Uscite in Sala 09 giugno 2016

Uscite in Sala 09 giugno 2016

Si avvicina a grandi passi l’estate, e a parte il recupero da Cannes di The Neon Demon l’attenzione si sposta su due restauri dal glorioso passato, con Jacques Tati e Vincente Minnelli che tornano in sala.

 

THE NEON DEMON
di Nicolas Winding Refn

Senza dubbio il film più discusso (e da molti detestato) dell’ultimo concorso di Cannes. Non che Nicolas Winding Refn sia nuovo a questo genere di reazioni, come dimostra il precedente Only God Forgives; al di là del giudizio che si potrà poi sviluppare, il consiglio è comunque quello di non lasciarsi scappare la visione sul grande schermo di The Neon Demon, creatura algida, crudele e a suo modo perfino teorica.

Jesse, aspirante modella di sedici anni, si trasferisce a Los Angeles. Il suo sogno è di diventare una star delle passerelle e delle riviste di alta moda. La sua ascesa folgorante e la sua innocenza e bellezza scatenano gelosie e insani appetiti. Alcune colleghe si inchinano di fronte al fascino magnetico di Jesse, altre sono pronte a tutto pur di entrare in possesso della sua bellezza… [sinossi] [youtube]https://www.youtube.com/watch?v=BCCs2IQA8uM[/youtube]

 

FRIEND REQUEST – LA MORTE HA IL TUO PROFILO
di Simon Verhoeven

Non fermatevi al cognome, non si tratta del nuovo film di Paul Verhoeven (Elle, amato sulla Croisette, potrebbe addirittura non trovare un distributore in Italia…): eppure il film del tedesco Simon Verhoeven si dimostra interessante e ben diretto, nonostante qualche calo di tensione e di logica narrativa. I social network come specchio (nero) del subconscio, la modernità e l’ancestrale, webcam e streghe. Da non sottostimare.

Marina Mills è una studentessa misteriosa e solitaria, di cui al college nessuno sa nulla, se non che il suo profilo di facebook ha uno sconsolante zero nel numero degli amici. Mossa a compassione, Laura risponde alla sua richiesta d’amicizia, ma Marina assume rapidamente atteggiamenti da stalker. Rifiutata da Laura, Marina filma il proprio suicidio e poco dopo il video appare sui social network. È solo l’inizio di un incubo per Laura e i suoi amici… [sinossi] [youtube]https://www.youtube.com/watch?v=YT-Bmc-UX1c[/youtube]

 

NOW YOU SEE ME 2 – I MAGHI DEL CRIMINE
di Jon M. Chu

Nonostante il cambio in cabina di regia, il sequel diretto da Jon M. Chu ripropone in buona misura gli ingredienti del suo predecessore, semplificando l’intreccio ma perdendo un po’ in spontaneità e spirito naïf.

I Quattro Cavalieri affrontano una seconda avventura portando in tutto il mondo l’illusione a nuove vette di stupore. Un anno dopo aver ingannato l’FBI e aver conquistato il favore del pubblico con i loro spettacoli di magia alla Robin Hood, gli illusionisti ritornano con una nuova performance, nella speranza di smascherare le pratiche immorali di un magnate della tecnologia… [sinossi] [youtube]https://www.youtube.com/watch?v=ekCb1wWvBZ8[/youtube]

 

IN NOME DI MIA FIGLIA
di Vincent Garenq

Nonostante i nobili intenti della trama e una “storia vera” che fa rabbrividire, il film di Garenq cade vittima del proprio spirito cronachistico, che lo porta a trascurare i personaggi in scena e a lasciare troppo a briglia sciolta Daniel Auteuil, il cui ritorno in grande spolvero è ancora da venire. Peccato.

A luglio 1982 André Bamberski viene informato che sua figlia Kalinka, 14 anni, è morta improvvisamente in Germania durante le vacanze con la madre e il patrigno, il dottor Krombach. Le circostanze della sua morte appaiono però sospette; l’atteggiamento di Dieter Krombach e una inquietante autopsia lasciano molte domande senza risposta. André Bamberski è convinto che Krombach sia colpevole e si lancia in una lotta lunga 27 anni, nella speranza di ottenere giustizia per sua figlia… [sinossi] [youtube]https://www.youtube.com/watch?v=6ywisWc_w9c[/youtube]

 

L’UOMO CHE VIDE L’INFINITO
di Matthew Brown

Una confezione sontuosa non riesce a mascherare fino in fondo i difetti e i cliché in cui sprofonda il film di Matthew Brown, tradizionale opera biografica senza slanci.

La vera storia di Srinivasa Ramanujan, genio indiano della matematica, completamente autodidatta. Per far conoscere al mondo la sua mente geniale, dovrà lasciarsi alle spalle la giovane e amata sposa Janaki, per intraprendere un lungo viaggio che lo porterà a Cambridge, dove forgerà un forte legame con il suo mentore, l’eccentrico professore G.H. Hardy. Sotto la guida di Hardy, il suo lavoro si evolverà in modo tale da rivoluzionare per sempre la matematica e trasformare il modo in cui gli scienziati spiegano il mondo… [sinossi] [youtube]https://www.youtube.com/watch?v=yQ6UHyYHa0k[/youtube]

 

UN AMERICANO A PARIGI
di Vincente Minnelli

Potendolo ammirare di nuovo, scintillante e sul grande schermo, il capolavoro di Minnelli si rivela come l’apoteosi della finzione cinematografica: tutto è finto e irreale perché siamo in un musical, siamo in una Parigi dell’immaginario e dunque l’amore deve trionfare sullo sfondo di una luna di cartapesta. Ma, in tutto questo, quel che oggi lascia sempre stupefatti e ammirati è la verità del gesto scenico di origine teatrale, la performance atletica degli attori, la perfetta tempistica dei movimenti e la sinuosità dei corpi. È la realtà del rischio – e dei mini-piani sequenza – che ci si prende ogni volta che si tenta una piroetta, o un salto da un tavolino all’altro. Immortale.

L’americano Jerry Mulligan, finita la guerra, è rimasto a Parigi per dipingere. Vive in un localino dove il letto e il tavolino rientrano nel soffitto e nella parete e va a esporre i quadri, che nessuno compra, a Montparnasse. Viene abbordato da una ricca, attempata americana che gli compra un quadro. Ma poi conosce la giovane e graziosa commessa della quale si innamora, senza sapere che la ragazza sta per sposare il suo amico Paul… [sinossi] [youtube]https://www.youtube.com/watch?v=4AFX7iqYtnk[/youtube]

 

MON ONCLE
di Jacques Tati

In un restauro digitale impeccabile si può e si deve ammirare anche il nitore del cinema di Tati, che in Mon oncle tocca alcune delle sue vette maggiori. Monsieur Holot e i suoi rapporti con la sorella e il cognato borghese; un modo per rappresentare gli opposti che diventa inno anarchico e veemente presa di posizione dalla parte del popolo, senza mai abbandonare la comicità sulfurea e beffarda che contraddistingue Tati. Riscoprire questa meraviglia è un imperativo per qualsiasi appassionato della Settima Arte.

Arpel, ricco industriale e fiero della sua casa futurista piena di gadget tecnologici dalla scarsa utilità, vuole evitare che il cognato, Monsieur Hulot, personaggio sognatore e bohemien, possa influenzare negativamente suo figlio. Prova dunque a farlo impiegare nella sua fabbrica, sia per l’insistenza della moglie, sia per tener lontano Hulot dalla sua casa… [sinossi] [youtube]https://www.youtube.com/watch?v=qKKAqKo1VZM[/youtube]

 

Completano le uscite della settimana Istanbul e il Museo dell’Innocenza di Pamuk (2015) di Grant Gee, Ciao Brother (2016) di Nicola Barnaba e Cristian e Palletta contro tutti (2015) di Antonio Manzini. Buona visione!

Info
Il sito dell’omaggio a Tati.
The Neon Demon su Facebook.

Articoli correlati

  • Notizie

    Uscite in Sala 01 giugno 2016

    Nella settimana in cui Fiore di Claudio Giovannesi raggiunge tutte le sale italiane (dopo un'uscita mirata per l'esordio), escono anche The Nice Guys e Warcraft...
  • Notizie

    Uscite in Sala 26 maggio 2016

    Abbassato il sipario sul Festival di Cannes, si torna a concentrare l'attenzione sulle uscite in sala, a partire dal prezioso Tangerines e da Fiore di Claudio Giovannesi. Ma è soprattutto la settimana dei restauri di Lab 80 con Gene Tierney!
  • Notizie

    uscite-in-sala-12-maggio-2016Uscite in Sala 12 maggio 2016

    Prende il via il festival di Cannes, e proprio dalla Croisette arriva uno dei titoli più interessanti della settimana, il nuovo film di Jodie Foster. Poi la Salomé di Al Pacino, Pericle il nero e l'horror The Boy...
  • Notizie

    Uscite in sala 05 maggio 2016

    Dopo settimane di uscite in tono minore, finalmente lo spettatore cinefilo avrà l'imbarazzo della scelta: non solo lo splendido Jia Zhangke e Michel Gondry, infatti, ma anche Mamoru Hosoda, Patricio Guzmán e un sorprendente Roland Emmerich!
  • Notizie

    Uscite in Sala 16 giugno 2016

    Finalmente arriva in sala l'ultimo, splendido, film di Richard Linklater, già dato in uscita più di un mese fa e poi rimandato. Con lui, tra gli altri, anche due recuperi dal passato, più o meno recente: Laurence Anyways di Xavier Dolan e soprattutto Playtime di Jacques Tati.
  • Notizie

    Uscite in Sala 23 giugno 2016

    Le uscite in sala della settimana si segnalano soprattutto perché raggiungono le sale tre gioielli visti negli ultimi anni in giro per festival, i film di Desplechin, Moore e Ruizpalacios...
  • Notizie

    Uscite in Sala 30 giugno 2016

    Con l'estate che procede a passi da gigante, raggiungono le sale film provenienti da aree del mondo solitamente snobbate dalle distribuzioni italiane, come Iran e Giappone.
  • Notizie

    Uscite in Sala 07 luglio 2016

    Bando agli indugi: è la settimana di It Follows, uno dei migliori horror degli ultimi anni. Per il resto ennesimo recupero di un film di Dolan e l'ultimo, finora inedito, Terry Gilliam.
  • Notizie

    Uscite in Sala 14 luglio 2016

    Tra Tarzan e Cell non si sa bene cosa preferire; forse è arrivato davvero il tempo di prendersi una pausa dalle uscite settimanali e dedicarsi a uscite all'aria aperta.

COMMENTI FACEBOOK

Commenti

Lascia un commento