oscure dell’Impero.

Lu Chan torna al Far East Film Festival di Udine per la terza volta, dopo aver presentato il lungometraggio d’esordio The Missing Gun (2002) e il già citato City of Life and Death. Basterebbe questo dato per chiarire l’importanza del FEFF, prezioso e imprescindibile “avamposto culturale”.

INFO
The Last Supper sul sito del Far East.
Il trailer di The Last Supper.
The Last Supper sull’Hong Kong Movie DataBase.
  • the-last-supper-2013-lu-chuan-01.jpg
  • the-last-supper-2013-lu-chuan-02.jpg
  • the-last-supper-2013-lu-chuan-04.jpg
  • the-last-supper-2013-lu-chuan-05.jpg
  • the-last-supper-2013-lu-chuan-06.jpg

Leave a comment