La storia della principessa splendente

La storia della principessa splendente

di

Con La storia della principessa splendente (Kaguyahime no monogatari), presentato alla Quinzaine des Réalisateurs 2014, si conclude la straordinaria avventura artistica del duo Takahata & Miyazaki. Un ultimo struggente capolavoro.

Il lungo addio

Un anziano tagliatore di bambù trova all’interno di una delle sue piante una minuscola principessa, Kaguya, “la principessa luminosa”. Cresciuta dal tagliatore di bambù e dalla moglie, la principessa si trasforma subito in una neonata, per poi crescere rapidamente fino a diventare una bellissima giovane donna. Trasferitasi dalla campagna alla grande capitale, la ragazza viene corteggiata da cinque nobili, disposti a qualsiasi impresa pur di ottenere la sua mano… [sinossi]

Dalla Mostra del Cinema di Venezia al Festival di Cannes il passo è stato breve. Un addio annunciato, ma non per questo meno sofferto. Un’epoca che finisce e che forse non tornerà più. Dopo Si alza il vento di Hayao Miyazaki, presentato in concorso a Venezia, è stato finalmente il turno de La storia della principessa splendente (The Tale of Princess Kaguya / Kaguyahime no monogatari), ospitato sulla Croisette dalla Quinzaine des Réalisateurs [1]. Si potrebbero spendere litri e litri d’inchiostro sulla collocazione della pellicola, sulle dinamiche farraginose del Festival di Cannes e sulla sparuta presenza di accreditati stampa, ma in fin dei conti sono questioni che presto dimenticheremo.
A restare vivamente impresso sarà invece questo lungo addio, questa pellicola che è un testamento artistico e un incalcolabile regalo per i posteri, una sorta di stella polare per gli animatori di oggi e di domani. La storia della principessa splendente ci indica un sentiero difficile da (ri)percorrere, rielaborando un immortale patrimonio narrativo ed estetico: l’animazione è Arte, è un lavoro certosino, è il tempo passato su ogni singola tavola, è contenuto, storia, emozione, è un vitale intreccio tra realtà e fantasia, è immaginazione al potere.

Il bianco. Il non-colore. L’assenza del colore impreziosisce le composizioni cromatiche, esalta la potenza pittorica della pellicola, le metamorfosi delle linee del character design – la sequenza della corsa disperata della principessa, furiosa come un samurai di Cronache della imprese dei ninja di Nagisa Ōshima. Strabiliante.
Un fotogramma, un quadro. Una poesia visiva. La storia della principessa splendente è il trionfo dell’animazione, dei colori, dei tratti, delle intuizioni grafiche; è arte, sperimentazione e innovazione con potenzialità e budget commerciali. Un’operazione meravigliosa e al tempo stesso inevitabilmente “fallimentare”. Takahata tesse un capolavoro, accompagnato dalle note di Joe Hisaishi, intrecciando classicismo narrativo e sperimentazione estetica, andando volontariamente contro le regole non scritte dell’animazione da box office.
La storia della principessa splendente è anche un omaggio alle opere del canadese Frédéric Back, figura di riferimento per Takahata. Il maestro nipponico conferma la lucidità del proprio sguardo sull’universo animato: dopo aver lavorato sulla distribuzione nel Sol Levante delle pellicole di Michel Ocelot (Kirikù e la strega Karabà, Principi e principesse) e di Paul Grimault (Le roi et l’oiseau), dopo essersi occupato di saggistica e omaggi (Norstein, altro irrinunciabile punto di riferimento), Takahata sposa nuovamente e splendidamente lo stile di Back, tra i nomi più illustri dell’animazione canadese. A quattordici anni da My Neighbors the Yamadas, Takahata riesce nell’impresa di dirigere un lungometraggio con suggestioni grafiche à la L’homme qui plantait des arbres (1987), Crac! (1981), Le fleuve aux grandes eaux (1993) e Tout-rien (1978). La storia della principessa splendente è la poesia visiva di Back che si dilata oltre le due ore. Un miracolo, un azzardo, una follia.

Takahata regala al tagliabambù e alla principessa una rinnovata immortalità, portando sul grande schermo il celeberrimo racconto popolare del X secolo [2]. Ci sarà difficile d’ora in poi immaginarlo in maniera differente, superare la meraviglia visiva della principessa bambina, della miracolosa crescita, di quei tratti gentili, di quei boschi che riecheggiano le opere di Back e Norstein, ma che rimandano anche alla sensibilità grafica e narrativa che ha accompagnato qualsiasi regia di Takahata. Ritroviamo l’armonia di Goshu il violoncellista, la poesia struggente di Only Yesterday, l’energia e la forza pittorica di Pom Poko, l’attenzione per i luoghi e la Storia di Yanagawa horiwari monogatari.

I servi senza volto, presenze silenziose, quasi sfuggenti; gli insetti sotto il sasso che rimandano a Nausicaä della Valle del vento, come a chiudere un cerchio; le caratterizzazioni dei cinque nobili pretendenti; il maestoso ciliegio in fiore; i piccoli cinghiali; la distruzione del giardino; i primi passi della principessa bambina; il passaggio all’età adulta; la casa dei genitori adottivi, perfetto esempio di quei luoghi ideali disegnati da Takahata e Miyazaki; le note di Hisaishi; la vitalità dei piccoli amici del villaggio; le rane saltellanti, la bimba che gattona, il capitombolo e la corsa disperata dell’anziana madre. La corsa disperata di Kaguya. La nostra disperazione. E il ricordo indelebile di quel bianco, base di partenza di un universo immaginifico che ha preso forma ancora una volta. Gli anni della Tōei, del World Masterpiece Theater, dello Studio Ghibli. Il vento si è alzato e la luna risplende. Addio. Addio. Addio.

Note
1. Si alza il vento è uscito in Giappone il 20 luglio 2013, mentre l’uscita de La storia della principessa splendente era stata rinviata al 23 novembre 2013. Non prime mondiali, quindi, ma solo “internazionali”. Tecnicismi festivalieri.
2. Taketori monogatari (Storia di un tagliabambù) o Kaguya-hime no monogatari (Storia della principessa Kaguya), fonte di ispirazione da Leiji Matsumoto (La regina dei 1000 anni con annessi e connessi) in giù.
Info
La storia della principessa splendente sul sito della Quinzaine des Réalisateurs.
Il sito ufficiale giapponese de La storia della principessa splendente.
La storia della principessa splendente, l’extended trailer.
Il trailer francese de La storia della principessa splendente.
La storia della principessa splendente su AnimeNewsNetwork.
  • the-tale-of-princess-kaguya-2014-isao-takahata-01.jpg
  • the-tale-of-princess-kaguya-2014-isao-takahata-02.jpg
  • the-tale-of-princess-kaguya-2014-isao-takahata-03.jpg
  • the-tale-of-princess-kaguya-2014-isao-takahata-04.jpg
  • the-tale-of-princess-kaguya-2014-isao-takahata-05.jpg
  • the-tale-of-princess-kaguya-2014-isao-takahata-06.jpg
  • the-tale-of-princess-kaguya-2014-isao-takahata-07.jpg
  • the-tale-of-princess-kaguya-2014-isao-takahata-08.jpg
  • the-tale-of-princess-kaguya-2014-isao-takahata-09.jpg
  • the-tale-of-princess-kaguya-2014-isao-takahata-10.jpg
  • the-tale-of-princess-kaguya-2014-isao-takahata-11.jpg
  • the-tale-of-princess-kaguya-2014-isao-takahata-12.jpg
  • the-tale-of-princess-kaguya-2014-isao-takahata-13.jpg
  • the-tale-of-princess-kaguya-2014-isao-takahata-14.jpg
  • the-tale-of-princess-kaguya-2014-isao-takahata-15.jpg
  • the-tale-of-princess-kaguya-2014-isao-takahata-16.jpg
  • the-tale-of-princess-kaguya-2014-isao-takahata-17.jpg
  • the-tale-of-princess-kaguya-2014-isao-takahata-18.jpg
  • the-tale-of-princess-kaguya-2014-isao-takahata-19.jpg
  • the-tale-of-princess-kaguya-2014-isao-takahata-20.jpg
  • the-tale-of-princess-kaguya-2014-isao-takahata-21.jpg
  • the-tale-of-princess-kaguya-2014-isao-takahata-22.jpg
  • the-tale-of-princess-kaguya-2014-isao-takahata-23.jpg
  • the-tale-of-princess-kaguya-2014-isao-takahata-24.jpg
  • the-tale-of-princess-kaguya-2014-isao-takahata-25.jpg
  • the-tale-of-princess-kaguya-2014-isao-takahata-26.jpg
  • the-tale-of-princess-kaguya-2014-isao-takahata-27.jpg
  • the-tale-of-princess-kaguya-2014-isao-takahata-28.jpg
  • the-tale-of-princess-kaguya-2014-isao-takahata-29.jpg
  • the-tale-of-princess-kaguya-2014-isao-takahata-30.jpg
  • the-tale-of-princess-kaguya-2014-isao-takahata-31.jpg
  • the-tale-of-princess-kaguya-2014-isao-takahata-32.jpg
  • the-tale-of-princess-kaguya-2014-isao-takahata-33.jpg
  • the-tale-of-princess-kaguya-2014-isao-takahata-34.jpg
  • the-tale-of-princess-kaguya-2014-isao-takahata-35.jpg
  • the-tale-of-princess-kaguya-2014-isao-takahata-36.jpg
  • the-tale-of-princess-kaguya-2014-isao-takahata-37.jpg
  • the-tale-of-princess-kaguya-2014-isao-takahata-38.jpg
  • the-tale-of-princess-kaguya-2014-isao-takahata-39.jpg

Articoli correlati

  • Animazione

    La città incantata

    di Torna al cinema una delle opere più celebri di Hayao Miyazaki, già vincitrice dell'Orso d'Oro alla Berlinale e dell'Oscar per il miglior film di animazione.
  • Festival

    Cannes 2014

    Come ogni anno a maggio la Croisette diventa il cuore pulsante del cinema: tutte le nostre recensioni e gli articoli da Cannes 2014.
  • Animazione

    Principessa Mononoke

    di Uno dei massimi capolavori di Hayao Miyazaki raggiunge le sale italiane grazie alla Lucky Red. Un evento imperdibile per tutti gli amanti del "dio degli anime"!
  • News

    Yuri Norstein su Fuori Orario

    La notte tra il 6 e il 7 gennaio, alle 00.40, a Befana oramai volata via, Fuori Orario - Cose (mai) viste ci regala l'opera (quasi) omnia di Yuri Norstein.
  • Rassegne

    rassegna,hayao miyazaki,il mio vicino totoro,tonari no totoroAlla Casa del Cinema una rassegna su Hayao Miyazaki

    Sei film per iniziare bene il 2014. Dal primo al 6 gennaio la Casa del Cinema di Roma propone la rassegna pomeridiana "In vacanza con i cartoni di Hayao Miyazaki": Totoro, Ponyo, Laputa...
  • Venezia 2013

    Si alza il vento

    di Giunto alla fine di un percorso artistico iniziato nel 1963, Miyazaki sceglie di raccontarci direttamente la realtà, se stesso, le origini dei suoi sogni, il Giappone. Nelle sale per quattro giorni dal 13 settembre.
  • DVD

    La collina dei papaveri

    di Durante la disputa per la demolizione o la salvaguardia del Quartier Latin, sede dei club scolastici, Umi e Shunya si innamorano...
  • Blu-ray

    Il castello di Cagliostro

    di Lupin e il fedele Jigen hanno rintracciato la fonte delle banconote false che stanno mettendo in ginocchio l'economia mondiale: il piccolo paese di Cagliostro, governato dall'omonimo conte...
  • Animazione

    Il castello nel cielo

    di Sheeta, misteriosa ragazzina in possesso di una magica pietra azzurra, è inseguita da una sgangherata banda di pirati dell’aria e da un torvo agente governativo...
  • Animazione

    La collina dei papaveri

    di Durante la disputa per la demolizione o la salvaguardia di una vecchia casa in legno della scuola, il Quartier Latin, scrigno delle memorie di alcune generazioni, Umi e Shun si innamorano...
  • Animazione

    Il mio vicino Totoro

    di Esempio difficilmente replicabile di "film per tutti", Il mio vicino Totoro conferma l'abilità narrativa di Miyazaki, da sempre attento al contenuto e alla fruibilità delle sue opere, dalle più complesse alle più immediate.
  • Speciali

    Speciale Hayao Miyazaki

    Un lungo speciale dedicato al "Dio degli anime", dai lavori giovanili alla consacrazione dei grandi festival, dal rapporto tra l'uomo e la natura alla passione per gli aerei e il volo.
  • Animazione

    Kiki consegne a domicilio

    di La piccola e graziosa streghetta Kiki, compiuti tredici anni, deve passare un intero anno lontano dalla sua famiglia in una città sconosciuta...
  • Animazione

    Akira

    di Neo-Tokyo, 2019. Nella città devastata regna il caos: bande di motociclisti, gruppi di terroristi e ribelli, sette religiose in attesa della seconda venuta del leggendario Akira…
  • Animazione

    I racconti di Terramare

    di Dopo l’improvvisa apparizione nei cieli di Eartsea di alcuni draghi, carestie e pestilenze cominciano ad affliggere gli esseri umani: il mondo sta perdendo il suo equilibrio...
  • DVD

    Il castello errante di Howl

    di La Lucky Red ha riservato più di un’attenzione all'uscita dell’ultima opera miyazakiana, Il castello errante di Howl. Il risultato, oltre all'edizione a disco singolo, è la Limited Edition...
  • Animazione

    quando-cera-marnieQuando c’era Marnie

    di Dopo essere passato a Rotterdam, esce in sala l’ultimo lavoro dello Studio Ghibli, che potrebbe tracciare il futuro, eventuale, della leggendaria ‘bottega’ di anime nel post Miyazaki e Takahata.
  • Documentario

    Il regno dei sogni e della follia

    di Mami Sunada riesce a muoversi in punta di piedi, a pedinare garbatamente Miyazaki, a fondersi con lo Studio Ghibli. Il regno dei sogni e della follia anticipa la fine e la racconta, e riesce a essere una testimonianza importante per sondare e studiare il microcosmo ghibliano.
  • Animazione

    la-tomba-delle-luccioleLa tomba delle lucciole

    di Arriva nelle sale La tomba delle lucciole di Isao Takahata, capolavoro straziante realizzato nel 1988 dallo Studio Ghibli. In perfetto equilibrio tra realismo e lirismo, con un'onestà quasi spietata, Takahata mette in scena il destino privo di speranza di due fratellini inghiottiti dallo spaventoso scenario della Seconda guerra mondiale.
  • Animazione

    La-ricompensa-del-gattoLa ricompensa del gatto

    di Arriva nelle sale per due giorni La ricompensa del gatto di Hiroyuki Morita, singolare spin-off de I sospiri del mio cuore ed ennesimo ripescaggio della Lucky Red tra gli inediti dello Studio Ghibli. Un'operina graziosa, spumeggiante, indubbiamente minore.
  • Animazione

    La tartaruga rossa

    di Presentato nella sezione Un Certain Regard, La tartaruga rossa di Michaël Dudok de Wit è l’ennesimo miracolo artistico e produttivo dello Studio Ghibli, in coproduzione con le francesi Prima Linea Productions, Why Not Production e Wild Bunch.
  • Animazione

    Le stagioni di Louise

    di Ennesimo tassello della nouvelle vague animata transalpina, il film di Laguionie si stringe poeticamente e senza ipocrisie attorno alla terza età, alla solitudine che spesso accompagna la vecchiaia.
  • Animazione

    Your Name.

    di Distribuito nelle sale italiane da Nexo Digital e Dynit, dal 23 al 25 gennaio 2017, Your Name è l'ennesima conferma di un percorso narrativo ed estetico che da anni misura le distanze che ci dividono, la consistenza dell'amore...

COMMENTI FACEBOOK

Commenti

Lascia un commento