Uscite in Sala 17 marzo 2016

Uscite in Sala 17 marzo 2016

Mentre Luchini e la Ronan si contendono il proscenio a colpi di recitazione, il 18 marzo arriva in sala (chissà quante…) il fluviale e imperdibile Le mille e una notte di Miguel Gomes.

 

LE MILLE E UNA NOTTE – ARABIAN NIGHTS
di Miguel Gomes

Miguel Gomes, tra i nomi più rilevanti del cinema europeo contemporaneo, trasforma la messa in scena della crisi economica portoghese in una sarabanda di intuizioni, narrazioni (im)possibili e deflagrazioni dell’immaginario. Un’opera fluviale, bizzarra, ironica, ossessiva, debordante. Esce venerdì 18 ed è da vedere assolutamente sul grande schermo!

Prendendo spunto dalla struttura de Le mille e una notte, il regista portoghese Miguel Gomes firma una trilogia che nasconde, dietro una serie di racconti tra il grottesco, il tragico e il surreale, uno sguardo sulla crisi economica portoghese, e su quella dell’Europa. [sinossi] [youtube]https://www.youtube.com/watch?v=rYHFB6LFFfk[/youtube]

 

LA CORTE
di Christian Vincent

Christian Vincent firma un arguto studio di caratteri, ricco di brillanti annotazioni sull’umana natura, il teatro, la giustizia e il “teatro della giustizia”. Con un eccellente Fabrice Luchini.

Xavier Racine è un giudice molto temuto, presidente di corte d’assise. Lo chiamano “il giudice a due cifre”, perché le pene che infligge sono sempre di almeno dieci anni. Tutto cambia drammaticamente il giorno in cui Racine incontra Birgit Lorensen-Coteret, chiamata come giudice popolare nel caso di un uomo accusato di omicidio. È la stessa donna di cui si era innamorato Racine sei anni prima. Quasi in segreto. È forse la sola donna che abbia mai amato. [sinossi] [youtube]https://www.youtube.com/watch?v=EGOBFP98ne4[/youtube]

 

FRANKENSTEIN
di Bernard Rose

Bernard Rose propone un adattamento del racconto di Mary Shelley contemporaneo e visto interamente dalla prospettiva della creatura. Un’opera violenta, ispida ma anche carica di mesta dolcezza, che sa ragionare sulle implicazioni etiche e morali alle spalle della narrazione. Affascinante.

Frankenstein è ambientato nella Los Angeles di oggi ed è raccontato interamente dalla prospettiva del mostro, Adam. Dopo essere stato creato da una coppia di eccentrici scienziati, marito e moglie, i quali lo hanno abbandonato credendolo morto, Adam si ritrova in un mondo che non gli concede altro che violenza e percosse. Questa figura perfetta, ora ridotta a un mostro sfigurato, dovrà imparare ad affrontare la terribile natura degli esseri umani… [sinossi] [youtube]https://www.youtube.com/watch?v=JeWBES-44vg[/youtube]

 

TRUTH – IL PREZZO DELLA VERITÀ
di James Vanderbilt

Il giornalismo, la sua etica e la sua struttura (e la sua più o meno presunta libertà), è al centro a quanto pare di un percorso di rilettura da parte di Hollywood. Dopo Il caso Spotlight, che ha anche vinto il Premio Oscar, ecco dunque il film di Vanderbilt, ancor meno ottimista e assai più amaro nelle sue riflessioni. Un ottimo cast, una scrittura solida e priva di fronzoli, una regia piana ma non mediocre. Un bel vedere.

Siamo nel 2004: alla vigilia delle nuove elezioni presidenziali statunitensi, in cui George W. Bush sfida il democratico John Kerry, la CBS viene in possesso di scottanti rivelazioni sul presidente, legate al suo passato e ai favoritismi goduti durante il suo servizio di leva. Animatori dell’inchiesta, la giornalista Mary Mapes e il veterano dell’informazione Dan Rather. [sinossi] [youtube]https://www.youtube.com/watch?v=iT8FyB3RZHM[/youtube]

 

BROOKLYN
di John Crowley

Brooklyn è un prodotto dalla confezione lucente, quanto risaputo nello svolgimento, tutto teso a evidenziare le ambizioni della protagonista Saoirse Ronan (lei davvero molto brava). Tutto costruito in maniera ineccepibile da un punto di vista tecnico, ma la sostanza del melò va ricercata altrove.

Irlanda, anni ’50: la giovane Eilis, orfana di padre, riesce ad emigrare a Brooklyn grazie ai contatti di sua sorella con la locale comunità irlandese. Nonostante la nostalgia di casa, la ragazza si adatta bene al nuovo contesto, trovando un buon lavoro e l’amore di un italoamericano. Ma la notizia di un’improvvisa tragedia familiare la costringe a tornare in patria… [sinossi] [youtube]https://www.youtube.com/watch?v=RDKVCyL-knU[/youtube]

 

KUNG FU PANDA 3
di Alessandro Carloni, Jennifer Yuh

Giunto cinque anni dopo il suo predecessore, Kung Fu Panda 3 mostra, per il franchise targato Dreamworks, un inizio di usura nella formula, appena mitigata dall’inserimento delle tematiche familiari e di quelle dell’identità. Sarebbe lecito attendersi molto di più.

Il malvagio guerriero Kai, imprigionato anni fa nel regno degli spiriti, è riuscito a liberarsi e punta ora ad appropriarsi del “chi” (l’energia vitale) del Guerriero Dragone, il panda Po. Quest’ultimo, intanto, ha appena conosciuto il suo padre biologico, e ha deciso di recarsi nel suo villaggio natale alla ricerca delle sue origini. Ma la minaccia di Kai spingerà Po a tornare a combattere… [sinossi] [youtube]https://www.youtube.com/watch?v=GbusktyJPTw[/youtube]

 

THE LESSON – SCUOLA DI VITA
di Kristina Grozheva, Petar Valchanov

I bulgari Kristina Grozheva e Petar Valchanov hanno preso spunto per The Lesson da un singolare caso di cronaca, ma il disagio etico e sociale, pur presente nelle premesse, sembra annacquarsi strada facendo.

In una piccola città della Bulgaria una giovane insegnante, Nadežda, sta rimproverando un ragazzo per aver rubato in classe. Ma quando sarà lei a indebitarsi con degli usurai, riuscirà a tener fede ai suoi valori? Con un occhio al cinema dei Dardenne, questo film d’esordio offre uno sguardo spassionato sul confronto tra onestà e una realtà economica brutale… [sinossi] [youtube]https://www.youtube.com/watch?v=NO2JmcNqi-g[/youtube]

 

RISORTO – RISEN
di Kevin Reynolds

Velleitario nel tentativo di costruire un thriller su una narrazione dai contorni noti, Risorto – Risen affonda presto in un’epica forzata e ridondante, in cui regista e sceneggiatore sembrano essere i primi a non credere. Un film di cui sarà difficile serbare memoria.

Poco dopo la crocefissione di Yeshua, in Giudea, i suoi seguaci iniziano a diffondere voci su una sua imminente resurrezione. Il governatore Ponzio Pilato, preoccupato per un ipotetico furto del cadavere, incarica il tribuno Clavio di mettere dei soldati a guardia del sepolcro. L’accorgimento, tuttavia, non si rivelerà sufficiente… [sinossi] [youtube]https://www.youtube.com/watch?v=sEz8Airu3Qo[/youtube]

 

BIANCO DI BABBUDOIU
di Igor Biddau

Dopo Un nuovo giorno di Stefano Calvagna, uscito la settimana scorsa, c’è già un altro pretendente al titolo di peggior film dell’anno. Il film di Igor Biddau, con protagonista il trio comico sardo Pino e gli anticorpi, è infatti un marasma di cui si fatica a cogliere il senso. Non solo e non tanto delle gag malriuscite tempestano la narrazione, ma è il racconto stesso che manca, la regia annaspa e il ritmo è piatto, senza soluzione di continuità. Stupisce che la Lucky Red abbia deciso di distribuirlo.

Michele, Roberto e Stefano, eredi delle tenute Babbudoiu – l’azienda vinicola fondata dal padre (babbudoiu significa appunto babbo tuo) – si trovano improvvisamente a dover trovare 300.000 euro in 15 giorni se vogliono salvarsi dal fallimento. E non sarà facile: devono restituire i soldi alla banca e tenteranno qualsiasi cosa per racimolare disperatamente la cifra, in un’escalation di disperazione, comicità, equivoci ed episodi rocamboleschi, sino a quando saranno costretti a giocarsi un’unica carta rimasta, nascosta dietro un pregiato bicchiere di vino rosso: il “Bianco di Babbudoiu”. [sinossi] [youtube]https://www.youtube.com/watch?v=zIOcI3jxWVI[/youtube]

 

Questa settimana escono anche La linea sottile (2016) di Nina Mimica e Paola Sangiovanni, SebastianO (2015) di Fabrizio Ferraro e Vita Cuore Battito (2016) di Sergio Colabona. Buona visione!

Info
Il sito ufficiale di Brooklyn.

Articoli correlati

  • Notizie

    Uscite in Sala 10 marzo 2016

    Nella settimana che porta in sala i fratelli Coen, Fausto Brizzi e (con cinque anni di ritardo) Weekend di Andrew Haigh, è da segnalare l'apparizione sugli schermi dell'ultimo parto creativo di Júlio Bressane.
  • Notizie

    uscite-in-sala-03-marzo-2016Uscite in Sala 03 marzo 2016

    Il "cielo in una stanza" di Abrahamson, gli oscuri retaggi liceali di Edgerton, le suffragette e i sanguinari gemelli Kray. Questo e altro in sala da oggi.
  • Notizie

    uscite-in-sala-25-febbraio-2016Uscite in Sala 25 febbraio 2016

    Finalmente esce in (poche) sale Il club di Pablo Larraín; a fargli compagnia un Jeeg Robot de noantri, l'animazione di Charlie Kaufman, e il deludente Niccol già visto a Venezia.
  • Notizie

    Uscite in sala 18 febbraio 2016

    La tragedia dei migranti, giornalisti a caccia di preti pedofili, un supereroe iracondo, un pittore danese che vorrebbe diventare donna. Questo e altro in sala da oggi.
  • Notizie

    Uscite in Sala 24 marzo 2016

    Batman e Superman che si ramazzano di legnate, Heidi che corre sui monti, la morte di Pasolini, condomini con difficoltà relazionali. Questo e altro in sala da oggi...
  • Notizie

    Uscite in Sala 31 marzo 2016

    Settimana di magra, nonostante il numero spropositato di uscite (ben 14), in cui spicca il documentario sul Duomo di Milano; poi i biopic su Brian Wilson e Jesse Owens, Hitchcock e Truffaut...
  • Notizie

    Uscite in Sala 07 aprile 2016

    Una settimana di uscite a dir poco deprimente, nella quale si salva solo l'interessante dramma sportivo di Matteo Rovere e, in parte, l'opera prima di Adriano Valerio.
  • Notizie

    Uscite in Sala 14 aprile 2016

    Ancora per un giorno il biglietto del cinema costa 3 euro, e le distribuzioni ne approfittano per affollare ulteriormente un panorama già saturo; da citare comunque il nuovo Baumbach e un paio di film italiani indipendenti da non sottovalutare.
  • Notizie

    Uscite in Sala 21 aprile 2016

    Prosegue la cascata di uscite in sala: questa settimana sono addirittura dieci, tra le quali viene naturale consigliare solo la visione dell'ultimo lavoro documentario dei gemelli De Serio.

COMMENTI FACEBOOK

Commenti

Lascia un commento