Fratelli unici

Fratelli unici

di

Fratelli unici di Alessio Maria Federici è una disastrosa commedia sentimentale a cui mancano sia la verve che le più basilari regole di grammatica cinematografica.

Cinema, questo sconosciuto

Pietro e Francesco sono fratelli, ma hanno passato tutta la vita a desiderare di essere figli unici. Un incidente fa perdere completamente la memoria a Pietro, che torna a essere come un bambino. La sua ex moglie Giulia sta per risposarsi e così Francesco è costretto a portarlo a casa sua e ad accudirlo… [sinossi]

Il primo dato interessante nell’approcciarsi a Fratelli unici, terzo lungometraggio diretto da Alessio Maria Federici dopo i pessimi Lezioni di cioccolato 2 e Stai lontana da me, lo si può rintracciare nella scelta della 01 Distribution di licenziare il film a inizio ottobre nonostante l’ambientazione della storia palesi l’intenzione iniziale di uscire nelle sale nella bagarre natalizia: non si pecca di malizia nell’interpretare la scelta come una resa di fronte a un prodotto così raffazzonato da essere destinato al massacro in un’eventuale corsa al botteghino. Racchiuso invece in una settimana che non prevede concorrenti diretti (nessun’altra commedia viene infatti distribuita il 2 ottobre), Fratelli unici può ottenere senza troppa fatica le sue centinaia di copie che, anche nell’ipotesi credibile di una pessima media, garantiranno un introito non indifferente, permettendo al sistema-cinema italiano – o ai lacerti che restano traballanti sulle macerie – di perpetrare in un circolo vizioso che sta soffocando la produzione nazionale oramai da troppi anni, senza che nessuno dimostri l’intenzione di invertire la rotta.

Dopotutto, ed è chiaro fin dalle primissime inquadrature, Fratelli unici è un film che non dovrebbe neanche esistere, e non per mera riflessione snobistica nei confronti del “popolare”: Fratelli unici non dovrebbe esistere perché non è in grado di mettere in mostra le più basilari regole grammaticali della Settima Arte. Nel montaggio sbagliato (non ipercinetico, non volutamente slabbrato, non metaforico) dei primi minuti, con raccordi impossibili, steadicam insensate, tagli di inquadratura risibili, si nasconde un rapporto con il cinema che sviluppa, senz’altra cognizione di alcun tipo, solo l’etimologia del termine. L’immagine non ha alcuna centralità nella messa in scena di Federici, né si avverte alcun istinto alla visione, e la regia, mal supportata da una sceneggiatura rabberciata, mai divertente e per di più squadernata rispetto alla prassi, evapora in una confusa nuvola priva del benché minimo spessore.
Viene naturale chiedersi come sia possibile cadere ancora nell’errore di un cinema così vuoto di senso, di struttura, di (come già scritto) grammatica: anche la più scipita delle commedie romantiche dovrebbe essere trattata con una cura che in Fratelli unici manca completamente. Tra battute trite, situazioni create ad hoc solo per potersi permettere fraintendimenti (Luca Argentero che va in giro per Roma con i rimasugli della parrucca da donna solo per far scaturire un breve battibecco ne è l’esempio più tristemente palese), attori fuori parte, personaggi buttati via senza alcun amore o interesse, il film di Federici affonda senza sosta, esibendo il peggio del cinema italiano contemporaneo.

È il cinema scadente e privo di velleità prodotto da un’Italia buzzurra, ridanciana, incapace persino di essere volgare fino in fondo perché per di più afflitta dal demone del perbenismo, mediocre detrito di una borghesia del pensiero che ha intasato oramai tutti i condotti di un sistema abbandonato a se stesso. A dimostrazione ulteriore di tutto ciò Fratelli unici manca di qualsivoglia idea cinematografica degna di questo nome, ma si toglie lo sfizio di inaugurare una panoramica sui tetti di Roma con il dettaglio di uno striscione che recita “riportiamo a casa i nostri marò”. Un dettaglio che forse è in grado di raccontare la morte cinematografica di una nazione meglio di qualsiasi saggio o discussione. Ma è Natale (nella finzione), c’è da essere allegri…

Info
Il sito di Fratelli unici.
  • fratelli-unici-2014-01.jpg
  • fratelli-unici-2014-02.jpg
  • fratelli-unici-2014-03.jpg
  • fratelli-unici-2014-04.jpg
  • fratelli-unici-2014-05.jpg

Articoli correlati

Leave a comment