Far East 2016 – Presentazione

Far East 2016 – Presentazione

Inizia oggi il Far East 2016, diciottesima edizione del festival dedicato al cinema popolare dell’estremo oriente. Ospite d’eccezione Sammo Hung, maestro dell’action hongkonghese.

“18 anni. La Cina, negli ultimi 18 anni, e diventata il secondo mercato cinematografico mondiale (6,8 miliardi di dollari) al posto del Giappone, sceso al terzo gradino del podio (2 miliardi di dollari).”
Ha inizio così la presentazione della diciottesima edizione del Far East Film Festival, la kermesse dedicata al cinema popolare dell’estremo oriente e del sud-est asiatico; quale modo migliore di celebrare la maggiore età se non ricordando quanto l’industria cinematografica mondiale debba a quell’area del mondo che dalle nostre parti continua ad apparire esotica e distante? Cina e Giappone, certo, ma anche Indonesia, Thailandia, Filippine, Corea del Sud, Malesia, Singapore, Taiwan, Vietnam… In diciotto anni il FEFF di Udine ha dato spazio e aria a un universo a se stante, fatto di action, noir, wuxia, jidaigeki, comicità slapstick, melodrammi fiammeggianti, horror e thriller, dimostrando una volta di più come i preconcetti sul cinema asiatico (sempre duri a morire, a giudicare dallo scarso feeling con il pubblico medio riscontrabile ogni qual volta un film proventiente da quelle zone raggiunge la sala) siano bolsi e per niente aderenti alla realtà.
D’altro canto il Far East ha contribuito a formare una nuova generazione di homo videns, spettatori perfettamente a loro agio con evoluzioni fuori dalle leggi di gravità e via discorrendo: spettatori che celebrano il culto di autori altrove misconosciuti come Michael Hui, Patrick Tam, Nobuhiro Yamashita, Erik Matti. Come si è già fatto notare in più occasioni, è anche grazie al lavoro portato avanti a Udine che registi oramai divenuti habitué di Cannes e Venezia come Johnnie To e Takashi Miike sono riusciti a raggiungere l’Olimpo della Settima Arte.

E proprio da Johnnie To il Far East 2016 riparte per spegnere le diciotto candeline: è infatti lui il produttore di Trivisa, thriller metropolitano diretto in condivisione da Frank Hui, Jevons Au e Vicky Wong che apre ufficialmente le danze di questa edizione. Un’edizione che come al solito cerca di trovare il punto di incontro tra le esigenze più direttamente spettacolari e un’autorialità mai dimentica delle radici popolari della Settima Arte. Ecco così dialogare vecchi classici e nuove speranze, oltre ai registi svezzati proprio davanti agli occhi del pubblico che affolla il Teatro Nuovo Giovanni da Udine: quest’anno c’è spazio per i vari Cao Baoping con il thriller The Dead End, Wilson Yip con il terzo capitolo della saga dedicata a Ip Man, Herman Yau e il suo The Mobfathers, Shuichi Okita e Mohican Comes Home, Honor Thy Father di Erik Matti, Yoshihiro Nakamura che torna all’horror con The Inerasable.
È l’horror a far da collante di questo Far East 2016, come testimonia il ritorno a Udine di due grandi registi come Kiyoshi Kurosawa (Creepy) e Wisit Sasanatieng (Senior); per non parlare della retrospettiva dedicata al “fantastico” nipponico, con corposo omaggio a Nobuhiko Obayashi – suo il cult-movie Hausu, delirante horror ultra-pop che non ha eguali a quasi quarant’anni dalla sua realizzazione – o dell’ospite centrale di questa edizione, quel Sammo Hung di cui verranno proposti The Game of Death (tra i classici restaurati, il film postumo di Bruce Lee) e il recentissimo The Bodyguard, action dolente su una guardia del corpo in pensione e malata di Alzheimer.
Insomma, di carne al fuoco come sempre ce n’è molta, e per otto giorni Udine tornerà come ogni anno a essere la capitale mondiale del cinema asiatico (e per il terzo anno consecutivo Quinlan sarà media partner dell’evento), promettendo sangue, risate, lacrime e tremori. Che inizino le visioni!

Info
Il sito ufficiale del Far East 2016.

Articoli correlati

  • Festival

    Far East 2015

    La diciassettesima edizione del festival friulano dedicato al cinema popolare asiatico: tutte le nostre recensioni dal Teatro Nuovo Giovanni da Udine.
  • Festival

    Far East 2015, svelato il programma

    Svelato il programma della diciassettesima edizione del Far East Film Festival di Udine, il più grande evento dedicato al cinema popolare dell'Estremo Oriente e del sud-est asiatico. Grandi nomi, il concerto di Joe Hisaishi, l'esordio della Cambogia e molto altro...
  • Festival

    Far East 2014

    La sedicesima edizione del festival friulano dedicato al cinema popolare asiatico: tutte le nostre recensioni dal Teatro Nuovo Giovanni da Udine.
  • FEFF 2014

    Far East 2014 – Presentazione

    La sedicesima edizione del festival che Udine dedica al cinema dell'estremo oriente. Otto giorni alla scoperta di meraviglie troppo spesso nascoste agli occhi dei cinefili.
  • Far East 2016

    Hausu

    di Hausu, folle esempio di horror avant-pop, segna l'esordio nel cinema industriale di Nobuhiko Ōbayashi, tra i nomi di punta del cinema sperimentale giapponese degli anni Sessanta.
  • Far East 2016

    The-TigerThe Tiger

    di Ambizioso blockbuster sudcoreano e pellicola d'apertura della diciottesima edizione del Far East 2016, The Tiger di Park Hoon-jung spreca l'intensa performance di Choi Min-sik, poco supportata da una sceneggiatura ripetitiva, retorica, ridondante.
  • Far East 2016

    CreepyCreepy

    di Titolo di punta del Far East 2016, Creepy di Kiyoshi Kurosawa ci trascina in fondo a un buco nero, a una voragine che nella vita reale potrebbe aprirsi a un passo da noi, sotto i nostri occhi e il nostro naso. Inquietante, ipnotico, narrativamente spregiudicato.
  • Far East 2016

    I misteriani

    di L'invasione aliena vista con gli occhi di Ishiro Honda, il papà di Godzilla; a distanza di sessant'anni dalla sua realizzazione I misteriani mostra i suoi limiti, ma anche i suoi pregi.
  • Far East 2016

    Matango il mostro

    di Tra le opere più celebri di Ishiro Honda, Matango il mostro è un viaggio psichedelico che riflette sulla mostruosità insita nella natura umana, e nella società.
  • Festival

    Far-East-2016Far East 2016

    Dal 22 al 30 aprile, il Far East 2016, diciottesima edizione del festival dedicato al cinema popolare dell'estremo oriente. Ospite d'eccezione Sammo Hung, maestro dell'action hongkonghese.
  • Far East 2016

    Round Trip Heart

    di Come spesso succede al Far East Film Festival, le piacevoli sorprese arrivano di mattina. È il caso di Round Trip Heart di Yuki Tanada, delicata commedia itinerante con protagonisti una ragazza addetta alla distribuzione di cibi e bevande sui treni e un produttore cinematografico fallito.
  • Far East 2016

    Bakuman

    di Presentato al Far East Film Festival di Udine, Bakuman è un film sul mondo dei manga all’ennesima potenza, tratto da un manga, su ragazzi che ambiscono a diventare mangaka, ambientato nel vero mondo editoriale dei manga.
  • Far East 2016

    Hime-Anole

    di Film dalla doppia anima, Hime-Anole riesce a coniugare un'esilarante commedia amorosa con un agghiacciante e violento viaggio nel male e nella follia, ma soffre di qualche snodo narrativo troppo sempliciotto. Al Far East 2016.
  • Far East 2016

    The-World-of-UsThe World of Us

    di Presentato al Far East 2016, The World of Us è un film ad altezza bambino, capace di raccontare le difficoltà emotive e relazionali dell'infanzia, le dinamiche scolastiche, la distanza tra genitori e figli.
  • Far East 2016

    The Lovers and the Despot

    di , Fra microcassette, immagini di repertorio e interviste, il documentario di Ross Adam e Robert Cannan ricostruisce con toni da spy story il rapimento del regista sudcoreano Shin Sang-ok ordito nel 1978 dal dittatore cinefilo Kim Jong-il per rilanciare l'industria cinematografica del Nord. Al Far East 2016.
  • Far East 2016

    Three Stories of Love

    di Il film di Ryosuke Hashiguchi naviga a vista in un mosaico di personaggi e nella loro cupa depressione per mettere in scena la faccia più nera del Giappone post-Fukushima: un sottobosco di povertà e di ingiustizie, una popolazione in cerca spasmodica d'amore per rialzarsi. Buono l'affondo emotivo, meno quello politico. Al Far East 2016.
  • Far East 2016

    Saving Mr. Wu

    di Fra rapimenti, sparatorie, inseguimenti e interrogatori serrati, Saving Mr. Wu è intrattenimento allo stato puro, una miscela esplosiva di azione e tensione pronta a detonare sugli schermi del Far East 2016.
  • Far East 2016

    Mohican Comes Home

    di Presentata al Far East Film Festival la nuova opera di Shuichi Okita, che sforna ancora un film che si permette di trattare temi come la malattia e la morte, ma rimanendo su un tono di leggerezza.
  • Notizie

    Presentato a Udine il programma del Far East 2018Far East 2018 – Presentazione

    La ventesima edizione della kermesse friulana guarda con ancora maggiore insistenza dalle parti di Pechino, e il mandarino e il cantonese possono essere oramai considerate le lingue ufficiali del festival. Ma il FEFF è sempre una mappatura del cinema in estremo oriente e sud-est asiatico.
  • Notizie

    Far East 2019, svelato a Udine il programmaFar East 2019 – Presentazione

    E sono ventuno. Il Far East 2019 svela il programma e si conferma figura centrale e in qualche modo totemica per tutti gli appassionati cultori dell'Estremo Oriente e del sud-est asiatico. Dal 26 aprile al 4 maggio a Udine.

COMMENTI FACEBOOK

Commenti

Lascia un commento