Lecce 2014

Lecce 2014

La quindicesima edizione del festival dedicato al cinema europeo: tutte le nostre recensioni, i nostri articoli e gli approfondimenti da Lecce 2014.

Si chiuderà il 3 maggio con l’immancabile premiazione e con la proiezione di Alabama Monroe – Una storia d’amore di Felix van Groeningen (distribuito in Italia dalla Satine Films a partire dall’8 maggio) la quindicesima edizione del Festival del Cinema Europeo, aperta il 28 aprile da For Those Who Can Tell No Tales di Jasmila Žbanić. Due opere di straordinaria intensità e carica emotiva quelle firmate rispettivamente dal regista belga (candidata all’Oscar come miglior film straniero) e dalla pluripremiata collega bosniaca che fanno da prologo ed epilogo al nuovo capitolo della prestigiosa kermesse salentina diretta da Alberto La Monica. Nel mezzo, sei giorni di programmazione in quel della Multisala Massimo di Lecce per un cartellone di tutto rispetto, dove trova spazio un’offerta ricca e variegata fatta di anteprime, sezioni competitive per lunghi, corti e documentari, retrospettive, omaggi, focus, incontri, premiazioni e tavole rotonde.

La panoramica sul palinsesto 2014 prende il via dalle tre sezioni competitive. Dieci sono i titoli presentati nel concorso per lungometraggi europei, tutti rigorosamente in anteprima nazionale e provenienti da Paesi come Portogallo, Georgia, Grecia, Norvegia e Turchia, a contendersi l’Ulivo d’Oro assegnato da una giuria internazionale composta da Luis Minarro (regista, produttore spagnolo), Lou Castel (attore svedese), Stefan Kitanov (Direttore Festival di Sofia), Licia Eminenti (Project Manager Eurimages) e Jasmila Zbanic (regista bosniaca). Tra questi troviamo il dramma intimista Lifelong, opera seconda della regista turca Aslı Özge presentata alla Berlinale 2013 e vincitrice dei principali riconoscimenti al festival di Istanbul dello stesso anno; il romanzo di (de)formazione adolescenziale Miracle, che segna l’esordio nella fiction del documentarista slovacco Juraj Lehotský; e il vincitore del premio speciale della giuria all’Abu Dhabi IFF 2013 Blind Dates del georgiano Levan Koguashvili. Sul versante del “cinema del reale” sono, invece, dodici i documentari selezionati, tra cui Situazione di Alessandro Piva, Quadri espansi di Francesco Crispino e Il carattere italiano di Angelo Bozzolini, che si confrontano con tematiche che vanno dal rapporto tra lavoro e ambiente alla questione dell’immigrazione nel nostro paese e della fuga all’estero dei nostri giovani, dall’emergenza democratica nei paesi dell’Est alla piaga della dipendenza dal gioco d’azzardo, dalle problematiche del lavoro nel mondo dello spettacolo al fenomeno dei rave party pugliesi. [continua]

Info
Il sito ufficiale del Festival del Cinema Europeo di Lecce 2014.

Articoli correlati

  • Lecce 2014

    The Selfish Giant

    di Un ritratto adolescenziale potentissimo, emozionante e coinvolgente, che accarezza e allo stesso tempo trafigge il cuore dello spettatore. Fuori concorso al Festival di Lecce 2014.
  • Archivio

    Alabama Monroe

    di Arriva nelle sale nostrane grazie alla lungimiranza della Satine Film l’intenso e straziante dramma familiare diretto dal belga Van Groeningen, candidato agli Oscar come miglior film straniero.
  • Lecce 2014

    Miracle

    di Romanzo di formazione scabro e solo a tratti coinvolgente, che ha nell’interpretazione della giovanissima Michaela Bendulovà l’unico motivo di interesse. L’opera prima di Juraj Lehotský, Miracle, presentata in concorso a Lecce 2014.
  • Lecce 2014

    September

    di La cineasta greca Panayotopoulou racconta la ricerca ossessiva e patologica di affetto di una donna in una famiglia non sua. Un’opera che destabilizza e sprigiona un profondo malessere, al festival di Lecce.
  • Lecce 2014

    Blind Dates

    di Ulivo d’Oro alla 15esima edizione del Festival del Cinema Europeo di Lecce, Blind Dates del georgiano Levan Koguashvili è una tragicommedia degli equivoci con uno humour folgorante e un gruppo di interpreti di grande efficacia.
  • Lecce 2014

    Lifelong

    di Un dramma familiare sospeso tra l’incomunicabilità e la disgregazione di un rapporto. Presentato in concorso al Festival del Cinema Europeo di Lecce 2014.
  • Lecce 2014

    Letter to the King

    di Il film di Hisham Zaman è un dramma corale di grande intensità sulla lotta per la sopravvivenza, per la rivendicazione della propria identità perduta e per la dignità di un popolo intero. Al Festival di Lecce.
  • Lecce 2014

    Viviamo in un incantesimo

    di Il docu-film di Giuliano Capani sul percorso letterario e poetico di Vittorio Bodini. Al Festival del Cinema Europeo di Lecce.
  • Festival

    Festival del cinema europeo di Lecce 2014 – Presentazione

    Quindicesima edizione per la kermesse salentina: sei giorni di programmazione con anteprime, una rassegna dedicata al cinema palestinese e omaggi a Tanović, Pasolini, Bellocchio, Bava...
  • In sala

    Spaghetti Story

    di Il film d'esordio di Ciro De Caro. Un piccolo e coraggioso film, che narra di attori in cerca di ruoli, spacciatori borgatari, prostitute cinesi, cuoche da concorso televisivo, amori e amicizie.
  • In Sala

    Il Sud è niente

    di Un coming-of-age movie ambientato nel profondo sud italiano: un racconto di denuncia e speranza che si è aggiudicato il Premio Camera d’oro Taodue per il Miglior produttore emergente di opera prima/seconda dell’ottava edizione del Festival del Film di Roma.
  • Venezia 2013

    Zoran, il mio nipote scemo

    di Paolo, quarant'anni, inaffidabile e dedito al piacere del buon vino, vive in un piccolo paesino vicino a Gorizia. Trascina le sue giornate nell'osteria del paese e si ostina in un infantile stalking ai danni dell’ex-moglie...
  • Archivio

    Miele RecensioneMiele

    di L'esordio alla regia di Valeria Golino, ellittico, mai pedante o didascalico, essenziale nei dialoghi e calibratissimo nella scelta delle inquadrature.
  • Festival

    Festival del cinema europeo di Lecce 2015 – Presentazione

    Sedicesima edizione per il Festival del Cinema Europeo di Lecce, che si terrà dal 13 al 18 aprile: sei giorni di proiezioni, anteprime, incontri, eventi, premiazioni, tavole rotonde e omaggi a Tavernier, Akin, Vukotic e Cortellesi.

COMMENTI FACEBOOK

Commenti

Lascia un commento