Les interdits

Les interdits

di ,

Due montatori passati dietro la macchina da presa per dirigere Les Interdits, un’opera prima che ha nell’interpretazione intensa ed emozionante dei suoi protagonisti il punto di forza. Due autentiche scoperte delle quali sentiremo presto parlare. Presentato in concorso nella sezione Panorama Internazionale al Bif&St 2014.

Un segreto di famiglia

1979. Carole e Jérôme hanno 20 anni e partono per un viaggio organizzato a Odessa, dall’altra parte della Cortina di Ferro. Sono cugini ma si fingono fidanzati. Di giorno, come semplici turisti, visitano monumenti e musei. Di notte, invece, si separano dal resto del gruppo e incontrano clandestinamente dei “Refuseniks”, ebrei perseguitati dal regime sovietico per aver voluto abbandonare il paese. I ragazzi scoprono un mondo sconosciuto, brutale e assurdo. Se Carole è animata dall’impegno e dal brivido del rischio, per Jérôme, invece, l’unico motivo di questo viaggio…è proprio Carole. [sinossi]

Ci sono film come Les Interdits che devono moltissimo agli attori e alle attrici che hanno prestato corpo e voce ai personaggi a loro affidati, diventando di fatto il motore portante a cui gli autori e i registi di turno hanno finito con l’aggrapparsi per alzare l’asticella qualitativa. E la cosa acquista ancora più valore se a offrire alla pellicola tale apporto ci pensano due esordienti alla prima esperienza di rilievo su un set di un lungometraggio: Stéphanie Sokolinski, in arte SoKo, cantante francese di origine polacca e il giovanissimo attore transalpino Jérémie Lippmann. A loro il compito di calarsi nei panni rispettivamente di Carole e Jérôme, regalando a chi li ha diretti e al pubblico due interpretazioni di altissimo livello per intensità, coinvolgimento ed espressività. Il tutto passando attraverso una recitazione sobria, votata alla leggerezza e alla forte presenza scenica, che regala ai protagonisti spessore, poesia, bellezza e soprattutto un sorprendente feeling di coppia. Un merito, questo, che va condiviso con Anne Weil e Philippe Kotlarski, per l’occasione passati dalla sala di montaggio a dietro la macchina da presa per firmare la loro opera prima, presentata in concorso nella sezione Panorama Internazionale al Bif&St 2014.

I due registi dimostrano di saper valorizzare al massimo la componente recitativa, mettendo nelle condizioni i due esordienti di restituire sul grande schermo una performance da brividi, La cura per l’interpretazione si vede ed è sempre tangibile dal primo all’ultimo fotogramma utile. L’esperienza maturata montando una serie di film per numerosi colleghi, prima del passaggio alla regia, ha reso tutto questo possibile. Weil e Kotlarski fanno un discreto lavoro di coppia, aiutati dalla precedente collaborazione avuta otto anni prima con il cortometraggio dal titolo Une cuillerée pour papa. Detto dell’ottima direzione degli attori, la regia è perfettamente funzionale e mai invasiva. La macchina da presa lascia campo libero ai protagonisti e ai personaggi secondari che animano di volta in volta il quadro. Lo script ci consegna una storia interessante, che vive di folate, ma anche di qualche digressione di troppo sul versante narrativo. Il racconto subisce una serie di frenate, che il disegno dei personaggi più che pregevole consente di arginare.

Con Les Interdits si assapora l’inconfondibile sapore del cinema francese, nonostante l’azione e la storia siano state spostate in quel di Odessa. Racconta della ricerca di una libertà morale, intellettuale, politica, raziale, ma soprattutto sessuale, attraverso l’impegno di una coppia di cugini che nonostante le difficoltà riesce a compiere la propria missione e ad avvicinarsi sempre di più come mai prima di quel viaggio. Un film delicato, misurato e mai banale, attento alle sfumature, alle situazioni e alle tematiche che si trova ad affrontare.

INFO
La pagina facebook di Les interdits.
Il trailer originale di Les interdits.
Les interdits sul sito di Les Films du Poisson.
  • les-interdits-2013-weil-kotlarski-01.jpg
  • les-interdits-2013-weil-kotlarski-02.jpg
  • les-interdits-2013-weil-kotlarski-03.jpg
  • les-interdits-2013-weil-kotlarski-04.jpg
  • les-interdits-2013-weil-kotlarski-05.jpg
  • les-interdits-2013-weil-kotlarski-06.jpg
  • les-interdits-2013-weil-kotlarski-07.jpg
  • les-interdits-2013-weil-kotlarski-08.jpg
  • les-interdits-2013-weil-kotlarski-09.jpg
  • les-interdits-2013-weil-kotlarski-10.jpg

Articoli correlati

  • Festival

    Bif&st 2014

    La sesta edizione del Festival di Bari, dal 5 al 12 aprile 2014. Le nostre recensioni tra i film selezionati nelle varie sezioni, tra recuperi del passato più o meno recente e anteprime…

COMMENTI FACEBOOK

Commenti

Lascia un commento