Uscite in Sala 06 ottobre 2016

Uscite in Sala 06 ottobre 2016

Un bellissimo film di Téchiné e poi Faenza, Mine di Guaglione e Resinaro, Deepwater. Ma su tutto si staglia la figura inconfondibile di Werner Herzog, e del suo nuovo documentario. Visione imprescindibile della settimana.

 

LO AND BEHOLD – INTERNE: IL FUTURO È OGGI
di Werner Herzog

Ogni volta che esce un film di Werner Herzog bisognerebbe correre fuori dalle sale e mettersi in fila per entrare. Dovrebbe essere un costume, un obbligo morale, un’abitudine, una prassi. Insomma, cos’altro si deve scrivere per convincervi che a prescindere da tutto questo è il film della settimana? Visione imprescindibile e da svolgere IN SALA. Su, andate in fila.

Che cos’è Internet oggi? Che ruolo ha nelle nostre vite e come influirà sul nostro futuro? Werner Herzog ci guida, con un racconto articolato in dieci capitoli, alla scoperta di quella realtà onnipotente che è il Web. Tra robotica e hacking, nuovi fenomeni psicologici e dinamiche sociali, crimini e stupori, Herzog ci offre un colpo d’occhio sul panorama intorno a noi, e soprattutto indica una via: verso un domani in cui forse Internet sarà capace di sognare se stesso, gli asceti avranno bisogno del wi-fi e i nuovi campioni di calcio non saranno umani. [sinossi] Immagine anteprima YouTube

 

QUANDO HAI 17 ANNI
di André Téchiné

La scrittura a quattro mani di André Téchiné e Céline Sciamma (la regista in veste di sceneggiatrice quest’anno ha firmato anche il delizioso Ma vie de Courgette di Claude Barras, amato al Festival di Cannes e candidato svizzero all’Oscar per il miglior film straniero) dimostra una freschezza e una vitalità che contagiano. Il cineasta vi appone poi il suo sguardo, sempre essenziale e carico di un’umanità straziante e viva, vitale, (quasi) indistruttibile. Non lasciatevelo sfuggire.

Damien è uno studente brillante, sensibile, la madre è una dottoressa e il padre un pilota militare in missione; Thomas, ragazzo di colore adotatto, ha un carattere scontroso, vive in montagna nella fattoria dei genitori e ama starsene per i fatti suoi tra la neve e i boschi. Damien e Thomas frequentano la stessa scuola, non si sopportano e qualsiasi diverbio finisce in uno scontro fisico. Difficilmente potranno diventare amici. Quando la madre di Thomas resta incinta, e il medico curante è proprio la madre di Damien, il rapporto tra i due ragazzi inizia a stabilizzarsi… [sinossi] Immagine anteprima YouTube

 

MINE
di Fabio Guaglione, Fabio Resinaro

C’è un cinema italiano che non si piega all’ovvio, e cerca di trovare una propria strada nella standardizzazione del “genere”. Guaglione e Resinaro esordiscono al lungometraggio confermando le doti già mostrate nei lavori sulla breve distanza e sfoderano un thriller “desertico” affascinante e in grado di tenere lo spettatore con gli occhi incollati allo schermo. Pretendere di più o qualcosa di diverso sarebbe sciocco, oltre che ingiusto.

Di ritorno da una missione nel deserto afghano, Mike Stevens assiste alla morte del suo commilitone Tommy Madison, finito accidentalmente su una mina antiuomo. Ai confini del deserto, col villaggio più vicino oltre l’ultima duna, Mike realizza di essere impossibilitato a muoversi, perché ha calpestato anche lui una mina che esploderà al suo prossimo passo… [sinossi] Immagine anteprima YouTube

 

DEEPWATER – INFERNO SULL’OCEANO
di Peter Berg

Peter Berg dirige la tragedia della Deepwater Horizon (la piattaforma petrolifera che nella primavera del 2010 andò a fuoco nel bel mezzo dell’oceano, con centinaia di lavoratori a bordo) come se stesse mettendo in scena un war movie in piena regola. La scelta si rivela non banale, e risolleva un dramma che per il resto rimesta nel prevedibile, sposando scelte di sceneggiatura a dir poco usurate e nascondendosi dietro il comodo paravento del “tratto da una storia vera”.

Il 20 aprile 2010 sulla Deepwater Horizon nel Golfo del Messico, si è verificato uno dei più gravi disastri mondiali causati dall’uomo. Centoventisei lavoratori si trovavano a bordo della Deepwater Horizon quel giorno, sorpresi nelle più strazianti circostanze immaginabili – uomini e donne altamente specializzati che riponevano in un faticoso turno le speranze di tornare dalle loro famiglie e alle loro vite sulla terraferma. In un attimo, si sono trovati catapultati nel giorno più brutto della loro vita, spinti a trovare il coraggio per combattere contro un inarrestabile inferno di fuoco nel bel mezzo dell’oceano e, quando tutto sembrava perduto, cercare di salvarsi l’un l’altro… [sinossi] Immagine anteprima YouTube

 

LA VERITÀ STA IN CIELO
di Roberto Faenza

Se volete sapere se è lecito considerare riuscito il nuovo film di Roberto Faenza, la risposta con ogni probabilità è un netto “no”. Però nel riportare alla luce la vicenda – truce e oscura – della scomparsa dell’adolescente Emanuela Orlandi, Faenza compie a suo modo un dovere civile, riaprendo il dibattito su una questione mai realmente chiusa, e che permette di allargare la visuale a molti temi. Insomma, cinema civile di non eccelsa qualità ma che assolve al suo compito. Sempre che ne abbia uno.

Il 22 giugno 1983 Emanuela Orlandi, quindicenne cittadina vaticana, figlia di un messo pontificio, sparisce dal centro di Roma, dando inizio a uno dei più clamorosi casi irrisolti mai accaduti in Italia, conosciuto anche all’estero. Dopo decine di indagini, oscure ipotesi, coinvolgimento di “poteri forti”, depistaggi di ogni genere, una cosa è certa: Emanuela non ha fatto più ritorno a casa. [sinossi] Immagine anteprima YouTube

 

SEGANTINI – RITORNO ALLA NATURA
di Francesco Fei

Francesco Fei, autore tra i più bizzarri e interessanti del panorama italiano (recuperate archi_nature Balkans se potete; non ne resterete delusi), firma una docufiction che cerca di indagare la vita e le opere di Giovanni Segantini. In gran parte riuscendovi.

La storia singolare e straordinaria di Giovanni Segantini, raccontata ponendo l’accento sul suo modo di sentire la natura come fonte d’ispirazione artistica e spirituale. Nato ad Arco di Trento, Segantini diventerà uno dei pittori simbolisti più importanti dell’Ottocento. Entrando nelle strade e nei borghi, nelle valli e nei paesaggi alpini che segnarono l’opera e l’anima del pittore, il documentario ricostruisce gli scenari della sua vita come fosse un romanzo e parallelamente interroga pensieri e riflessioni di chi l’ha studiato a fondo. [sinossi] Immagine anteprima YouTube

 

THE SPACE IN BETWEEN: MARINA ABRAMOVIC AND BRAZIL
di Marco Del Fiol

Tra arte performativa e sciamanesimo la camera segue Marina Abramovic in giro per sette, culti più o meno segreti e chi più ne ha più ne metta. Di carne al fuoco ce n’è tanta, e il film di Del Fiol è sicuramente degno di interesse, anche se forse potrebbe risultare difficile rintracciarlo in sala. Chissà.

In viaggio in Brasile alla ricerca di nuovi stimoli creativi, Marina Abramovic intraprende un percorso di guarigione spirituale. Incontra medium a Abadiania, erboristi a Chapada, sciamani a Curitiba. [sinossi] Immagine anteprima YouTube

 

DOMANI
di Cyril Dion e Mélanie Laurent

Già autrice di un paio di lungometraggi di finzione, Mélanie Laurent approda al documentario insieme a Cyril Dion, scrittore e autore molto attento alla questione israelo-palestinese. Ne viene fuori un lavoro a suo modo non privo di fascino, pronto a strizzare con troppa facilità l’occhio al pubblico (e Domani è stato un gigantesco successo commerciale in Francia) ma a suo modo sincero.

Un emozionante e stimolante viaggio intorno al mondo alla ricerca di soluzioni efficaci per dimostrare che un domani migliore è possibile. Partendo dagli esperimenti più riusciti nei campi dell’agricoltura, energia, architettura, economia e istruzione, i registi Cyril Dion e Mélanie Laurent immaginano un nuovo futuro per noi e per i nostri figli… [sinossi] Immagine anteprima YouTube

 

PETS – VITA DA ANIMALI
di Chris Renaud, Yarrow Cheney

I progressi tecnici sono evidenti, così come il tentativo di spostarsi in territori narrativi vicini alla Pixar, ma non può bastare. Perché poi rimangono gag prevedibili (e poco divertenti) e canzoncine. E allora viene naturale chiedersi quando l’animazione delle major hollywoodiane – esclusa la Pixar – diventerà adulta. Forse mai, visti gli incassi…

In un vivace condominio di Manhattan, la vera giornata inizia dopo che gli esseri umani escono per andare al lavoro o a scuola. È allora che gli animali domestici di ogni razza, pelliccia e piumaggio vivono la loro routine quotidiana che va dalle nove alle diciassette: andare insieme a passeggio, raccontarsi storie sui loro padroni, confrontarsi sugli sguardi più irresistibili da assumere per ottenere più snack. Il cane che abita ai piani alti dell’edificio, Max, subisce uno sconvolgimento della propria vita quando la sua padrona Katie porta a casa Duke, un cane randagio trasandato e non addomesticato. Quando questa improbabile coppia di cani si ritrova a passeggiare per le strade di New York, dovrà mettere da parte ogni divergenza e fare squadra contro un coniglietto tanto morbido quanto astuto… [sinossi] Immagine anteprima YouTube

 

IL SOGNO DI FRANCESCO
di Renaud Fely e Arnaud Louvet

La già logora filmografia su Francesco d’Assisi (se si escludono momenti d’eccellenza come, non è neanche da specificare, Francesco giullare di Dio di Roberto Rossellini) aggiunge un tassello, e se ne sarebbe dovuto fare a meno. Opera dalle ambizioni elevate che non riesce però a fare a meno di un’estetica da mediocre passaggio televisivo, il film di Fely e Louvet soffre anche di una coproduzione poco accorta. Ne viene fuori un pastrocchio ai limiti del ridicolo.

Assisi, 1209. Francesco ha appena subito il rifiuto da parte di Innocenzo III di approvare la prima versione della Regola, che metterebbe i fratelli al riparo dalle minacce che gravano su di essi. Intorno a lui, tra i compagni della prima ora, l’amico fraterno Elia da Cortona guida il difficile dialogo tra la confraternita e il Papato: per ottenere il riconoscimento dell’Ordine, Elia cerca di convincere Francesco della necessità di abbandonare l’intransigenza dimostrata finora, accettando di redigere una nuova Regola. Ma che cosa resterebbe del sogno di Francesco? La loro amicizia riuscirà a resistere al confronto tra gli ideali e i compromessi necessari? [sinossi] Immagine anteprima YouTube

 

Nei prossimi giorni escono nelle sale anche il film d’animazione Il trenino Thomas – La grande corsa (2016) di David Stoten e il documentario Bianconeri – Juventus Story (2016) di Marco e Mauro La Villa. Buona visione!

Info
Il sito ufficiale di Lo and Behold, Reveries of the Connected World.
Il sito ufficiale di Deepwater Horizon.

Articoli correlati

  • Notizie

    Uscite in Sala 29 settembre 2016

    Una settimana importante per le uscite in sala, visto che da oggi sarà possibile vedere sul grande schermo lo straordinario The Assassin di Hou Hsiao-hsien; ma anche una giornata triste, con un pensiero (molto più d'uno) che va a Luca Svizzeretto, un carissimo amico e collega che ci ha lasciati.
  • Notizie

    uscite-in-sala-22-settembreUscite in Sala 22 settembre 2016

    In sala continuano ad approdare film presentati a Venezia: è il caso di Frantz e Spira mirabilis, senza dubbio i due titoli più interessanti della settimana.
  • Notizie

    Uscite in sala 15 settembre 2016

    Tra dimenticabili titoli italiani già visti a Venezia, sterili sequel della Pixar e documentari sui Beatles a dominare la settimana è il primo film di Lav Diaz distribuito nelle sale, Storm Children, Book 1.
  • Notizie

    Uscite in Sala 13 ottobre 2016

    È la settimana di Neruda, secondo film di Pablo Larraín a raggiungere le sale nel 2016 dopo Il club (a febbraio 2017 sarà la volta di Jackie); tutto il resto, a partire da Inferno di Ron Howard, scompare al confronto.
  • Notizie

    Uscite in Sala 20 ottobre 2016

    Daniel Blake in lotta contro l'ottusità dello Stato, la piccola Piuma che sta per venire al mondo, la nuova avventura di Jack Reacher e Roth adattato per lo schermo da Ewan McGregor. Questo e altro nelle uscite della settimana.
  • Notizie

    Uscite in Sala 27 ottobre 2016

    Doctor Strange cannibalizzerà schermi e incassi, così come il pessimo Pif, ma in sala arrivano anche i fratelli Dardenne e il nuovo film di Kirill Serebrennikov.
  • Notizie

    Uscite in sala 03 novembre 2016

    La settimana, non delle più memorabili in senso assoluto, è segnata dall'ottimo Kubo e la spada magica e dall'ultimo film di Placido. Ma lunedì 7, grazie alla Cineteca di Bologna, torna in sala La morte corre sul fiume. E allora...

COMMENTI FACEBOOK

Commenti

Lascia un commento