È morto Giulio Andreotti

È morto Giulio Andreotti

Si è spento a novantaquattro anni Giulio Andreotti, politico, giornalista e scrittore, senatore a vita e sette volte Presidente del Consiglio, otto volte ministro della Difesa, cinque volte ministro degli Esteri e via discorrendo.

I panni sporchi

Roma, 06 maggio 2013 – Si è spento a novantaquattro anni Giulio Andreotti, politico, giornalista e scrittore, senatore a vita e sette volte Presidente del Consiglio, otto volte ministro della Difesa, cinque volte ministro degli Esteri e via discorrendo. Protagonista assoluto della politica italiana fin dai tempi della Consulta Nazionale (1945-46), ha incarnato l’immagine della defunta Democrazia Cristiana ed è stato al centro di un clamoroso processo giudiziario sui suoi rapporti con Cosa Nostra, inevitabilmente scivolato nelle sabbie mobili della prescrizione.

Nato a Roma il 14 gennaio 1919, Andreotti ha lasciato il segno anche nel mondo del cinema. Sarà ricordato per l’ironica partecipazione a Il tassinaro (1983) di Alberto Sordi e soprattutto per Il Divo (2008) di Paolo Sorrentino, ritratto sagace e spietato. Ma sarebbe molto più utile ricordare l’attacco al neorealismo e la celebre e infelice frase “i panni sporchi si lavano in famiglia”, sintesi perfetta di un modo di agire e pensare [1]. Del 1949 è infatti la legge sul cinema di Andreotti, allora sottosegretario allo spettacolo, che frenava l’invasione delle pellicole statunitensi ma che teneva a bada con la censura (preventiva) e i contributi il cinema più politico e impegnato.

Filmografia indicativa
Noi c’eravamo (documentario, 2011) di Antonello Sarno
Il Divo (2008) di Paolo Sorrentino
Come inguaiammo il cinema italiano – La vera storia di Franco e Ciccio (documentario, 2004) di Ciprì e Maresco
Il tassinaro (1983) di Alberto Sordi
Note
1.
Da alcune fonti la frase è riportata nella variante “i panni sporchi si lavano in casa”.
Info
La pagina wikipedia dedicata a Giulio Andreotti.
La canzone Giulio Andreotti di Francesco Baccini su youtube.
Frasi celebri di Giulio Andreotti su Wikiquote.
  • il-divo-poster1.jpg

Articoli correlati

COMMENTI FACEBOOK

Commenti

Lascia un commento