Uscite in Sala 27 marzo 2014

Uscite in Sala 27 marzo 2014

Si parte da Captain America e si arriva a Cuccioli, passando (tra gli altri) per i Karamazov, la ladra di libri, il meccanico Pino/Beatrice, Yves Saint Laurent e Berlinguer raccontato da Veltroni…

 

CAPTAIN AMERICA – THE WINTER SOLDIER
di Anthony Russo, Joe Russo

Tornano le avventure di Steve Rogers, alias Captain America, ma stavolta il risultato raggiunto dall’adattamento cinematografico del fumetto riesce a cogliere le sfumature del personaggio, adagiandosi su un’atmosfera da thriller anni Settanta e lavorando con intelligenza sull’azione. Una piacevole e inaspettata sorpresa…

Dopo l’avventura con i colleghi Vendicatori, Steve Rogers, alias Captain America, si è ritirato a vivere a Washington, dove cerca di adattarsi al mondo moderno. Quando un collega dello S.H.I.E.L.D. si trova sotto attacco, Steve viene coinvolto in una rete di intrighi che minaccia di mettere a rischio il mondo. Unendo le forze con la Black Widow, porterà infine alla luce un malvagio complotto, farà squadra con un nuovo alleato, Falcon, ma dovrà affrontare un inaspettato e temibile nemico: il Soldato d’Inverno. [sinossi] [youtube]http://www.youtube.com/watch?v=LEOzOUTIYnk[/youtube]

 

I FRATELLI KARAMAZOV
di Petr Zelenka

Se il compito di Distribuzione Indipendente – e di realtà a lei simili – è quello di scovare il meglio di ciò che abitualmente non raggiunge le sale, con I fratelli Karamazov tale compito è stato assolto nel migliore dei modi. Petr Zelenka rilegge, tra cinema e teatro, il capolavoro letterario di Fëdor Dostoevskij, mettendo in scena un’opera corale, sperimentale, crudele e ironica. Tra le visioni migliori di questi primi mesi del 2014, per quanto il film sia “vecchio” di ben sei anni. Non perdetelo!

Polonia. In una calda giornata estiva un gruppo di persone viaggia verso un’acciaieria abbandonata: sono attori di un teatro di Praga, giunti per provare uno spettacolo tratto da I fratelli Karamazov di Fëdor Dostoevskij, che si terrà il giorno successivo. Alcuni operai sono ancora al lavoro, le uniche creature viventi rimaste. Mentre le prove hanno inizio, la realtà penetra nella finzione teatrale, con la sua cruda tragedia: solo il giorno prima il figlio di uno degli operai è infatti caduto da una passerella e si è rotto la spina dorsale. [sinossi] [youtube]http://www.youtube.com/watch?v=YSCBIr4Ev6E[/youtube]

 

FUORISTRADA
di Elisa Amoruso

Presentato tra gli applausi all’ultimo Festival di Roma, il documentario di Elisa Amoruso riesce a raggiungere le sale della penisola (per quanto, purtroppo, in un numero davvero esiguo di copie). Un ritratto umano coinvolgente, in grado di divertire e commuovere allo stesso tempo, senza mai ricattare sentimentalmente lo spettatore.

Pino è un meccanico e un campione di rally che decide di diventare donna e di chiamarsi Beatrice. Sulla strada sterrata della sua trasformazione, incontra Marianna, una donna rumena che accetta la sua natura, della quale s’innamora e che decide di sposare, entrambe vestite da sposa. Pino/Beatrice è sia moglie che marito, e sia padre che madre per il bambino di Marianna, che decide di adottare. [sinossi] [youtube]http://www.youtube.com/watch?v=Xra63U8wCpo[/youtube]

 

STORIA DI UNA LADRA DI LIBRI
di Brian Percival

Ben poco indipendente, paragonato agli ultimi due titoli citati, è invece il film di Brian Percival, che può contare su un cast notevole, su personalità di spicco come John WIlliams, al lavoro sulla colonna sonora, e su una tematica – quella della vita nella Germania della Seconda Guerra Mondiale – che trova sempre terreno fertile nell’universo produttivo internazionale. Nulla per cui valga la pena spellarsi le mani, ma il film di Percival non deve neanche essere trattato con eccessiva sufficienza: un’opera media, interessante e parzialmente incompiuta.

Germania, Seconda guerra mondiale. Liesel è una vivace e coraggiosa ragazzina affidata dalla madre, incapace di mantenerla, ad Hans Hubermann, un uomo buono e gentile, e alla sua irritabile moglie Rosa. Scossa dalla tragica morte del fratellino, avvenuta solo pochi giorni prima, e intimidita dai “genitori” appena conosciuti, Liesel fatica ad adattarsi sia a casa che a scuola, dove viene derisa dai compagni di classe perché non sa leggere. Con grande determinazione, è tuttavia decisa a cambiare la situazione e trova un valido alleato nel suo papà adottivo che, nel corso di lunghe notti insonni, le insegna a leggere il suo primo libro, Il manuale del becchino, rubato al funerale del fratello. L’amore di Liesel per la lettura e il crescente attaccamento verso la sua nuova famiglia si rafforzano grazie all’amicizia con un ebreo di nome Max che i suoi genitori nascondono nello scantinato… [sinossi] [youtube]http://www.youtube.com/watch?v=289_et4j75g&feature[/youtube]

 

YVES SAINT LAURENT
di Jalil Lespert

Meno interessante e più incompiuto è invece il biopic che Jalil Lespert ha dedicato a uno dei più celebri stilisti della storia. Tante ovvietà, qualche sprazzo di sincerità e poco altro da aggiungere…

Parigi, 1957. All’età di ventuno anni il talentuoso designer Yves Saint Laurent viene assunto come assistente per il fashion designer Christian Dior. Dopo l’improvvisa morte di Dior Saint Laurent diventa direttore artistico di una delle più rinomate case di moda del mondo. La sua prima collezione ottiene un successo trionfale e il suo genio viene celebrato ovunque. In Pierre Bergé Yves Saint Laurent trova l’amore della sua vita e insieme fondano etichetta: ‘Yves Saint Laurent’. [sinossi] [youtube]http://www.youtube.com/watch?v=B4rbKq7yEv4&feature[/youtube]

 

QUANDO C’ERA BERLINGUER
di Walter Veltroni

Molto ci sarebbe invece da dire sull’esordio alla regia di Walter Veltroni, ex “uomo nuovo” del PCI, ex direttore deL’Unità, ex ministro della cultura e braccio destro di Romano Prodi, ex sindaco di Roma, ex fondatore del PD, che ora si lancia nel mondo del cinema “fatto” e non solo “visto”. Per i commenti sul film rimandiamo alla recensione che trovate al link, per il resto è preferibile il silenzio, e la rimozione.

Walter Veltroni – mettendosi in scena in prima persona con la sua voice over – ricostruisce la vicenda politica e umana di Enrico Berlinguer, con interviste a vecchi dirigenti del PCI – tra cui Giorgio Napolitano – e ricordi personali di figure che gli sono state vicine nelle ultime ore a Padova, l’11 giugno del 1984, dopo il drammatico comizio dell’allora segretario del Partito Comunista. [sinossi] [youtube]https://www.youtube.com/watch?v=x85fnDuU4jE[/youtube]

 

LA LUNA SU TORINO
di Davide Ferrario

A distanza di un decennio dal piccolo culto animato da Dopo mezzanotte, Ferrario tenta di replicare il successo con un film che non possiede però né il sincero amore cinefilo né l’armoniosa delicatezza del predecessore. Peccato.

Ugo, quarantenne tutt’altro che splendido, non ha mai combinato niente di serio, potendo contare sull’eredità ricevuta da adolescente alla morte dei genitori, ricchi borghesi di sinistra. Ma i soldi stanno finendo e quindi ha cominciato a subaffittare parte della villa in collina dove vive. I suoi inquilini sono Maria, 26 anni, impiegata in un’agenzia viaggi; e Dario, ventenne, studente di lettere che sbarca il lunario lavorando allo Zoom, un singolare bioparco, tra animali e bagnanti. I tre convivono in modo imprevedibile, alternando momenti comunitari a momenti in cui ciascuno si isola nella propria solitudine, alla ricerca della ricetta per la felicità. E le cose sono complicate dal fatto che Ugo si è preso una cotta per Maria, anche se la natura dei suoi sentimenti è alquanto incerta… [sinossi] [youtube]http://www.youtube.com/watch?v=EAFz4niMde0&feature[/youtube]

 

IN GRAZIA DI DIO
di Edoardo Winspeare

Anche Winspeare tenta la carta del film piccolo, costruito e portato a termine a casa con l’aiuto dei parenti e degli amici. Scelta ammirevole, ma il risultato finale purtroppo non è all’altezza dell’intuizione, anche per via di una scrittura che si muove in netta controtendenza rispetto all’idea produttiva di base.

Quattro donne si rifugiano in campagna in seguito al fallimento della piccola impresa a conduzione familiare, travolta dalla generale crisi economica. Il lavoro della terra e il baratto dei prodotti – contro ogni aspettativa – sono l’occasione per un nuovo inizio, la possibilità di una nuova vita. Un film ecologico, a impatto zero. Una piccola storia sulla felicità… [sinossi] [youtube]https://www.youtube.com/watch?v=YKqry0VB5uk[/youtube]

 

CUCCIOLI – IL PAESE DEL VENTO
di Sergio Manfio

Chiude la passerella il secondo capitolo dell’epopea (si fa per dire) dei Cuccioli. Se avete dei bambini fategli un favore: portateli a vedere qualcos’altro…

I Cuccioli abitano a Soffio, meglio noto come il Paese del vento: un piccolo paese dove tutto, ma proprio tutto, funziona grazie all’energia eolica. La perfida Maga Cornacchia vuole impossessarsi della “Girandolona” che genera il vento, prendendo così il controllo della città. Basteranno le macchine infernali di Maga Cornacchia per sconfiggere i Cuccioli? [sinossi] [youtube]http://www.youtube.com/watch?v=JfhkGL0M4N8&feature[/youtube]

 

Queste le nostre impressioni sui film in uscita questo giovedì nelle sale italiane. Quale che sia il titolo sul quale ricadrà la vostra scelta, non ci resta che augurarvi buona visione!

Articoli correlati

  • Notizie

    Uscite in Sala 20 marzo 2014

    Settimana abbastanza interlocutoria per quel che concerne le uscite in sala. Pochi titoli di richiamo in attesa, con ogni probabilità, dell'approssimarsi della Pasqua. Un Desplechin affascinante ma minore, e poco altro da segnalare...
  • Notizie

    Uscite in Sala 13 marzo 2014

    Settimana di uscite piuttosto interessanti: tra l'ultimo Spike Jonze (Lei), Fruitvale Station e Ida c'è finalmente l'imbarazzo della scelta...
  • Notizie

    Uscite in Sala 06 marzo 2014

    Settimana davvero povera, quella che si inaugura questo giovedì, per quanto riguarda le uscite in sala, se si esclude la curiosità verso un progetto come il seguito di 300...
  • Notizie

    Uscite in Sala 27 febbraio 2014

    Treni che fanno il giro del mondo durante un'era glaciale, Tir che girovagano per l'Europa, strane creature notturne alle elementari, belle, bestie e donne per amiche. Le uscite in sala della settimana!
  • Notizie

    Uscite in Sala 17 aprile 2014

    Noir neomelodici, gigolò occasionali, misteriose fotografe di strada, volatili amazzonici, contemporanei inferni danteschi. Questo e molto altro in sala nella settimana di Pasqua...
  • Notizie

    Uscite in Sala 03 aprile 2014

    In un solo giorno arrivano in sala i nuovi film di Hirokazu Kore-eda e Lars Von Trier, non certo un evento a cui il pubblico italiano sia abituato...
  • Notizie

    Uscite in Sala 10 aprile 2014

    Grand Budapest Hotel è il film meno riuscito di Wes Anderson, ma riesce comunque a primeggiare in una settimana in cui escono anche Noah, Oculus e Mister Morgan...
  • Notizie

    Uscite in Sala 24 aprile 2014

    Il secondo volume dedicato alla ninfomane Joe, il sequel del reboot di Spider-Man, l'ultimo Mazzacurati, le bestie di Satana e il centenario che saltò dalla finestra. I film in sala da oggi...

COMMENTI FACEBOOK

Commenti

Lascia un commento