La terra degli orsi

La terra degli orsi

di

Paesaggi immensi, abbacinanti, e la vita di un gruppo di orsi: è il documentario francese La terra degli orsi (Terre des ours), pensato per il grande pubblico e presentato in anteprima nazionale al Trento Film Festival 2014.

L’orso nella nebbia

Penisola del Kamchatka. Una terra di leggende, uno degli ultimi paradisi selvaggi della Terra. Il regno degli orsi. Una madre e i suoi due cuccioli, un giovane orso e un maschio adulto vivono nel più straordinario degli scenari, un tripudio naturale. La madre ha un’unica ossessione: proteggere e nutrire i cuccioli, che invece pensano solo ad esplorare il mondo con l’ingenuità e temerarietà dell’infanzia. Il giovane orso deve trovare il suo ruolo nel mondo degli adulti, vagando alla ricerca del proprio spazio. Il maschio adulto deve continuamente difendere la propria supremazia e il territorio con tutta la sua forza, lottando contro l’isolamento e l’invecchiamento che incombono. I loro percorsi si incrociano e allontanano durante questa avventura, prima di ritrovarsi per un gran finale… [sinossi – TrentoFF2014]

Una terra selvaggia, ghiaccio e fuoco, vulcani, lava, geyser. Un orso. E nemmeno un essere umano, nessun segno di quella che chiamiamo civiltà. La terra degli orsi, aka Terre des ours, trascina lo spettatore in una realtà altra, dominata dalla Natura: orizzonti di libertà, di meraviglie, di tramonti infuocati, di colori vivi, vivissimi. Non è solo la terra degli orsi, ma è l’implicita dimostrazione di quanto possa essere distruttiva e sostanzialmente inutile la presenza dell’uomo.
La Meraviglia, quella che inseguiva Terrence Malick in To the Wonder (e The Tree of Life e La sottile linea rossa e…) è lì, pronta a essere immortalata. E in questa meraviglia, che possiamo assaporare da lontano, su un grande schermo, vivono alcuni orsi, padroni di un regno quasi incantato. Presi per mano dalla voce narrante (Marion Cotillard nella versione originale francese), ci immergiamo nei silenzi e nei ritmi dilatati dei boschi della Kamchatka. Una virtuale e salutare boccata d’aria fresca.

Diretto da Guillaume Vincent, La terra degli orsi è un documentario pensato e realizzato per il grande pubblico, con mezzi economici importanti e un approccio sottilmente didascalico. Il trio di sceneggiatori Yves Paccalet, Guillaume Vincent e Michel Fessler imbastisce un racconto/spiegazione che riempie sagacemente alcuni silenzi forse eccessivi per le grandi platee: non una lezione, ma informazioni ben infiocchettate, gradevoli. Per i più piccoli una sorta di fiaba, di avventura, sullo stile dei documentari d’antan della Disney. Tecnicamente ineccepibile, La terra degli orsi è una sorta di blockbuster, attento all’immediatezza della comunicazione, a titillare i sentimenti, a cogliere al balzo le capriole degli orsetti, le espressioni buffe dell’orso giovane, l’imponenza del grande orso. Inevitabile qualche eccesso della colonna sonora, ma rientra nella logica dell’operazione.

La terra degli orsi cerca costantemente lo stupore visivo, ponendo grande attenzione alla composizione delle inquadrature. E a funzionare, restando impressi nella memoria, sono soprattutto i campi lunghi, paesaggi dalla potenza pittorica. La Natura è Arte e gli orsi bruni ci appaiono come dei guardiani solitari, un po’ brontoloni ma di grande eleganza e nobiltà. Già uscito nelle sale francesi, La terra degli orsi è presentato in anteprima italiana al Trento Film Festival 2014: un altro dei tanto modi di raccontare la natura, le montagne, i grandi o piccoli spazi da proteggere.

Info
La terra degli orsi sul sito del Trento Film Festival.
Il trailer originale de La terra degli orsi.
La pagina facebook de La terra degli orsi.
La terra degli orsi, l’intervista a Marion Cotillard.
  • terre-des-ours-2014-guillaume-vincent-03.jpg
  • terre-des-ours-2014-guillaume-vincent-04.jpg
  • terre-des-ours-2014-guillaume-vincent-05.jpg
  • terre-des-ours-2014-guillaume-vincent-06.jpg
  • terre-des-ours-2014-guillaume-vincent-07.jpg
  • terre-des-ours-2014-guillaume-vincent-08.jpg
  • terre-des-ours-2014-guillaume-vincent-09.jpg
  • terre-des-ours-2014-guillaume-vincent-10.jpg
  • terre-des-ours-2014-guillaume-vincent-11.jpg
  • terre-des-ours-2014-guillaume-vincent-12.jpg
  • terre-des-ours-2014-guillaume-vincent-13.jpg
  • terre-des-ours-2014-guillaume-vincent-14.jpg

Articoli correlati

  • Festival

    Trento Film Festival 2014

    La sessantaduesima edizione della storica kermesse trentina, dal 24 aprile al 7 maggio: il concorso, le anteprime, Alp&Ism, Eurorama, Orizzonti vicini...

3 Commenti

  1. tamburini gabriella 02/05/2014
    Rispondi

    ho visitato la kamchtka e le isole aleutine. paesaggi fantastici.
    chiedo se è possibile avere copia del documentario.Grazie

    • quinlan 22/03/2016
      Rispondi

      dopo tanta attesa, esce finalmente nelle sale (28 marzo)… 🙂

  2. Quinlan 04/05/2014
    Rispondi

    Ciao Gabriella, perdona il ritardo nella risposta. Il documentario è stato presentato al Trento Film Festival, e al momento non è prevista distribuzione in Italia. Non sappiamo quindi dirti come sia possibile reperirne una copia, ci dispiace. A presto e grazie a te!

COMMENTI FACEBOOK

Commenti

Lascia un commento